Scansano, Marras: “Urgente ripristinare il posto di primo soccorso, la Regione conosce la problematica?”

Raccolgo l’allarme lanciato dal Partito Democratico di Scansano e nei giorni scorsi dal sindacato Spi Cgil associandomi alla preoccupazione per quelle che vengono descritte come mancanze che, se confermate, potrebbero mettere seriamente a rischio la popolazione. Ho deciso di interessare la giunta regionale chiedendo, con un’interrogazione, se l’assessorato alla salute sia a conoscenza della situazione, se il quadro descritto sulla stampa corrisponde alla realtà e, nel caso, quali siano le motivazioni di tale scelta e come intenda muoversi per ripristinare la totalità dei servizi che un posto di primo soccorso dovrebbe erogare”.

Così Leonardo Marras, capogruppo del Pd in Regione Toscana, annunciando un’interrogazione alla giunta regionale sul presunto depotenziamento del posto di primo soccorso a Scansano.

Uno dei punti di forza del sistema sanitario toscano – prosegue Marras è la copertura capillare dell’intero territorio regionale attraverso presidi diversi per tipologia e dimensioni che garantiscono, ovunque, l’assistenza minima per poi raggiungere, se necessario, gli ospedali più grandi. E questo vale più che mai per le piccole comunità, come quella di Scansano, distanti dal capoluogo e dunque dal presidio maggiore del territorio e costituite per lo più da persone anziane, che hanno maggiori difficoltà di spostamento e più necessità di assistenza. Il punto di primo soccorso di Scansano è stato attivato proprio per rispondere a queste esigenze ed è impensabile, quindi, che venga privato della presenza di un medico e di un mezzo attrezzato per la prima assistenza e il trasporto. Auspico una risposta positiva in tempi brevi, nel frattempo sarà mia cura monitorare l’evolversi della situazione, anche attraverso la segreteria del Pd locale, e segnalare eventuali evoluzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top