Comprensivi scolastici, Veltroni incontra i genitori: “Contrari a cedere la scuola di Braccagni, polemiche strumentali”

L’amministrazione comunale di Grosseto, nella persona dell’assessore ai Servizi educativi Chiara Veltroni, ha incontrato, insieme alla dirigente dell’istituto comprensivo Grosseto 5, i genitori dei bambini iscritti alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria di Braccagni per fare chiarezza sulla vicenda del trasferimento di quella scuola sotto Castiglione della Pescaia.

La riunione avviene adesso, dopo l’avallo della Regione Toscana al trasferimento.

I genitori hanno compreso quello che è successo ed il Comune si è reso disponibile ad accompagnarli in questo passaggio – ha spiegato Veltroni –. L’incontro è stato utile anche per capire che le polemiche sorte intorno alla vicenda erano solo strumentalizzazioni politiche esterne, condotte da sparute persone interessate più ad agitare le acque che a tutelare genitori”.

La vicenda nasce quando il Comune di Castiglione della Pescaia – per mantenere l’autonomia scolastica che richiede il numero minimo di 600 alunni previsto dalle linee guida della Regione Toscana – propose, nella riunione di settembre della conferenza zonale area grossetana, di trasferire le scuole di Braccagni (comprensivo 5 del Comune di Grosseto) sotto Castiglione. Tra l’altro, sotto la precedente amministrazione comunale di Grosseto, poiché il problema pre esisteva, anche la scuola di Marina era passata a Castiglione.

Durante i lavori della riunione di settembre, ma anche nelle riunione precedenti – continua Veltroni, la mia amministrazione si è sempre dimostrata contraria a cedere le scuole di Braccagni. Ma non solo: abbiamo anche proposto altre soluzioni che potessero sì garantire l’autonomia scolastica alle scuole di Castiglione, ma che non andassero a intaccare equilibri consolidati del nostro territorio. Preliminarmente alle operazioni di voto, i Comuni di Castiglione, Civitella, Roccastrada, Scansano si sono espressi a favore della proposta di Castiglione e solamente Campagnatico era ed è a favore degli intenti del Comune di Grosseto“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top