Pubblicato il: 17 Maggio 2018 alle 15:07

Cultura & Spettacoli

Tre mesi di musica con il Morellino Classica Festival: 25 concerti negli angoli più suggestivi della Maremma

25 concerti da giugno a settembre in oltre 15 tra le location più suggestive della Maremma, sul palco musicisti emergenti e ricchi di talento, ma anche affermati maestri del panorama della musica classica nazionale e internazionale: sono questi gli ingredienti del Morellino Classica Festival.

La settima edizione della manifestazione è dedicata alla memoria del compositore Luis Bacalov, scomparso recentemente, membro del comitato d’onore del festival fin dalla prima edizione.

Il Morellina Classica Festival, nato e cresciuto in Maremma, terra di spazi incontaminati, dove la vita è ancora legata, pur con la modernizzazione tecnologica attuata da aziende all’avanguardia, ai ritmi agresti della natura e dove la storia spesso sembra essersi fermata nei suoi borghi secolari adagiati sulle colline, è già da tempo in fruttuoso rapporto con le istituzioni e le realtà musicali più rappresentative di Milano, motore trainante non solo della vita economica, ma anche culturale italiana.

Sarà presente all’incontro-concerto la direzione del Conservatorio “Giuseppe Verdi”, già da tre anni partner musicale del festival. Il festival si avvale anche della collaborazione delle prestigiose istituzioni musicali quali l’Accademia Chigiana di Siena, la Scuola di Musica di Fiesole, Georg Solti Academy di Londra e del Cidim – Comitato nazionale italiano musica di Roma.

In questi ultimi anni il festival registra una crescente attenzione per la sua originale proposta musica-natura che vede la realizzazione dei concerti nei meravigliosi luoghi della Maremma.

Inoltre, si rafforzano collaborazioni e si registrano nuove partnership anche con aziende di settori diversi dal vitivinicolo. Quest’anno darà un fattivo sostegno Ricola, azienda svizzera famosa per i suoi prodotti alle 13 erbe, non solo attenta alla sostenibilità e all’ambiente, ma anche all’arte e alla musica. Altra prestigiosa società a sostenere il festival è l’azienda tedesca Mercedes-Benz, presente sul territorio con la concessionaria Ugo Scotti Srl di Grosseto. Inoltre, si registra una nuova sponsorship da parte di Saturnia Travertini Italia, il cui titolare è l’imprenditore tedesco Samuel Waithe.

Qualche anticipazione: anche quest’anno si allargheranno i confini musicali con il jazz; in giugno è previsto Stefano Di Battista Quartett ed in agosto Elio, popolare artista poliedrico, conclusa l’esperienza delle Storie Tese, si esibirà in un originale concerto in cui rivisiterà a suo modo la lirica. La meravigliosa piazza di Massa Marittima, tra le più belle piazze della Toscana, sarà il palcoscenico per il concerto in luglio dell’Orchestra Luxembourg Philharmonia diretta da Martin Elmquist, solista Pietro Bonfilio per un programma tutto beethoveniano.

Il pluripremiato quartetto femminile americano Aizuri String Quartet, formazione in residence al MetropolitanLiveArts di New York, sarà protagonista del concerto nell’antica dimora di San Bernardino al Convento del Petreto di Scansano. Anche quest’anno la rassegna proporrà momenti in cui le arti potranno incontrarsi in un sodalizio originale fatto di musica, pittura, letteratura.

Alla Tenuta dell’Ammiraglia dei marchesi Frescobaldi si terrà in luglio un evento che unirà musica e pittura attraverso alcune opere del pittore Sandro Chia, massimo esponente del movimento artistico della Transavanguardia e la musica da “Quadri da una Esposizione” di Mussorgsky, con l’esibizione di Daniel Petrica Ciobanu, giovane pianista tra i più apprezzati, vincitore lo scorso anno del Concorso Rubinstein di Tel Aviv.

Inoltre “Il Romanticismo tedesco in letteratura e in musica: Friedrich Schiller e Johannes Brahms,” con lo scrittore milanese Marco Filiberti, autore e regista di teatro e cinema, presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Intorno a Don Carlos: prove d’autenticità. Da Friedrich Schiller”.

Molto suggestivo si preannuncia il concerto alla cava di marmo di Montemerano per singolarità del luogo dove si esibirà l’Orchestra Milano Classica diretta da Franz Schottky.

Infine, dopo un lungo itinerario musicale fatto di 25 concerti tra antichi castelli e chiese, natura e avveniristiche cantine, il festival si concluderà con un trio di prim’ordine formato da Davide Alogna, violino Dariusz Mikulski, corno Pierre-Laurent Boucharlat, piano con un programma interamente dedicato a J. Brahms.

Il festival però non finisce qui, riprenderà il suo cammino in musica per gli usuali appuntamenti tra l’autunno e l’inverno, da ottobre sino ai concerti di Natale.

“Siamo molto felici di ciò che ci sta riservando il festival e orgogliosi delle collaborazioni raggiunte quest’anno, più degli altri anni, segno questo che l’interesse cresce sempre di più per la qualità e l’originalità delle nostre proposte – dichiara Antonio Bonfilio, direttore responsabile del Morellino Classica Festival -. La Rai, la stampa nazionale, i principali luoghi del mondo musicale e le aziende più rappresentative del Morellino hanno inteso premiare l’idea musica-natura-vino e anche la nostra audacia iniziale coincisa con una situazione economica nazionale tra le meno favorevoli alla cultura e alla musica. Per questo vorrei ringraziare con tutto il cuore ogni singolo abbonato, ogni singolo sostenitore, ogni singolo spettatore, le istituzioni musicali, i Comuni, gli sponsor e soprattutto i due principali sostenitori: Banca Tema  e Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano, che hanno creduto e continuano a credere nella bontà del progetto Morellino Classica sostenendoci fin dalla prima edizione“.

“Inoltre si rafforzano collaborazioni e si registrano nuove partnership anche con aziende di settori diversi dal vitivinicolo – continua Antonio Bonfilio -. Per il settore culturale, l’accordo di collaborazione con il Cidim – Comitato nazionale italiano musica di Roma membro dell’Imc – International music council, organizzazione internazionale non governativa dell’Unesco, ci rende orgogliosi per l’attenzione e l’interesse che questa storica istituzione musicale ha voluto riservare alla nostra rassegna. Continua inoltre la proficua intesa artistica con la Scuola di Musica di Fiesole, con il Conservatorio di Milano e con il Conservatorio di Siena che si sono già aggiunte alle collaborazioni con Georg Solti Academy di Londra e Accademia Chigiana di Siena. Apparentemente singolare, ma perfettamente in linea con le collaborazioni extra musicali, così come è avvenuto lo scorso anno con la ‘tre giorni Maremma meets Bordeaux’, anche quest’anno saremo partner del meeting-conferenza-concerto ‘La geomatica e la conservazione applicata ai beni culturali e al paesaggio’, con relatori provenienti dai siti archeologici di Pompei, Napoli, Taranto, Lecce e docenti universitari di alcune città d’arte italiane“.

“Nuovi affascinanti luoghi amplieranno la geografia del festival: la maestosa cava di Montemerano-Saturnia e la mirabile piazza del Duomo di Massa Marittima. Si apriranno anche quest’anno per accogliere la musica i portali secolari di preziosi luoghi di culto nel territorio dei sette Comuni del Morellino e oltre 15 diversi palcoscenici per un totale di 25 concerti. Il festival, a conclusione di un percorso fatto di musica, incontri, sapori e di mille altre esperienze tra le dolci colline che dall’Amiata vanno verso il mare, chiuderà la stagione estiva il 2 settembre al Teatro Castagnoli di Scansano con un programma di pregevole triplice valenza artistica tra musica, letteratura e teatro. Il festival però non finisce qui, riprenderà il suo cammino in musica per gli usuali appuntamenti autunno-inverno, già da ottobre sino ai concerti di Natale e di fine anno – termina Antonio Bonfilio -. Anche per questa edizione, per dare ampia possibilità di partecipazione specialmente ai giovani, abbiamo deciso di non aumentare il prezzo dei biglietti e di mantenere l’ingresso libero per oltre la metà dei concerti, 13 su 24. Un sforzo non indifferente per l’organizzazione che spero venga premiato con una sempre più ampia e assidua partecipazione alla nostra rassegna“.

“La settima edizione del festival sarà quest’anno ancora più ricca di contenuti e di appuntamenti e coprirà un arco di tempo che va da giugno a dicembre con numerosissimi concerti di raffinata qualità artistica – sottolinea Pietro Bonfilio, pianista e direttore artistico della manifestazione -. Le novità di quest’anno sono di maggior apertura verso altre sfere dell’arte e della cultura. Il cartellone offre come ogni anno il presente e il futuro dell’arte: Morellino Classica Festival è l’occasione per ascoltare i grandi nomi del panorama musicale internazionale e i talentuosi giovani che ne rappresentano l’avvenire. Un ventaglio di proposte abbraccerà la musica antica, barocca, sinfonica, da camera, lirica, contemporanea, jazz offrendo all’ascolto e al coinvolgimento i vari aspetti di connessione storico-musicale con la letteratura, la pittura, il teatro, ma anche attraverso forum sull’innovazione tecnologica applicata ai beni culturali e al paesaggio, così come avvenne lo scorso anno per l’enologia e la coltivazione dei vigneti e la salvaguardia dell’ambiente“.

“Nuovi luoghi di straordinario fascino come il castello di Potentino, l’azienda Val delle Rose, piazza Castello di Montemerano, il Cassero senese di Roccalbegna, Ppazza del Duomo di Massa Marittima, la cava di Montemerano-Saturnia, si aggiungeranno agli altri già consolidati. Il festival è un itinerario incantevole che unisce la bellezza della grande musica allo splendore della natura, al mistero dell’archeologia dei siti Etruschi, al fascino della storia dei castelli, chiese, conventi, teatri, casseri, antiche e nobili tenute della Maremma e alle prestigiose case vinicole della Toscana – termina Pietro Bonfilio -. L’unicità del nostro territorio ci stimola a fare sempre di più e meglio attraverso la musica, perché è incommensurabile il beneficio che essa reca agli uomini e duraturo è il benessere che rende al territorio, riqualificandolo“.

“Ringrazio Antonio Bonfilio per l’organizzazione del festival, un vero e proprio fiore all’occhiello della Maremma – sottolinea Olga Ciaramella, consigliera provinciale con delega alla cultura -. Il programma offre appuntamenti eccellenti, la manifestazione è ormai consolidata e costituisce una vetrina importante per il nostro territorio. I concerti si terranno in splendide location e valorizzeranno i nostri meravigliosi paesi“.

Per informazioni, è possibile contattare i numeri 0564.507982 e 349.5380069 o l’indirizzo e-mail [email protected] o il sito http://www.morellinoclassicafestival.com/

Il programma

3 GIUGNO DOMENICA ORE 19

TEATRO CASTAGNOLI SCANSANO

CONCERTO DI APERTURA DELLA STAGIONE MUSICALE CON PIETRO BONFILIO

MUSICHE DI: F. LISZT – L. VAN BEETHOVEN – F. SCHUBERT – J. BRAHMS

PROGRAMMA:

Franz Liszt (1811-1886): Danza sacra e duetto finale da “Aida” di Giuseppe Verdi

Ludwig van Beethoven (1770-1827): Sonata op.81a “Les Adieux”

Adagio – Allegro, L’addio / Andante espressivo, L’assenza / Vivacissimamente, Il ritorno

Franz Schubert (1797-1828): Improvviso op. 142 n.4 in fa minore

Johannes Brahms (1833-1897): Due rapsodie op.79 – AgitatoMolto passionato ma non troppo allegro

Johannes Brahms: Variazioni sopra un tema di Paganini libro II

9 GIUGNO SABATO ORE 19

CASTELLO PRINCIPE CORSINI DELLA MARSILIANA MANCIANO

ADAMI CLARINET CHOIR DIR. ALBERTO SERRAPIGLIO

IN COLLABORAZIONE CON IL CONSERVATORIO DI MILANO

MUSICHE DI: A. SCOTT – N. WOOD – D. ZAFFARONI – N. HEIM – G. GERSHWIN – J. BALENTINE – J. RUSSEL – B. KOVÁCS

ADAMI CLARINET CHOIR

Stefano CALIO’ –  Paolo SARTORI, clarinetto in Sib e Mib

Samuele BIROLINI-Fabio CONTI-Lorenzo NEGRO-Michela PEGURRI-Manuela PINTO-Paolo SAFFIOTI, clarinetto in Sib

Niccolò DAINELLI, clarinetto in Sib e Clarinetto basso

Riccardo ACCIARINO – Mario PRATTICHIZZO, clarinetto basso

PROGRAMMA:

Andy Scott (1966): Paquito

Nigel Wood (1970): Where Spirits & Demons Dance

Danilo Zaffaroni (1965): Albedo dedicato all’Adami Clarinet Choir e A. Serrapiglio

Norman Heim (1929): Introduction And Concertante per clarinetto basso e clarinet ensemble

George Gershwin (1898-1937): It Ain’t Necessarily So/Summertime da “Porgy and Bess”

James Balentine (1959): A Toot In Ninesia su A Night in Tunisia di Dizzie Gillespie

Jonathan Russel (1971): Eleven

Bela Kovács (1937): Sholem-Aleckem, Rov Feidman

16 GIUGNO SABATO ORE 21

CHIESA DI SAN BIAGIO MONTORGIALI SCANSANO

QUARTETTO D’ARCHI LA FENICE

IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE

MUSICHE DI: R. SCHUMANN – J. BRAHMS

QUARTETTO D’ARCHI LA FENICE

Irene SANTO, violino

Silvia ABATANGELO, violino

Francesco ZECCHI, viola

Lavinia SCARPELLI, violoncello

PROGRAMMA:

Robert Schumann (1810-1856): Quartetto per Archi in La Minore Op. 41 N. 1

Introduzione. Andante espressivo. Allegro

Scherzo. Presto – Adagio – Presto

Johannes Brahms (1833-1897): Quartetto per Archi in La Minore Op 51 N. 2

Allegro non troppo – Andante moderato

Quasi Minuetto, Moderato. Allegretto vivace – Finale. Allegro non assai

17 GIUGNO DOMENICA ORE 21

CHIESA DI SAN GIORGIO MONTEMERANO MANCIANO

LORENZO ALBANESE

MUSICHE DI: J. PACHELBEL – I. ALBENIZ – F. ANGELIS – W. PUSCKARENKO – S. VOYTENKO – P. BUSSEIL – W. SEMIONOW

PROGRAMMA:

Johann Pachelbel (1653-1706): Chaconne

Isaac Albeniz (1860-1909): Asturias

Franck Angelis (1962): Romanze

Wilhelm Pusckarenko (1960): Skify of the XX Century

Sergey Voytenko (1962): Revelation 

Pierre Busseil (1975): Interludio et Danze

Wilsin Semionow (1973): III Tempo Sonata n°1

30 GIUGNO SABATO ORE 19

TENUTA VAL DELLE ROSE GROSSETO

STEFANO DI BATTISTA JAZZ QUARTET E NICKY NICOLAI

MUSICHE DI: S. DI BATTISTA

PROGRAMMA:

Stefano Di Battista (1969): Composizioni e arrangiamenti

Cena-buffet degustazioni con i pregiati vini Famiglia Cecchi Val delle Rose

BIGLIETTO + CENA/BUFFET: prezzo complessivo euro 50

CONCERTO FUORI ABBONAMENTO

14 LUGLIO SABATO ORE 19

CASTELLO DI MONTEPO’ SCANSANO

QUARTETTO OUTIS

MUSICHE DI: L. BOCCHERINI – M. RAVEL – A. WEBERN

QUARTETTO OUTIS

Angioletta IANNUCCI CECCHI, violino

Anna CARRÀ, violino

Michele VAGNINI, viola

Leonardo DUCA, violoncello

PROGRAMMA:

Luigi Boccherini (1743-1805): Quartetto in Re Maggiore G 165 op. 8

Allegro Vivace – Adagio – Minuetto in Rondò, Grazioso

Maurice Ravel (1875–1937): Quartetto in Fa Maggiore

Allegro moderato, Très doux Assez vif – très rythméTrès lentVif et Agité

Anton Webern (1883-1945): Langsamer Satz

22 LUGLIO DOMENICA ORE 21

PIAZZA DEL DUOMO MASSA MARITTIMA

LUXEMBOURG PHILHARMONIA ORCHESTRA DIR. MARTIN ELMQUIST

PIETRO BONFILIO

MUSICHE DI: L. VAN BEETHOVEN

PROGRAMMA:

Ludwig Van Beethoven (1770-1827): Concerto per pianoforte e orchestra N° 5 in Mib maggiore op. 73 “L’imperatore”

 Allegro – Adagio un poco mosso – Rondò: Allegro

Ludwig Van Beethoven: Sinfonia N° 7 in La maggiore op. 92

Poco sostenuto. Vivace – Allegretto – Scherzo: Presto – Trio: assai meno presto – Allegro con brio

28 LUGLIO SABATO ORE 19

TENUTA DELL’AMMIRAGLIA MARCHESI FRESCOBALDI MAGLIANO IN TOSCANA

DANIEL PETRICA CIOBANU

MUSICHE DI: M. P. MUSSORGSKY – P. AUDIGER – I. STRAVINSKY

QUADRI DI: S. CHIA

PROGRAMMA:

Frederic Chopin (1810–1849): Tre preludi op. 28

Alexander Scriabin (1872–1915): Tre preludi op. 11

Modest Piotr Mussorgsky (1839-1881): Quadri da una esposizione

  1. I. Promenade – Lo gnomo – Promenade
  2. II. Il vecchio castello – Promenade

III. Tuileries Litigio di fanciulli dopo il gioco

  1. IV. Bydło – Promenade
  2. Balletto dei pulcini nei loro gusci
  3. VI. Samuel Goldenberg e Schmuÿle – Promenade

VII. Limoges, il mercato (La grande notizia)

VIII. Catacombe (Sepolcro romano) – Con i morti in una lingua morta

  1. IX. La capanna sulle zampe di gallina (Baba Jaga)
  2. La grande porta “Nella capitale Kiev”

Pierre Audiger (1990): L’Oeil derrière l’Arlequine – Prima esecuzione assoluta

Igor Stravinsky (1882-1871): L’uccello di fuoco – Trascrizione di Guido Agosti

Danza infernale – Berceuse – Finale

30 LUGLIO LUNEDI’ ORE 19

TEATRO SULL’ACQUA DI SASSETA ALTA SCANSANO

QUARTETTO MODI’

MUSICHE DI: G. ROSSINI – V. GAMBARO – S. MERCADANTE

QUARTETTO MODI’

Desirèe DEL SANTO, flauto

Francesco DARMANIN, clarinetto

Alessandro GIORGINI, corno

Daniele TAMBELLINI, fagotto

PROGRAMMA:

Gioacchino Rossini (1792-1868): Quartetto N° 4 allegro vivace –  andante – rondò

Vincenzo Gambaro Quartetto (1772-1824): “Su una composizione di Beethoven”

                allegro – andantino – polonaise

Saverio Mercadante (1795-1870): Quartetto op. 50 N°1 allegro – moderato – andante – polacca brillante

Gioacchino Rossini: Quartetto N° 6 andante – tema con variazioni

4 AGOSTO SABATO ORE 19

TENUTA VAL DELLE ROSE GROSSETO

ELIO

LUCA SCHIEPPATI

MUSCIHE DI: W. A. MOZART – G. ROSSINI – K. WEILL – L. LOMBARDI

Largo al Factotum

PROGRAMMA:

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791): da “Don Giovanni” Madamina, il catalogo è questo

            da “Nozze di Figaro” Non più andrai farfallone amoroso

Gioachino Rossini (1792-1868): Un petit train de plaisir

          Chanson du Bebé

          La calunnia è un venticello da “Il Barbiere di Siviglia”

          Largo al Factotum da “Il Barbiere di Siviglia”

Kurt Weill (1900-1950) da “L’opera da Tre Soldi”:

          Corale Mattutino – Moritat di Mackie Messer – Schiavitù sessuale – Ballata del Magnaccia

Anonimo giapponese: Due Canzoni tradizionali giapponesi

Luca Lombardi (1945): da “Minima Animalia”: CricetoZanzaraMoscerinoPorco

14 AGOSTO MARTEDI’ ORE 20

CASTELLO DI POTENTINO SEGGIANO

MARK SPRINGER

PIETRO BONFILIO

MUSICHE DI: M. SPRINGER

PROGRAMMA:

Mark Springer (1959): Solo Piano

         Spontaneous Compositions in real time Mark Springer (1959): Music for 4 Hands, 2 Pianists, 1 Piano

         Piece N° 1 in 2 Movements

         Piece N° 2 in 3 Movements

 

16 AGOSTO GIOVEDI’ ORE 19

CHIESA ROMANICA DI ROCCALBEGNA

ORCHESTRA I VIRTUOSI LOMBARDI

HAKAN SENSOY

DAVIDE ALOGNA

MUSICHE DI: W. A. MOZART – A. VIVALDI

PROGRAMMA:

  1. A. Mozart (1756-1791): Divertimenti in Re Maggiore K. 136
  2. Vivaldi (1678-1741): Le Quattro Stagioni Op. 8 Concerto per violino, archi e basso continuo

           in Mi Maggiore ‘Primavera’ N° 1 RV 269 

           in Sol Minore ‘Estate’ N° 2 RV 315

           in Fa Maggiore ‘Autunno’ N° 3, RV 293

in Fa Minore ‘Inverno’ N° 4 RV 297

19 AGOSTO DOMENICA ORE 19

CASTELLO DI MANCIANO

LA MIGLIORE GIOVENTU’ MUSICALE TOSCANA

MUSICA ITINERANTE NELLE SALE E NELLA TORRE DEL CASTELLO

DA UNA SELEZIONE DEI VINCITORI DEI CONCORSI MUSICALI IN TOSCANA

20 AGOSTO LUNEDI’ ORE 21

CHIESA DI SAN GIORGIO MONTEMERANO MANCIANO

TRIO IL FURIBONDO

MUSICHE DI: W. A. MOZART – J. SEBASTIAN BACH – F. SCHUBERT – L. VAN BEETHOVEN

Trio IL FURIBONDO

Liana MOSCA, violino

Gianni DE ROSA, viola

Marcello SCANDELLI, violoncello

PROGRAMMA:

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) / Johann Sebastian Bach (1685-1750):

                                                                           Adagio e Fuga Kv.404a N° 4 in Fa maggiore / Re minore

Franz Schubert (1797-1828): Trio in Si bemolle maggiore D.581 N° 2

     Allegro moderato – Andante – Menuetto – Rondò

Wolfgang Amadeus Mozart / Johann Sebastian Bach:

                                                    Adagio e Fuga Kv.404a N°5 in Mi bemolle maggiore / Do min.

Ludwig van Beethoven (1770-1827): Trio Opus 9 N°3 in Do minore

   Allegro con spirito – Adagio con espressione – Scherzo – Finale

22 AGOSTO MERCOLEDI’ ORE 19

PIAZZA CASTELLO MONTEMERANO MANCIANO

XYLINOS QUINTETT

MUSICHE DI: A. DVORAK – F. I. DANZI – M. RAVEL – G. VERDI – G. PUCCINI – G. DONIZETTI

XYLINOS QUINTETT

Tommaso PRATOLA, flauto

Lore NEUBERT, oboe

Alina HEINL, clarinetto

Campbell MCINNES, corno

Florian BENSCH, fagotto

PROGRAMMA:

Antonin Dvorak (1841-1904): da “American String Quartet” N° 12 in Fa maggiore Op. 96

                                                     Allegro ma non troppo

Franz Ignaz Danzi (1763-1826): Quintetto N° 2 in Sol minore op. 56

              Allegretto – Andante –  Menuetto/Trio – Allegretto

Maurice Ravel (1875-1937): “Tombeau de Couperin” arrangiata for quintetto di fiati da David Walter

        Prélude – Folane – Menuet – Rigaudon

Coro e Arie d’Opera:

Giuseppe Verdi (1813-1901): da “Rigoletto” La donna è mobile

Giacomo Puccini (1858-1924): da “Turandot” Nessun dorma

Gaetano Donizetti (1897-1848): da “L’elisir d’amore” Una furtiva lagrima

Giuseppe Verdi: da “Nabucco” Va’, pensiero

25 AGOSTO SABATO ORE 19

CAVA DI MONTEMERANO

SATURNIA TRAVERTINI ITALIA

ORCHESTRA MILANO CLASSICA

FRANZ SCHOTTKY

MUSICHE DI: DA DEFINIRE

31 AGOSTO VENERDI’ ORE 19

CONVENTO DEL PETRETO SCANSANO

CONCERTO DEDICATO ALLA MEMORIA DI SERGIO BALANZINO

AIZURI STRING QUARTET NEW YORK

MUSICHE DI: P. WIANCKO – W. A. MOZART – B. BARTOK

AIZURI STRING QUARTET:

Ariana KIM, violino

Miho SAEGUSA, violino

Ayane KOZASA, viola

Karen OUZOUNIAN, violoncello

PROGRAMMA:

Paul Wiancko (1983): LIFT

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791): Quartetto d’Archi N° 14 in Sol Maggiore K.387 “Spring

           Allegro vivace assai – Menuetto: allegro – Andante cantabile – Molto allegro

Bela Bartok (1881-1945): Quartetto d’Archi N° 1 Sz. 40

                                              Lento – Allegretto {Poco a poco accelerando all’allegretto} – Introduzione – Allegro vivace

 

2 SETTEMBRE DOMENICA ORE 21

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO

GRAN CONCERTO FINALE

Il Romanticismo tedesco in letteratura e in musica: Schiller Beethoven Brahms

PROGRAMMA DELLA SERATA:

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

Intorno a Don Carlos: prove d’autenticità. Da Friedrich Schiller di Marco Filiberti

Cast artistico di Don Carlos: Matteo Tanganelli, Carlos – Diletta Masetti, Elisabetta – Stefano Guerrieri, Filippo

   Luca Tanganelli, Rodrigo – Giovanni De Giorgi, Alba

PROGRAMMA MUSICALE:

DAVIDE ALOGNA – DARIUSZ MIKULSKI – PIERRE-LAURENT BOUCHARLAT

MUSICHE DI: L. VAN BEETHOVEN – W. A. MOZART – J. BRAHMS

PROGRAMMA:

Ludwig van Beethoven (110-1827): Sonata in Fa per corno e pianoforte op. 17

 Allegro

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791): Trio in Mib Maggiore KV 4 – revisione Neumann

   Allegro – Andante – Rondò

Johannes Brahms (1833-1897): Sonata N° 1 per violino e pianoforte in Sol Maggiore op. 78

                                                        Vivace ma non troppo – Adagio – Allegro molto moderato

Johannes Brahms: Trio per corno, violino e pianoforte in Mib Maggiore op. 40

                                 Andante. Scherzo. Adagio mesto – Finale: Allegro con brio

Il concerto è sponsorizzato in esclusiva dall’Azienda Fattoria dei Barbi di Stefano Cinelli Colombini storica casa vinicola di Montalcino

20 OTTOBRE SABATO ORE 19

GEOMATICA E BENI CULTURALI

SOL INVICTUS

MUSICHE DI: J. S. BACH – A. VIVALDI – K. P. STAMITZ

PROGRAMMA:

Antonio Vivaldi (1678-1841): Sonata in Sol per violino e chitarra – La Folia

Johann Sebastian Bach (1685-1750): Partita N° 2 BWV 1004

Karl Philipp Stamitz (1745-1801): Duo N° 2 per violino e viola

27 DICEMBRE GIOVEDI’ ORE 21

TEATRO COMUNALE DI MANCIANO

LA MIGLIORE GIOVENTÙ MUSICALE TOSCANA

CONCERTO DI NATALE CON I VINCITORI DI CONCORSI NAZIONALI PROVENIENTI DAI CONSERVATORI DELLA TOSCANA

28 DICEMBRE VENERDI’ ORE 21

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO

LA MIGLIORE GIOVENTÙ MUSICALE ITALIANA

CONCERTO DI FINE ANNO CON I GIOVANI MUSICISTI PROVENIENTI DALLE ORCHESTRE GIOVANILI ITALIANE

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su