Costa d'argentoEconomia

Confesercenti: “Lavori alla stazione inopportuni, commercianti lasciati all’oscuro”

Sono partiti questa mattina, ad Orbetello, i lavori di asfaltatura di alcune strade e del piazzale della stazione ferroviaria del comune lagunare.

«La scelta del Comune di comunicare su Facebook l’avvio di lavori così importanti come quelli che coinvolgono anche la stazione, ad Orbetello Scalo, ci lascia perplessi», afferma Enrico Tellini, responsabile della zona sud per la Confesercenti.

«Non sappiamo come sarà svolto il lavoro, si sa solo data d’inizio ed importo – spiega Tellini -. L’amministrazione non parla né di logistica, né di crono programma. Alcuni esercenti commerciali si interrogano quali possano essere le ripercussioni per il loro lavoro. Nei cartelli che sono stati posti non c’è infatti traccia della fine dei lavori».

«Ovviamente è bene che il Comune faccia lavori di manutenzione – prosegue Tellini –, quello che ci lascia perplessi è la scelta di non coinvolgere nessuno nella programmazione, e di non darne comunicazione tempestiva agli esercenti che si trovano nella zona, specie perché, di fatto, non c’è una viabilità alternativa. Il disagio (parcheggi, rifornimenti, autobus Tiemme, taxi…) sarà evidente ed inevitabile, soprattutto in un momento in cui avvertiamo, per effetto della buona stagione e del favorevole trend turistico costiero, una ripresa degli arrivi e partenze nella nostra stazione principale, con positiva ricaduta economica».

«Sarebbe stato opportuno informare tutti tempestivamente. Come sappiamo la biglietteria ferroviaria è chiusa da anni, alla vendita dei biglietti provvede solo un esercizio commerciale privato che sarà toccato dal cantiere. Alcuni treni sono stati soppressi, e non c’è alcuna logistica per chi viene o va in bicicletta. Ricordiamo anche che gli esercenti commerciali devono rispettare le norme anti-Covid, e questo, di per sé, rallenta ogni cosa ed il settore commerciale ne è fortemente colpito. Almeno non aumentiamo i disagi, proprio in questo momento. Come già detto – prosegue Tellini i lavori sono una cosa positiva, ma farli nel mese di luglio, quello di maggior affluenza turistica, senza una preventiva comunicazione ai diretti interessati, senza cioè dare tempo per un’opportuna organizzazione, ci sembra, quantomeno, intempestivo».

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button