Pubblicato il: 28 Aprile 2013 alle 22:06

Cultura & Spettacoli

La Fiera del Madonnino da l’arrivederci al 2014 con un’altra giornata caratterizzata da un boom di visitatori

La Fiera del Madonnino ha chiuso i battenti con un’altra giornata caratterizzata da un’ottima affluenza di pubblico.

Il bilancio della manifestazione è in perfetta sintonia con le ottimistiche previsioni della vigilia, che sono state confermate da un primo consuntivo stilato a “caldo” dagli organizzatori.

A testimonianza del successo ottenuto dalla fiera i positivi commenti rilasciati dagli espositori, da sempre fulcro ed anima dell’iniziativa.

Riccardo Breda, presidente di Grossetofiere, sottolinea l’importanza dell’avvenimento per il tessuto economico del territorio: “Non vi è dubbio che la Fiera del Madonnino rappresenti un’opportunità unica per tante aziende di raggiungere in un lasso di tempo limitato un vasto e variegato pubblico, come indiscussa e attraente è la possibilità che viene offerta al consumatore di approfittare di prezzi vantaggiosi su un’offerta particolarmente ampia in diversi settori”.

“Ma tutto questo non rende marginale la necessità costante di rinnovamento della manifestazione e la creazione di nuovi contenuti che la possano rendere ogni anno più appetibile. – continua BredaEsempio è stato l’iniziativa di quest’anno legata alla zootecnia che, grazie alla collaborazione dell’Associazione nazionale allevatori bovini italiani ha portato in Maremma un evento di caratura nazionale e che ha visto una larga partecipazione di pubblico. Molto interessanti e seguiti sono stati anche i talk show legati al vino, all’olio e al pecorino toscano”.

“Grossetofiere – conclude Bredaproseguirà su questa strada con un progetto in cui vedrebbe con soddisfazione coinvolti anche enti ed associazioni del territorio che, unendo forze e conoscenze, potrebbero dar vita ad eventi capaci di creare valore per il territorio”.

La fiera si è chiusa con le premiazioni dei migliori esemplari degli allevamenti nazionali che hanno partecipato alla Mostra della razza chianina.

Alla cerimonia erano presenti il presidente di Grossetofiere, Riccardo Breda; l’assessore provinciale Enzo Rossi e quello comunale Giancarlo Tei; il presidente della Camera di Commercio, Gianni Lamioni, e i vertici locali, regionali e nazionali delle associazioni di categoria.

Inoltre, l’importante premiazione ha visto la partecipazione del presidente dell’Associazione nazionale allevatori italiani da carne, Domenico Romanini; del direttore e del presidente dell’Associazione regionale allevatori della Toscana, Claudio Bovo e Roberto Nocentini; del presidente di Coldiretti Toscana, Tullio Marcelli, e di Maggy Abbott, figlia del presidente dell’Associazione allevatori del Nevraska.

La Fiera del Madonnino da quindi appuntamento a tutti i visitatori al 2014, per un’edizione che si preannuncia ancora più ricca di contenuti rispetto a quella appena conclusa.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su