Home Follonica Depuratore, Follonica a Sinistra: “I Comuni di destra facciano pressioni al Fiora per risolvere il problema”

Depuratore, Follonica a Sinistra: “I Comuni di destra facciano pressioni al Fiora per risolvere il problema”

di Redazione
0 commento 1 views

Finalmente, come comunicato dal sindaco Benini, sono emerse le cause dei cattivi odori, assieme a gravi negligenze da parte del gestore, Acquedetto del Fiora, il quale ha modificato l’assetto di impianto in maniera sostanziale, senza comunicarlo e successivamente negando”.

A dichiararlo, in un comunicato, è Follonica a Sinistra.

“Lo stillicidio di questi mesi, con il protrarsi del cattivi odori dal depuratore comunale, è un problema serio e crea un disagio grave ai nostri concittadini e alle loro attività – continua la nota –. Coinvolge tutti, senza distinzioni di colore o appartenenza politica. Ma purtroppo, come sempre avviene, la questione viene cavalcata e strumentalizzata a fini elettoralistici, creando instabilità e un danno all’immagine della città, soprattutto in un periodo così delicato qual è la stagione balneare. Acquedotto del Fiora è una società partecipata che per il 51% appartiene ad Acea (dunque largamente a Roma Capitale, amministrata dai Cinque Stelle). Il restante 49% è suddiviso tra i vari Comuni di Siena e Grosseto. Tra questi molti sono i Comuni governati dalle destre (primi fra tutti Grosseto e Siena che da soli detengono il 11,67%)“.

“Si è perso troppo tempo, e per questo siamo d’accordo con il sindaco sulla necessità di un risarcimento economico nelle bollette dei follonichesi. Data la chiara responsabilità, chiediamo però che anche le forze politiche di destra si attivino richiedendo a queste importanti amministrazioni loro affini di fare pressione affinché una volta per tutte il problema venga risolto, senza prestarsi a sciocchi polveroni sui social che non portano a niente, se non a danneggiare ulteriormente la nostra comunità – termina la nota -. Ricordiamo, infine, che se si fosse data attuazione al risultato vittorioso del referendum sulla ripubblicizzazione della gestione dell’acqua, vinto nel 2011, molti di questi problemi, che vedono spesso contrapposti i proprietari degli impianti, i Comuni, con i gestori degli stessi, sarebbero risolti”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy