AttualitàGrossetoIn evidenza

Integrazione e solidarietà: migranti al lavoro nel vivaio colpito dall’incendio

La solidarietà scende in campo per aiutare il vivaio Principina, colpito sabato scorso da un tremendo incendio, che ha causato ingenti danni all’azienda della famiglia Teresini.

Da questa mattina, infatti, dodici migranti, in maggioranza pakistani, della cooperativa Uscita di Sicurezza saranno impiegati all’interno del vivaio per dare un aiuto concreto e fattivo a sistemare piante, fiori ed arbusti che sono scampati alla furia delle fiamme.

Volontari vivaio Principina 2

Sempre questa mattina, il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, accompagnato dal vicesindaco Luca Agresti e dall’assessore alle politiche sociali Mirella Milli, ha compiuto un nuovo sopralluogo nell’area colpita dall’incendio ed ha ringraziato personalmente Luca Terrosi, presidente di Uscita di Sicurezza, e i 9 migranti impegnati nell’intervento di manutenzione.

Siamo di fronte ad una vera e propria catastrofe – ha sottolineato il sindaco e ringrazio la cooperativa Uscita di Sicurezza che, dopo poche ore dal tremendo incendio, ha offerto la sua disponibilità, attraverso l’impiego di 9 volontari, per dare una mano a sistemare il vivaio. Si tratta di una lodevole iniziativa di integrazione attiva e positiva“.

Si tratta di un’operazione che la legge ci consente – ha spiegato il sindaco: i richiedenti asilo sono sul nostro territorio e dobbiamo partire dal presupposto che sono in fuga dalle zone di guerra. Si possono criticare i tempi burocratici per il riconoscimento del loro status, ma il dato di fatto è che sono qui legalmente. Ovviamente, sarebbe opportuno mettere mano per snellire il percorso e invito le forze politiche a intervenire sul parlamento nazionale. Ma a chi critica il fatto che siano sul nostro territorio senza fare nulla, noi oggi rispondiamo così. È lodevole che molti abbiamo accettato di dare così il proprio contributo alla città“.

“Questa mattina (alle 10.30, ndr), avremo una riunione in Comune – ha concluso Vivarelli Colonnaper coordinare una task force per fronteggiare questo dramma che ci ha lasciati tutti sbigottiti. Sarà emanata un’ordinanza per abbattere i pini divorati dalle fiamme e pericolanti e valuteremo le misure da adottare per aiutare i proprietari del vivaio. A questo proposito, mi sono messo in contatto con il consigliere regionale Leonardo Marras per sapere se la Regione possa attivare una forma di accesso al credito per far fronte ai danni subiti dall’azienda“.

Appena saputo dell’incendio – ha dichiarato Luca Terrosi, presidente della cooperativa Uscita di Sicurezza –, è stato naturale pensare di attivarsi e chiedere la disponibilità ai ragazzi che ospitiamo che, come in altre occasioni, si sono resi subito disponibili per partecipare attivamente alla vita della comunità che li ospita“.

Volontari vivaio Principina 4Volontari vivaio Principina 3

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button