Costa d'argentoPolitica

Alleanza democratica: “Casamenti ha fallito, serve un nuovo modo di amministrare”

"Ci candidiamo alla guida del Comune per portarlo a competere con le realtà turistiche più avanzate"

Siamo ormai ad un anno dalla fine della legislatura e possiamo iniziare a tirare le somme dell’azione politica dell’amministrazione Casamenti“.

A dichiararlo, in un comunicato, è l’Alleanza democratica, civica e progressista.

“Ce la ricorderemo forse per le festicciole, per le costosissime lucine di Natale e per le spese allegre, ma non certo per un governo che abbia marcato una differenza nello sviluppo di Orbetello; siamo anzi in una condizione gravissima di ritardo strutturale nei confronti di territori vicini e lontani, che hanno invece investito in maniera forte sulle proprie potenzialità e che si trovano oggi sulla cresta dell’onda in quanto assolutamente attrattivi e competitivi nel settore turistico – continua la nota -. Proprio in questo campo l’amministrazione ha completamente latitato, limitando le politiche turistiche all’organizzazione di qualche sporadico evento fatto più per accontentare le personali esigenze elettorali dell’assessore delegato anziché assecondare una visione strategica e di lungo corso. Non esiste una programmazione integrata turistica, chi ha la velleità di occuparsene non sa neppure di cosa si parli. Basti pensare all’enorme quantità di soldi, mezzo milione di euro, spesa in un giorno e mezzo per l’arrivo e la ripartenza del Giro d’Italia, che nessun valore aggiunto ha lasciato agli operatori locali se non qualche narcisistica foto degli amministratori, delle quali avremmo fatto tutti a meno“.

“E proprio di valore aggiunto è necessario parlare quando si affronta il tema dei lavori pubblici. Quale valore aggiunto hanno prodotto i pochi e casuali interventi pubblici che hanno riguardato più che altro la manutenzione ordinaria? Quale opera strategica per il Comune di Orbetello è stata pianificata e programmata? Niente di più e niente di diverso rispetto a quello che aveva pianificato la scorsa amministrazione, perdendo anzi tempo nell’esecuzione delle opere: la ciclabile della Giannella è ancora al palo, la scuola di Albinia partirà con un ritardo di ben 5 anni dal progetto definitivo, il parco dell’ex idroscalo lasciato al completo abbandono, la piscina diventata ormai una presa in giro, la tragicomica gestione dei ripascimenti delle spiagge, finanziati dalla Regione Toscana con appalti eseguiti su due anni diversi a causa degli imbarazzanti ritardi e la conseguente ‘cacciata’ dalle spiagge a stagione inoltrata, qualche strada riasfaltata qua e là e nulla di più – continua il comunicato -. Il regolamento urbanistico scaduto nel 2016 è ancora in alto mare e, nelle intenzioni, anche se siamo abbastanza certi che non vedrà mai la luce, il nuovo piano operativo nasce già vecchio nei contenuti e nelle forme tanto che se malauguratamente divenisse operativo, ingesserebbe per altri dieci anni il territorio Orbetello. La stessa ingessatura che quest’amministrazione ha prodotto rinnovando, senza apportare le necessarie e doverose modifiche, la convenzione per la pesca in laguna, con i pescatori di Orbetello, vanificando la possibilità di attuare un vero progetto di sviluppo, sia economico che ambientale del nostro patrimonio lagunare, nel prossimo futuro“.

“Per queste motivazioni e per la consapevolezza che Orbetello abbia bisogno di uno scatto in avanti, di proiettarsi nel futuro, l’Alleanza civica e democratica ha iniziato il suo percorso – prosegue la nota –. Un’alleanza che affonda le sue radici nelle attuali componenti di opposizione, ma che si è già aperta ed è disponibile ad aprirsi ancora alle molteplici realtà civiche, politiche e associative che si oppongono all’attuale amministrazione. La nostra è un’alleanza che ha come faro la volontà di costruire un percorso che dia una prospettiva lunga ad Orbetello, che affronti le questioni strategiche che sono aperte, in particolare quelle che riguardano il lavoro, con particolare riferimento a quello giovanile, la questione ambientale, quella della sviluppo che sia contemporaneamente sostenibile e moderno. Riteniamo che sarebbe una sciagura per Orbetello continuare a volare basso come sta facendo ora l’attuale amministrazione: esultare continuamente per un po’ di asfalto in qualche strada è la cifra di un modo di amministrare che non potrà che portare Orbetello ad una progressiva regressione. Noi invece ci candidiamo alla guida del Comune per portarlo a competere con le realtà turistiche più avanzate e per diventare il Comune leader nel sud della provincia per la gestione dei processi politici e strutturali che riguardano la nostra comunità”.

“Neppure la crisi di questa emergenza terribile sembra apportare modifiche nel modus operandi di questa amministrazione, ma non si può ignorarne gli effetti devastanti che esploderanno subito dopo l’estate: per questo riteniamo necessario l’istituzione di un fondo dedicato e una strategia per fronteggiare la disoccupazione, valutando ad esempio la possibilità di affidare a giovani disoccupati il controllo delle spiagge libere – termina il comunicato -. Nei prossimi giorni l’Alleanza civica e democratica organizzerà, compatibilmente con le norme di distanziamento sociale attuali, degli incontri per favorire la partecipazione e per consolidare il percorso già avviato. Casamenti prenda atto non solo della delusione che ha infuso nei cittadini, ma sopratutto del suo evidente fallimento“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button