Pubblicato il: 12 Giugno 2016 alle 21:25

GrossetoPolitica

Verso il ballottaggio, Mascagni: “Gori e Vivarelli Colonna fanno accordi alle spalle dei cittadini”

In queste ore abbiamo assistito ad uno scambio di messaggi tra Vivarelli Colonna e Giacomo Gori del Movimento 5 Stelle. Con l’offerta palese al M5S di prebende minori in Comune, in cambio di voti al ballottaggio. Offerta sostanzialmente accolta da Gori con l’apprezzamento di Vivarelli Colonna“.

A dichiararlo è Lorenzo Mascagni, candidato a sindaco di Grosseto per la coalizione di centrosinistra.

“Spettatori passivi dello scambio i cittadini la cui opinione è vincolante solo quando fa comodo. Aldilà di ogni ragionevole dubbio, un accordo tra vertici di due partiti nel più vecchio stile spartitorio – spiega il candidato. Gori è ansioso di riprendersi un pezzettino della scena, anche contro ogni principio del Movimento, e Vivarelli è a proprio agio nei panni del capo che ignora i suoi sudditi. Sullo sfondo, un po’ più in là, l’accordo tra Meloni e Salvini a Roma, del quale lo scambio andato in scena a Grosseto è la logica subordinata. Nella Capitale, infatti, la signora Raggi non disdegna il voto della destra fascista di Alemanno, della Meloni e dei razzisti di Salvini, pur di conquistare il Campidoglio. Concludendo, un patto tra il ‘diavolo e l’acqua santa’ che ha un unico collante: ottenere un pezzo di potere negli Enti locali“.

“Un po’ poco, invero, ma poi si vedrà. Intanto si mettono in cantina radici di libertà, partecipazione, antifascismo, democrazia e trasparenza. Il sempre ostentato bene della comunità può attendere – conclude Mascagni. Nel frattempo, io continuo il mio cammino in mezzo alla gente. Spiego le nostre idee e proposte, ascolto e apprendo. Tenendo ben saldi i pilastri su cui abbiamo costruito il nostro programma per Grosseto: sobrietà, premura, partecipazione, sincerità, fiducia. È su queste basi che chiedo il voto ai miei concittadini, senza violenza e accordi di potere. Io ben piantato in questa città“.

Tag
Mostra di più

Un commento

  1. Egregio sig. Mascagni,
    le scrivo queste parole che vorrei fossero recepite più dall’uomo che dal candidato sindaco, figura questa che vedo alquanto confusa, ogni giorno di più.
    Queste sue esternazioni riguardo allo scambio di messaggi amichevoli tra Gori e Vivarelli Colonna mi sembrano un tantino esagerate nei toni, soprattutto quando tira in ballo la destra fascista ( aggettivo che di solito il popolo della sinistra adopera quando non ha altri argomenti ), a tal proposito le vorrei ricordare che della sua coalizione faceva parte anche la lista di riferimento del sig. Giovanni Lamioni, il quale, in un’intervista subito dopo la notizia della sua discesa in campo affermò che lui in gioventù aveva votato Almirante e il suo Movimento Sociale. Le chiedo allora come possa giustificare questa incongruenza che mi pare paradossale, ” si guardano i rugi e non si vedono i travi”? Cordialmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su