Tre telecamere sul lungomare di Marina di Grosseto: “Sorvegliano la passeggiata e i parcheggi”

Tre telecamere di videosorveglianza sul lungomare di Marina di Grosseto: sono state installate e configurate e, quindi sono funzionanti, all’altezza del piazzale di via dell’Elba, di quello di via Eritrea e di via Catalani.

Avevamo promesso investimenti sulle nostre frazioni balneari – dichiara il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, eccoli: oltre a queste manutenzioni e opere di pulizia dei parcheggi e delle aree di sosta, nuova segnaletica stradale sia a Marina sia a Principina. Infine, i lavori alla Fortezza, sempre di Marina. Questo grazie ai proventi dei parcheggi e a risorse dell’amministrazione: a inizio estate c’è stato infatti un aumento delle tariffe della sosta, in linea con quelle degli altri Comuni della costa, che è servito a finanziare buona parte di questo lungo elenco di novità. Non abbiamo neanche aspettato il nuovo anno per mettere in campo interventi: il ritorno per la comunità in termini di servizi è immediato. Massima attenzione anche alla sicurezza stradale e del passaggio sul lungomare così da tutelare i pedoni, anche a seguito degli incidenti avvenuti negli ultimi giorni per il passaggio non autorizzato dei ciclisti: controlli rafforzati della pattuglia, con orario prolungato nei giorni di venerdì e sabato, e adesso anche la videosorveglianza sulla passeggiata e i parcheggi”.

L’operazione è stata portata avanti dall’assessore alla Polizia municipale Fausto Turbanti e del comandante Felice Carullo: “Stiamo dedicando grande attenzione alle nostre frazioni balneari – dichiara l’assessore Turbanti -, come annunciato a inizio estate. In questo caso le tre telecamere, di ultima generazione, riusciranno a videosorvegliare sia la parte del parcheggio sia quella della passeggiata, offrendo anche una garanzia di tutela per le attività commerciali che sorgono nelle tre zone e fornendo un utile supporto anche alle Forze dell’ordine e la Prefettura, con le quali c’è grande collaborazione. La strumentazione è collegata con la centrale della Polizia municipale e le immagini sono a disposizione della Questura e Comando provinciale dei Carabinieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top