Attualità

“TerapeuticArte”: al via il progetto di Letteratura e Dintorni e del centro di Vallerotana

È diretto a tutti gli ospiti del centro di Vallerotana che hanno intrapreso un percorso di disintossicazione dall’abuso di drogh

Il progetto “TerapeuticArte“, promosso dal centro terapeutico riabilitativo Vallerotana, in collaborazione con l’associazione culturale Letteratura e Dintorni, individua le discipline artistiche come strumento terapeutico per sviluppare nell’individuo una maggiore consapevolezza di sé.

È diretto a tutti gli ospiti del centro di Vallerotana che hanno intrapreso un percorso di disintossicazione dall’abuso di droghe. Si articola in due sezioni: una strettamente legata alla letteratura, l’altra che abbraccia diverse forme d’arte.

Nella prima, si parte dal presupposto che i libri rappresentano un utile mezzo per decodificare e riordinare una moltitudine di sentimenti ed emozioni che l’esperienza della droga ha contribuito a celare alla consapevolezza. Tuttavia, anche i libri devono essere sapientemente proposti affinché il lettore possa nutrirsene. Quindi, a partire da sabato 29 maggio, con cadenza settimanale, alcuni scrittori soci di Letteratura e Dintorni si sono offerti per incontrare gli ospiti della comunità, al fine di stimolare l’interesse per la lettura e svelarne con semplicità le potenzialità per la crescita interiore dell’individuo.

In particolare, il calendario prevede:

  • sabato 29 maggio, ore 11, incontro con lo scrittore David Berti;
  • sabato 5 giugno, ore 11, incontro con la dottoressa e scrittrice Fulvia Perillo;
  • sabato 12 giugno, ore 11, incontro con il dottore e scrittore Ranieri Mantovani;
  • sabato 19 giugnom ore 11, incontro con la scrittrice Emily Hunter (al secolo Milena Cazzola);
  • sabato 26 giugno, ore 11, incontro con la scrittrice Agata Florio.

Ogni autore donerà delle copie delle proprie opere per la biblioteca del centro.

“Noi di Letteratura e dintorni – dichiara il presidente Dianora Tintiabbiamo subito condiviso lo spirito e il fine di questo progetto, mettendo a disposizione il nostro entusiasmo e le nostre professionalità. Ringrazio il dott. Umberto Paioletti e il nostro socio David Berti che hanno ideato e messo a punto l’iniziativa”.

Sono previsti anche altri due incontri: uno con la dott.ssa Debora Coron, sempre dell’associazione Letteratura e dintorni, per un’introduzione alla scrittura creativa con un laboratorio esperienziale offerto nella forma di un gioco a squadre, e l’altro con il professore David La Mantia, che proporrà la poesia come canale di espressione di sentimenti, fatti, immagini, bellezza, più in generale, come ponte capace di oltrepassare ostacoli alla comunicabilità.

Infine, la libreria Palomar di Grosseto ha dato la disponibilità a raccogliere tutti quei libri usati (sigillati in un sacchetto) che le persone vorranno devolvere alla biblioteca della struttura. Inoltre, per chi volesse, viene data anche l’opportunità di lasciare un libro sospeso, ossia acquistare un volume per il centro terapeutico.

La seconda sezione del progetto vede coinvolti un pittore e un fotografo. L’architetto Cesare Baldo, potendo usufruire di un locale adibito a piccola falegnameria, insegnerà, a chi mostrasse interesse tra gli ospiti della comunità, a creare tele, a macinare pietre per produrre colori e trasmetterà i rudimenti della pittura. Infine, Giovanni Rossetti cercherà di coinvolgere i ragazzi in un percorso per apprendere le nozioni di base della fotografia.

Un progetto che si propone, tra le altre cose, una maggiore integrazione della comunità terapeutica riabilitativa di Vallerotana nella più vasta comunità locale, con la creazione di reti sociali e solidali.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button