Home Grosseto Ulmi: “Bene la nascita di Rete Civica Toscana, pronto ad accoglierne le istanze in Regione” 


Ulmi: “Bene la nascita di Rete Civica Toscana, pronto ad accoglierne le istanze in Regione” 


di Redazione
0 commento 32 views

Grosseto. Ho partecipato con interesse a Pisa all’incontro fondativo della Rete Civica Toscana“.

A dichiararlo è Andrea Ulmi, consigliere regionale del gruppo “Merito e Lealtà”.

“Il tema della civicità è molto importante e mi riguarda da vicino, non solo come unico consigliere regionale civico, fondatore del gruppo ‘Merito e Lealtà’, ma anche perché nasco dal mondo che sta al di fuori dei partiti, in quanto la mia prima esperienza politica, nel 2011, fu come creatore e poi consigliere comunale di Grosseto dell’allora lista civica ‘Lolini Sindaco’ – spiega Ulmi -. Oggi la civicità torna ad essere al centro della scena e lo fa puntando su uno dei temi che mi hanno spinto ad impegnarmi in politica, cioè quello del merito, spesso ribadito nell’incontro pisano, e che non sempre viene tenuto in considerazione all’interno dei partiti dove, purtroppo, conta di più essere nelle grazie del leader di turno che non mostrare le proprie capacità. Essere civici, invece, vuol dire sfruttare al massimo le competenze delle persone e ampliare la platea di coloro che vogliono impegnarsi per dare una loro visione non ideologica delle cose da fare”.

“Saluto dunque con piacere la nascita di Rete Civica Toscana e faccio un plauso ai sindaci di Pisa, Michele Conti, e di Pistoia, Alessandro Tomasi, per aver dato vita a questa interessante iniziativa che ha coinvolto sette primi cittadini toscani dei capoluoghi di provincia ed altri di realtà comunque importanti, perché va a colmare un gap che io, nella mia esperienza di consigliere civico, avevo avvertito e che, per un decennio, mi aveva spinto a spostarmi sotto le insegne di un partito: il non aver riferimenti negli enti superiori rispetto al Comune, cioè Regione e Parlamento, ma anche non avere una federazione tra le liste civiche che dia l’esatta dimensione di questo movimento a livello toscano e nazionale – sottolinea Ulmi -. A Pisa, si è avvertita la necessità di un mondo civico sempre più organizzato e determinante, soprattutto in area moderata, senza neppure ipotizzare una discesa in campo regionale in assenza dei partiti tradizionali di centrodestra in cui, a livello nazionale, chi più o chi meno, si riconosce, ma con la consapevolezza di poter ampliare il campo di attrazione per poter vincere la Regione nel 2025″.

“Per questa ragione, affermai, nella conferenza stampa di presentazione del gruppo ‘Merito e Lealtà’, che tutti i consiglieri civici della Toscana avrebbero trovato in me una sponda in Consiglio regionale, a maggior ragione adesso. La Rete Civica e i  sindaci che non si riconoscono in un partito possono contare a Firenze su un consigliere ed una struttura – termina Ulmi, pronti ad essere il megafono delle loro necessità e a lavorare con loro per le prossime elezioni regionali”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy