Pubblicato il: 6 Maggio 2013 alle 17:03

Cultura & Spettacoli

Maremma Wine Food Shire sbarca a Grosseto: un weekend all’insegna della buona tavola, della cultura e della promozione del territorio

120 espositori tra wine, food e artigianato artistico, 8 tra associazioni e consorzi di valorizzazione delle produzioni, oltre 50 buyers provenienti da 14 stati di tutto il mondo, tra cui Emirati Arabi, Usa, Germania, Inghilterra, Taiwan, giornalisti di fama internazionale ed una cornice straordinaria e quanto mai suggestiva: il centro storico di Grosseto, capoluogo della Maremma.

Questa sarà l’edizione 2013 del Maremma Wine Food Shire – I sapori di una terra, la vetrina delle eccellenze enogastronomiche locali organizzata dalla Camera di Commercio in collaborazione con il Comune di Grosseto e la Provincia di Grosseto, che si svolgerà a Grosseto dal 17 al 19 maggio

Profumi e sapori saranno i protagonisti della raffinata vetrina, che esce per la prima volta dai centri fieristici internazionali per “invadere” con stand ed iniziative di grande livello vie e piazze, assicurando un’atmosfera coinvolgente ed unica fino alla tarda serata.

Il calendario è ricchissimo di appuntamenti tra convivialità, cultura del gusto e valore del cibo. Parteciperanno con i loro prodotti di qualità, dal vino ai salumi ai formaggi, le maggiori e più prestigiose aziende agricole della provincia, mentre chef, esperti enogastronomici, enologi, operatori del settore accompagneranno buyers, ospiti e cittadini nel viaggio alla scoperta dei sapori di questa terra meravigliosa.

Il taglio del nastro è previsto venerdì 17 maggio alle 17; seguirà, alle 17.30, un talk show inaugurale dal titolo “Grosseto capitale della Maremma” in cui interverranno il presidente della Camera di commercio Giovanni Lamioni, il presidente della Provincia Leonardo Marras, ed il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi. L’incontro sarà moderato dal giornalista esperto di enogastronomia Paolo Massobrio, mentre Andrea Guolo presenterà i dati sull’inchiesta “La Maremma per i 100 vip”, effettuata dalla redazione di Papillon, contattando personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, politici e uomini della finanza.

A conclusione, saranno premiati i vincitori del concorso fotografico “Passione di Maremma” lanciato dalla Camera di Commercio per la valorizzazione dell’immagine del patrimonio storico, ambientale e naturalistico del territorio, promuovendo il “brand Maremma”, la strategia di marketing alla base di molte progettualità avviate negli ultimi anni dall’Ente camerale, compreso l’evento Maremma Wine Food Shire. Fino al 26 maggio si potranno ammirare le foto che hanno partecipato al concorso presso il Museo archeologico e d’arte della Maremma. 

Sarà dato spazio anche all’educazione alimentare, partendo dai più piccoli. Sabato 18 maggio, alle 10.30, la sala Contrattazioni della Camera di commercio si trasformerà in un laboratorio del gusto, dove i bambini si cimenteranno nella “Caccia al cacio” per riconoscere la qualità dei formaggi maremmani.  Parteciperanno le classi IV A e IV B della scuola elementare di via Scansanese.

Sabato pomeriggio, le specialità locali saranno raccontate dal “Golosario” Paolo Massobrio in un percorso itinerante nelle vie del centro storico. L’esperto sarà accompagnato dai Briganti di Maremma con i loro canti della tradizione.

A partire dalle 19, si svolgerà alla Camera di Commercio una delle iniziative più particolari: Marco Lombardi presenta la sua “Cinegustologiase il vino fosse un film”.  Un sommelier “sui generis” abbinerà 6 vini, che rappresentano i vitigni più rappresentativi della Maremma, ad altrettanti film a seconda delle sensazioni che essi esprimono. Ogni partecipante potrà poi fare la propria analisi “cinegustologica”.

Domenica 19 maggio sarà dedicata in particolare ai “wine tasting”, alle degustazioni guidate di prodotti gastronomici e ai “cooking show” con grandi chef ed esperti del settore, con il coordinamento di Massobrio e dell’enologo Graziana Grassini.

Questo ed altro avverrà nella sala Contrattazioni di via Cairoli, mentre nelle vie e nelle piazze del “salotto buono della città” prenderanno posto gli stand degli espositori che rimarranno aperti dalle 10.30 fino alle 22. Ogni angolo potrà riservare una sorpresa.

Inoltre, durante la manifestazione, in piazza del Sale si potrà imparare come si prepara il pesce seguendo le dimostrazioni pratiche dei produttori. Un’iniziativa, questa, inserita nel progetto “DiMaremma – Pesce d’autore”.  In piazza Baccarini, invece, si potrà degustare il sigaro toscano in abbinamento con i vini maremmani e i distillati e si potrà anche assistere alla “costruzione” di un sigaro a cura di una delle ultime “sigaraie” d’Italia.

Ricette tradizionali saranno al centro degli speciali menù proposti dal 17 al 19 maggio nei ristoranti aderenti a Vetrina Toscana e alle “Strade del vino e dei sapori di Maremma”.

Come ogni anno, parteciperanno buyers da tutto il mondo che avranno modo di conoscere, oltre alle produzioni agroalimentari, anche la bellezza e l’accoglienza della città di Grosseto. Addetti del settore arriveranno da 14 Stati: Perù, Cina, Qatar, Messico, Russia, Turchia, Giappone, Marocco, Emirati Arabi, Stati Uniti, Germania, Polonia, Regno Unito e Taiwan.

Il cinema sarà il protagonista dell’evento collaterale che si inserisce nel programma del Maremma Wine Food Shire con il festival “DiVino Commedia” ed il Premio Mario Monicelli, promossi dalla Fondazione Grosseto Cultura, in collaborazione con Camera di Commercio, Comune e Provincia di Grosseto.

Sempre in ambito di promozione culturale, venerdì 17 maggio, al Teatro degli Industri, si svolgerà l’XI convegno internazionale dei gruppi giovanili della società “Dante Alighieri” dal tema “Identità e globalizzazione: lingua, arte e ambiente, patrimoni da tutelare e valorizzare”. L’iniziativa vedrà la partecipazione di oltre 200 giovani provenienti dai comitati della “Dante” dislocati su tutto il territorio nazionale ed estero e costituirà un’occasione di dialogo e riflessione per potenziare le presenze giovanili tra i soci della società intitolata al sommo poeta.

Maremma Wine Food Shire sarà anche Festa della Maremma, un contenitore più ampio ed ancora più ambizioso, volto allo sviluppo economico del territorio, che allarga il calendario delle iniziative dalla città agli altri comuni del territorio.

Oltre ai due assets principali, quali enogastronomia e turismo, con la Festa si vuole promuovere e far conoscere la qualità della vita in provincia di Grosseto, le sue tradizioni, i suoi paesaggi, la sua cultura, le sue eccellenze anche nel campo dell’arte.

La Festa della Maremma porta con sè un’altra vasta serie di appuntamenti, come mostre di artisti locali, visite guidate ai musei, rappresentazioni teatrali, danze popolari, gite a tema, da Semproniano a Manciano alle vie cave di Sovana, alla scoperta dei borghi più affascinanti di una terra davvero straordinaria e dalle grandi potenzialità. 

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su