GrossetoIn evidenzaPolitica

Verso le amministrative: bagno di folla per Matteo Salvini

A Grosseto c’è un sindaco di peso, che il 5 giugno farà una bella sorpresa a Matteo Renzi e alla Boschi. Dobbiamo vincere per riprenderci le chiavi di casa nostra“.

Con queste parole Matteo Salvini ha arringato la folla, arrivata in piazza del Sale per ascoltare il discorso del leader della Lega Nord.

Di fronte ad una piazza gremita, che lo ha acclamato con il coro “Ruspa, ruspa“, affiancato da Antonfrancesco Vivarelli Colonna, da Mario Lolini, capolista della Lega Nord alle prossime elezioni amministrative, dai consiglieri regionali Claudio Borghi e Manuel Vescovi, Salvini ha affrontato numerosi aspetti della vita politica attuale, gettando uno sguardo anche sulle prossime elezioni nel capoluogo maremmano.

“Una piazza come questa mi riempie di soddisfazione – ha spiegato Salvini, tutta questa gente dimostra quanto sia palpabile il desiderio di cambiamento. Spesso, chi ascolta i miei comizi viene additato come cattivo, ma sono convinto che oggi, qui, ci sia tanta gente che fa del volontariato; persone buone, ma che non sono fesse“.

Quindi, Salvini ha affrontato il tema dell’immigrazione: “Le porte per chi fugge dalla guerra, specialmente i bambini e le donne, sono sempre aperte – ha sottolineato, ma non per i clandestini. In Italia, un disabile percepisce una misera pensione di 300 euro mensili, mentre un immigrato ha il pranzo e la cena garantiti tutti i giorni. Bisogna aprire gli occhi e capire che l’immigrazione è una miniera d’oro per le cooperative rosse“.

Per quanto riguarda l’occupazione, il leader del Carroccio ha spiegato che “la legge Fornero ha rovinato milioni di italiani: gli anziani non possono più andare in pensione, mentre i giovani faticano a trovare lavoro. Intanto, anche a Grosseto ci sono clandestini che sono mantenuti dallo Stato e non fanno niente dalla mattina alla sera“.

L’8 maggio saremo in tutte le piazze italiane per celebrare la Festa della mamma – ha continuato Salvini, perchè questa figura è alla base della famiglia. Un sindaco sostenuto dalla Lega, come nel caso di Vivarelli Colonna, deve saper tutelare la famiglia, costituita dall’unione naturale tra un uomo e una donna“.

Salvini poi ha parlato del recente caso che ha visto alcune maestre di un asilo nido maltrattare i bambini della struttura grossetana: “Chi mette le mani addosso ai piccoli – ha sottolineatodeve andarsene dalla città per molto tempo, io darei queste persone in mano ai genitori dei bambini. Bisogna utilizzare le telecamere negli asili affinchè certe situazioni non si verifichino più“.

In merito alla legittima difesa, il leader del Carroccio ha precisato: “Domani in Parlamento presenteremo una proposta di legge per cancellare l’eccesso di legittima difesa. Inoltre, ci vuole maggiore tutela per chi indossa una divisa“.

Infine, Salvini ha lanciato un appello agli elettori: “Il nostro avversario principale a Grosseto sarà l’astensionismo. Tanta gente ormai non crede più nel cambiamento e ha smesso di votare. I grossetani dovranno essere bravi a convincere queste persone perchè il 5 giugno ci sarà davvero la possibilità di cambiare le cose. Vivarelli Colonna rappresenta il mondo agricolo, il settore trainante dell’economia che dà lavoro a molte persone. Proprio per questo, per la sua onestà e la sua lealtà, merita di diventare il sindaco di Grosseto“.

Ringrazio Matteo Salvini, ma soprattutto questa gente che è presente oggi in piazza – ha dichiarato un emozionato Vivarelli Colonna -. Questa folla è la dimostrazione che stiamo lavorando bene, che siamo sempre più forti ed uniti. Nell’aria c’è sempre più profumo di vittoria“.

Cinque anni fa abbiamo combattuto ed abbiamo perso con onore – ha aggiunto Mario Lolini. Quest’anno, invece, siamo sicuri della vittoria e tutta questa gente dimostra che governeremo Grosseto“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button