Home Cultura & Spettacoli Gli scavi archeologici a Santa Marta: se ne parla in un convegno al Polo universitario

Gli scavi archeologici a Santa Marta: se ne parla in un convegno al Polo universitario

L'iniziativa è in programma venerdì 24 maggio

di Redazione
0 commento 24 views

Grosseto. Venerdì 24 maggio, alle 16, nell’aula magna della Fondazione Polo universitario grossetano in via Ginori 43, si terrà il convegno del ciclo “Incontri con le voci dell’archeologia”, dal titolo: “Gli scavi a Santa Marta (Cinigiano) nella media Valle dell’Ombrone tra età romana e medioevo”.

Relatori saranno Emanuele Vaccaro, professore associato di Archeologia classica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, e Benedetta Baleani, dottoranda in Archeologia del Mediterraneo antico all’Università di Buffalo (SUNY system) e co-direttore scientifico del progetto Santa Marta. L’evento è organizzato in collaborazione tra Fondazione Polo universitario grossetano, Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali dell’Università di Siena ed Associazione archeologica maremmana.

Il convegno

Il territorio comunale di Cinigiano, situato nella media valle dell’Ombrone, è oggetto di approfondite ricerche archeologiche sin dal 2006. Queste indagini, condotte su varie scale, hanno prodotto una vasta raccolta di dati sul popolamento durante le epoche romana, tardoantica e medievale. Fin dal suo riconoscimento nel 2007, il sito archeologico di Santa Marta, situato nell’area di Colle Massari, è emerso come il contesto più complesso e articolato del territorio comunale. Questo contributo si propone di presentare lo stato attuale delle ricerche su Santa Marta e le sue trasformazioni nel corso del tempo. Inizialmente identificato come una grande fattoria o villa rustica nel periodo della prima età imperiale, il sito ha subito un’evoluzione significativa fino a diventare una ricca mansio, frequentata fino alla metà del V secolo d.C.

Successivamente, il sito ha subito varie fasi di riutilizzo, culminando nella sua trasformazione in una chiesa nell’alto medioevo, costruita sui resti dell’insediamento romano e in uso continuativo fino al XVI secolo d.C. Questo studio approfondito delle vicende e delle trasformazioni di Santa Marta sarà analizzato nel contesto delle strutture socioinsediative ed economiche della media valle dell’Ombrone, offrendo così una visione complessiva di una micro-regione che sta contribuendo in modo significativo allo studio dei paesaggi rurali nella longue durée.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy