Pubblicato il: 19 Marzo 2013 alle 23:21

Cultura & Spettacoli

Tutto pronto per la quarta edizione di “Giardini di marzo”, la fiera dedicata al florovivaismo

Un appuntamento dedicato a chi ha il pollice verde e agli amanti della natura, ma anche ai più piccoli e alle famiglie che desiderano passare una giornata a contatto con fiori e piante, con un pensiero rivolto agli appassionati del cicloturismo e ai diversamente abili.

Si tratta della quarta edizione di “Giardini di marzo”, la Mostra mercato del florovivaismo, delle attrezzature e del giardinaggio, che si svolgerà dal 22 al 24 marzo al Centro fiere del Madonnino, a Braccagni.

Oltre alla tradizionale ed ormai consueta esposizione di fiori e piante, la manifestazione sarà impreziosita ogni giorno da una serie di talk-show che si svolgeranno in un’apposita area; inoltre, sarà allestita una vera e propria fattoria didattica per i bambini, al cui interno saranno offerte degustazioni di cinta senese e pecorino toscano, mentre gli studenti dell’Istituto tecnico Agrario Leopoldo II di Lorena saranno i protagonisti di alcuni laboratori in cui spiegheranno ai visitatori le tecniche di rinvaso delle piante e di innesto degli ortaggi.

L’inaugurazione ufficiale di “Giardini di Marzo” è prevista per le 10.30 di venerdì prossimo, anche se la manifestazione aprirà al pubblico già a partire dalle 9 e alle 9.30 sarà organizzato un convegno della Asl 9 sulla prevenzione dei rischi nei vivai in serra.

Nel corso della stessa mattinata, alle 11, si svolgerà la premiazione dei lavori didattici del concorso “Frutti, ortaggi, e fiori di stagione”, a cui hanno preso parte le classi quinte delle scuole elementari di Grosseto.

Si preannuncia di grande interesse il talk show sul futuro della pineta di Marina di Grosseto, organizzato dal Comune di Grosseto sempre venerdì prossimo, alle 16, e potranno stimolare la curiosità dei visitatori il laboratorio sulle piante della salute, che si svolgerà sabato, e quello sulle piante depurative, in programma domenica prossima.

La giornata di sabato sarà dedicata in special modo ai disabili, grazie alla collaborazione con la Fondazione Il Sole, per continuare il trend di solidarietà tracciato anche negli scorsi eventi targati Grosseto Fiere.

Domenica, “Giardini di Marzo” offrirà al proprio pubblico gli appuntamenti clou dell’intera tre giorni.

Alle 9.30, prenderà il via il tour cicloturistico intorno alla campagna maremmana, che passerà lungo il Castello di Pia Tolomei e visiterà il museo dell’azienda vinicola Zonin.

Alle 17, si terrà la premiazione del concorso del miglior allestimento della fiera, a cui parteciperanno le aziende che esporranno all’interno dell’area.

Alle 17.30, il gran finale della Mostra mercato, con l’estrazione dei tagliandi distribuiti al pubblico femminile presente in fiera durante il weekend e la consegna dei premi alle tre fortunate vincitrici di questa originale lotteria, a cui saranno assegnate tre stupende composizioni floreali.

“Giardini di Marzo” si estende per un totale di 20mila metri quadri di area espositiva, con 14 gazebo, 3 tensostrutture e un padiglione, oltre ad un parcheggio da 6mila posti auto. Il costo del biglietto sarà di 7 euro e all’interno del Centro fiere saranno allestiti anche un bar ristoro, una tavola calda e una pizzeria.

Gli espositori saranno 75, 9 in più rispetto alla passata edizione, di cui 39 appartenenti al mondo del vivaismo, con un aumento di 10 unità rispetto alla manifestazione del 2012.

I partecipanti arriveranno in parti uguali sia dalla provincia di Grosseto che dal resto d’Italia.

Questo incremento di partecipanti rispetto alla passata edizione – afferma Riccardo Breda, presidente di Grosseto Fiere – dimostra che il settore del florovivaismo suscita una viva attenzione da parte degli esperti del settore. Nonostante la crisi economica globale, l’ambito del vivaismo crede ancora nella promozione, sa mettersi in gioco e continua ad investire”.

I laboratori tecnici che abbiamo organizzato – spiega Carlo Pacini, direttore di Grosseto Fiere – sono un evento che si pone l’obiettivo di coinvolgere il pubblico attraverso prove pratiche, nel corso delle quali i visitatori potranno imperare a curare le piante. E’ inoltre importante sottolineare come ‘Giardini di Marzo’ sia l’unica manifestazione dedicata al florovivaismo che si svolge all’interno di un’area espositiva così grande”.

A questo proposito – conclude Pacini -, è giusto considerare il Centro fiere come un fiore all’occhiello delle infrastrutture presenti nella nostra provincia, anche se non viene sfruttato al massimo per le potenzialità che potrebbe offrire. Se aumentassero gli investimenti anche da parte della Regione, ‘Giardini di Marzo’ avrebbe tutte le carte in regola per diventare l’appuntamento di riferimento per tutti gli esperti del florovivaismo del centro Italia”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su