“I luoghi del tempo”: torna il festival alla scoperta della Maremma nascosta. Il programma

Al via la settima edizione de “I luoghi del tempo”, festival che sta riscuotendo un sempre crescente successo di pubblico grazie al suo format innovativo che valorizza luoghi inconsueti e poco noti della Maremma. Incontri con intellettuali, scrittori, artisti, attori, musicisti e giornalisti animano orizzonti e angoli suggestivi che fanno da scenario a passeggiate, concerti, reading, interviste: occasioni uniche per conoscere e vivere in modo significativo, grazie a una nuova modalità di fruizione, la ricchezza di un territorio straordinario.

“I luoghi del tempo” è nato nel settembre 2012 da una collaborazione tra Rete museale della Provincia di Grosseto, AdArte Spettacoli srl e Pro loco Follonica. È nella filosofia del progetto il desiderio di unire arte, teatro, narrazione, musica e prodotti tipici del territorio, in contesti inediti, ricchi di storia e di fascino. Luoghi carichi di bellezza che non vengono stravolti, ma animati da proposte che ne rispettano la delicatezza ambientale e artistica. Al tramonto, senza strutture o macchinerie che possano snaturarli, in questi paesaggi preziosi si apre all’ascolto un dialogo tra arte, storia, natura e sapori.

 Luoghi poco conosciuti che vengono restituiti al tempo presente grazie anche a questo festival che propone grandi nomi del panorama nazionale e giovani artisti, incoraggiandone la collaborazione e favorendo il coinvolgimento di realtà locali. La complementarità dei vari generi è una caratteristica del Festival che unisce, spesso in una sola serata, narrazione, musica (classica, jazz, elettronica, popolare) e arte scenica; gli spettacoli sono in genere preceduti da incontri o passeggiate in compagnia di attori e scrittori che raccontano storie del territorio, recitano testi o condividono esperienze artistiche.

Il Festival nel corso degli anni ha ospitato Paolo Poli, Giorgio Albertazzi, Sergio Staino, Federico Rampini, Moni Ovadia, Marco Baliani, Violante Placido, Franco Cardini, Daniela Morozzi, Enrico Fink, Giorgio Tirabassi, Paolo Sassanelli, Maurizio Geri, Massimo Carlotto, Ginevra di Marco, Ascanio Celestini, Theo Teardo, Peppe Voltarelli, Marco Vichi, Anna Meacci, David Riondino, Giuseppe Cederna, Dario Vergassola, Lorenzo Degl’Innocenti, Valentino Corvino, Tomaso Montanari, Achille Ochetto, Ricky Gianco, Rodolfo Lacquaniti e molti altri.

Durante le serate, in collaborazione con alcune aziende locali di eccellenza, sono organizzati assaggi di prodotti tipici, anch’essi parte integrante della cultura del territorio.

I luoghi visitati nelle passate edizioni – per citarne solo alcuni – sono scavi archeologici romani ed etruschi a Talamone, Vetulonia, Scansano, Sorano (Poggio Murella); siti di archeologia industriale come Terra Rossa di Scarlino, la miniera Marchi a Ravi (Gavorrano); monumenti medievali come le mura di Massa Marittima, le rovine di San Bruzio (Magliano in Toscana), Castello pisano di Buriano (Castiglione della Pescaia); il ghetto ebraico di Pitigliano, il Granaio Lorenese di Alberese, il sito archeologico etrusco in località Poggiotondo (Scarlino), la miniera di Niccioleta (Massa Marittima), il sito rupestre in località San Rocco (Sorano), Tenuta La Pescaia a Sticciano scalo e il Castello di Montemassi (Roccastrada), Puntone località Terrarossa (Scarlino), Casa Rossa Ximenes (Castiglione della Pescaia), il Giardino d’arte contemporanea Viaggio di Ritorno (Buriano) e molti altri.

“I luoghi del tempo” 2017 (in programma il 2, il 3, il 4, l’11 e il 17 giugno) torna ad aprire l’estate. Stazioni di questo nuovo viaggio nella Maremma inconsueta sono la Cripta di Giugnano a Roccastrada, i luoghi di Italo Calvino a Castiglione della Pescaia, il Parco comunale di Montieri, il Fonte del canalino a Scarlino.

Tra i protagonisti: Antonio Rezza, Flavia Mastrella, Stefano Ordini, Paolo Hendel, Briganti della Maremma, Guido Catalano, Tommaso Novi (Gatti Mézzi), Jacopo Fo, Enrico Fink.

Infine, un extrafestival alla Tenuta La Pescaia (località Sticciano scalo, Roccastrada): una serata speciale dedicata a Giorgio Albertazzi con Serena Autieri, Mariangela D’Abbraccio, Laura Marinoni, Ornella Vanoni, Musica da ripostiglio, Stefano ‘Cocco’ Cantini.

“Festival nomade nato con lo scopo di valorizzare luoghi poco conosciuti della provincia di Grosseto, ‘I luoghi del tempo’ coinvolge quest’anno i Comuni di Castiglione della Pescaia, Montieri, Roccastrada e Scarlino. In questi territori, in cui abbondano angoli suggestivi, ricchi di storia e ‘storie’, si incontrano musicisti, attori, scrittori, ricercatori, giornalisti, per conversare tranquillamente o condividere le emozioni delle varie narrazioni artistiche – spiega il direttore artistico Lorenzo Luzzetti -. All’insegna del tempo ritrovato, con frettolosa lentezza e con il minimo allestimento, al tramonto per non stravolgere l’equilibrio dei luoghi, si vuole ritrovare quella Maremma lontana dai clamori estivi e dalle folle di un turismo fin troppo invadente”.

“È con grande piacere che ospitiamo la settima edizione dei ‘I luoghi del tempo’, più che un Festival, una vera esperienza, in collaborazione tra i Comuni di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Roccastrada, Montieri, Parco nazionale delle Colline Metallifere, Regione Toscana e Ad Arte Spettacoli. I protagonisti di questa esperienza saranno luoghi inediti, paesaggi incontaminati, emergenze storiche e culturali ancora poco conosciute – sottolinea Arianna Picci, assessore alla cultura del Comune di Scarlino -. La compagnia, in questo viaggio di parole e suoni di grandi interpreti, oltre che dai sapori della nostra terra, renderà tutto ancora più suggestivo. Un invito a scoprire insieme questa parte di Maremma che rappresenta le nostre radici, una terra magica, ma reale, che ci auguriamo potrete conservare a lungo nei vostri ricordi e nel vostro cuore”.

“Il festival ‘I luoghi del tempo’ rappresenta, fin dalla prima edizione, un’occasione per riscoprire il territorio attraverso la cultura, la musica e soprattutto la sua storia. Gli appuntamenti in compagnia di artisti, scrittori e musicisti di livello ospitati in luoghi spesso rimasti nell’ombra e poco conosciuti anche dalle comunità locali, offrono infatti l’opportunità di riscoprire il patrimonio storico e artistico di un territorio ricco di fascino e di storia, oltre che di cultura e sapori enogastronomici da non perdere – dichiara Emiliano Rabazzi, presidente della Rete delle biblioteche e archivi di Maremma -. La Rete delle biblioteche e archivi di Maremma ė lieta di essere ancora una volta tra i soggetti sostenitori del festival insieme ai Comuni di Scarlino, Castiglione della Pescaia, Montieri e Roccastrada e al Parco Nazionale delle Colline Metallifere. Non resta che augurare buon divertimento a tutto il pubblico che vorrà cogliere l’occasione di questa bella rassegna, sostenuta e patrocinata anche dalla Regione Toscana a ulteriore testimonianza del suo valore sociale e culturale”.

Il programma

Venerdì 2 giugno, cripta di Giugnano – Roccastrada (Agriturismo San Guglielmo):

  • ore 18.30: incontro con Antonio Rezza (attore, drammaturgo) e Flavia Mastrella (scenografa, scrittrice) che presentano il libro Clamori al vento, e con Giulia Marrucchi (storica dell’arte), Emilio Guariglia (giornalista);
  • ore 19.30: assaggi prodotti tipici locali a cura di Slow Food Monteregio;
  • ore 20.00: concerto dei Briganti di Maremma (musica popolare toscana).

Sabato 3 giugno, I luoghi di Italo Calvino – Castiglione della Pescaia:

  • ore 18.30: passeggiata con Paolo Hendel (attore) che rilegge Italo Calvino, e con Patrizia Guidi (Direttore Biblioteca Italo Calvino), Roberto Incerti (giornalista);
  • ore 19.30: assaggi prodotti tipici locali;
  • ore 20.00: concerto di Stefano Ordini (pianoforte).

Domenica 4 giugno,  Parco Comunale – Montieri:

  • ore 18.30: passeggiata con Guido Catalano (poeta) che parla dei suoi libri con Alessandro Agostinelli (scrittore, giornalista), Alessandra Casini (direttore del Parco Minerario delle Colline Metallifere), Arianna Briano (archeologa);
  • ore 20.00: assaggi prodotti tipici locali;
  • ore 20.30: recital di Tommaso Novi (Gatti Mèzzi)

Domenica 11 giugno,  Fonte del canalino – Scarlino:

  • ore 19.00: passeggiata con Jacopo Fo (attore, scrittore) che parla del libro La dimostrazione chimica dell’esistenza di Dio e con Paolo Tozzi (astrofisico), Marco Bizzarri (responsabile Porta del Parco Minerario), Stefano Adami (scrittore, saggista);
  • ore 20.00: In principio, storia in musica della creazione del mondo con Enrico Fink (flauto, voce), Giancarlo Schiaffini (trombone), Marcella Carboni (arpa). In collaborazione con Rete Toscana Ebraica;
  • ore 21.00: assaggi di cucina ebraica preparati da Dream Chef di Stefano Bellini e dallo chef Jean Michel Carrasso (partecipazione a pagamento con prenotazione euro 10,00)
  • ore 21.30: La cosmologia, conversazione e osservazione del cielo a cura di Paolo Tozzi  (Osservatorio Astrofisico di Arcetri – Firenze)

Sabato 17 giugno, Tenuta La Pescaia – Roccastrada (località Sticciano scalo)*

  • ore 20.00: Festa per Giorgio, una serata dedicata a Giorgio Albertazzi con Serena Autieri, Mariangela D’Abbraccio, Laura Marinoni, Ornella Vanoni, e con “Musica da ripostiglio” (Luca Pirozzi, Luca Giacomelli, Emanuele Pellegrini, Raffaele Toninelli), Gianluca Casadei (fisarmonica), Alessandro Golini (violino) e Stefano ‘Cocco’ Cantini (sassofoni, tastiere)

* 17 giugno Festa per Giorgio ingresso a pagamento euro 20,00.

Prevendita circuito regionale Box Office (www.boxol.it)

2 3, 4, 11 giugno: ingresso gratuito con prenotazione. Info e prenotazioni: Pro Loco Follonica tel. 0566 52012 info@prolocofollonica.it

I protagonisti

Antonio Rezza e Flavia Rastrella dal 1987 hanno realizzato tredici opere teatrali rappresentate nei maggiori teatri italiani e all’estero; estratti di queste opere sono stati trasmessi da RAI, Canale 5, TMC, Italia uno. Hanno vinto numerosi premi nei maggiori festival nazionali della comicità e di teatro, tra cui il prestigioso Premio UBU nel 2013.

Diplomato in musica elettronica e regia cinematografica, Stefano Ordini, compositore e grande virtuoso del pianoforte, ha spesso accostato la sua creatività musicale a cinema e televisione, creando colonne sonore e progetti speciali.

Paolo Hendel si è dedicato con successo a cinema, televisione e teatro. Carcarlo Pravettoni è il suo fortunato personaggio nato a fine anni ‘90 negli studi di Mai dire gol, protagonista anche del libro “Come truffare il prossimo ed essere felici” scritto con Francesco Borgonovo, caporedattore di Libero. Sempre nei panni di Pravettoni partecipa all’edizione 2012/13 de La gabbia, condotto su La7 da Gianluigi Paragone. Nel 2017 ha debuttato con lo spettacolo Fuga da via Pigafetta, scritto con Gioele Dix.

Briganti di Maremma. Un gruppo folkloristico di giovani che si presenta con un repertorio di canzoni popolari maremmane e toscane; un progetto che pone l’ attenzione sulle antiche tradizioni, i vecchi mestieri e l’ interazione con le giovani generazioni.

Guido Catalano, scrittore e poeta, editorialista per Il Fatto Quotidiano, collaboratore di Smemoranda, animatore della trasmissione radiofonica Caterpillar, è seguitissimo sui social e reduce da una trionfale tournèe teatrale.

Tommaso Novi, fondatore con Francesco Bottai dell’apprezzatissimo gruppo pisano di swing Gatti mèzzi (Premio Ciampi 2007, Premio satira di Forte dei Marmi 2016), presenta il suo spettacolo-concerto da solista Se mi copri rollo al volo. Scrittore, attore, disegnatore, fondatore della Libera Università di Alcatraz e convinto ecologista, Jacopo Fo, dopo le prime collaborazioni giovanili con i genitori (Dario Fo e Franca Rame), ha sviluppato con successo la propria creatività in  molti settori pubblicando, tra l’ altro, oltre 30 libri.

In principio nasce dalla collaborazione tra Enrico Fink (laureato in fisica, musicista e attore, tra i principali esponenti della cultura ebraica in Italia), Giancarlo Shiaffini (laureato in fisica, trombonista di fama internazionale che vanta prestigiose collaborazioni, da John Cage a Luigi Nono) e Marcella Carboni (unica arpista italiana nella classifica di Musica Jazz); un insolito trio musicale tra tradizione di lettura cantata e linguaggi contemporanei.

Festa per Giorgio. Amiche e colleghe di Giorgio Albertazzi si ritrovano per un concerto-spettacolo dedicato al Maestro nel luogo da lui molto amato. Le accompagnano i musicisti di ‘’Musica da ripostiglio’’ (quartetto reduce da trionfali tournèe teatrali con Pierfrancesco Favino), Gianluca Casadei (fisarmonica) e Stefano ‘’Cocco’’ Cantini (sassofoni, tastiere).

I luoghi

Giugnano. Il complesso archittettonico romanico-lombardo di San Salvatore di Giungano ha una lunga storia  (dal IX al XVI secolo) fatta spesso di mistero e di scomparsa ma rimane agli occhi di tutti una viva testimonianza del fascino e della bellezza della terra di Toscana.

Castiglione della Pescaia. Il borgo medievale di Castiglione affascinò Italo Calvino a tal punto che decise di passare tutte le sue estati nella vicina pineta di Roccamare. Dal suggestivo cimitero dove riposa accanto all’amico Carlo Fruttero, al piazzale interno del Castello pisano (poi restaurato a fine ’800 da Lorenzo Porciatti), un itinerario in ricordo del grande scrittore.

Parco Comunale Montieri. La canonica di San Niccolò (XII secolo), vicino a Montieri, è l’unico esempio di chiesa esapetala (a sei absidi) in Toscana. Attorno alla chiesa si sviluppò, fino al XIII secolo, un’area artigianale legata ai giacimenti di argento di cui sono visibili tracce nei pressi del Parco Comunale.

Scarlino. Prima dominio degli Aldobrandeschi, poi Pisano ed infine dello Stato di Piombino (fino al 1830), Scarlino è un borgo medievale ricco di storie, tra cui quella di una fiorente comunità ebraica scomparsa nel XVII secolo.

Tenuta La Pescaia. Inizialmente proprietà della nobile famiglia senese Piccolomini, La Pescaia passò nel 1522 per testamento alla famiglia Tolomei che ancora vi risiede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top