FollonicaPolitica

Donna aggredita a martellate, Fratelli d’Italia: “Governo moralmente colpevole”

Il fatto di cronaca accaduto a Follonica l’altra notte, dove una donna con il nipotino è stata aggredita senza alcun motivo e ferita a martellate, come sembrerebbe da una prima ricostruzione da un extracomunitario, deve far riflettere e riporta alla luce il dilagante problema che attanaglia non solo la nostra provincia, ma tutta Italia, che è quello legato ai flussi migratori e alla sicurezza“.

A dichiararlo sono Fabrizio Rossi, coordinatore regionale, Bruno Ceccherini, responsabile provinciale, e Agostino Ottaviani, presidente del circolo di Follonica di Fratelli d’Italia.

La gestione della sicurezza proprio a Follonica, con la convocazione da parte del Prefetto del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica – commentano da Fratelli d’Italia, era stata affrontata nemmeno 24 ore prima ed ecco che proprio nella cittadina del golfo si registra un altro grave episodio da parte di questo delinquente. Sono anni che il nostro partito porta avanti la lotta contro l’immigrazione selvaggia e incontrollata. Ad oggi, sono oltre 19mila gli sbarchi di migranti avvenuti in Italia da inizio anno, con persone che non hanno il diritto di rimanere nel nostro Paese. Tutto questo, oltre che ai problemi legati all’integrazione, provoca gioco forza rischi legati alla sicurezza. E questo accaduto a Follonica sicuramente rientra tra questi“.

“Noi di Fratelli d’Italia siamo a favore del blocco navale alle frontiere marittime, siamo per il rimpatrio dei clandestini e siamo favorevoli per uno spiegamento massiccio di forze dell’ordine laddove, come a Follonica, il fenomeno della clandestinità e dello spaccio di sostanze stupefacenti è più evidente e marcato che in altri luoghi”, concludono Fabrizio Rossi, Bruno Ceccherini e Agostino Ottaviani.

La mia solidarietà e vicinanza alla donna di 69 anni di Follonica aggredita a colpi di martello, davanti ai suoi nipotini, da un immigrato 34enne originario del Burkina Faso“.

Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e coordinatore della Direzione nazionale di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli: “Siamo di fronte all’ennesimo episodio di violenza di cui sono moralmente colpevoli le forze politiche immigrazioniste, Pd e Movimento 5 Stelle, che continuano a favorire l’invasione di migranti nella nostra nazione. E’ mai possibile che i ministri Lamorgese e Cartabia non abbiano nulla da dire? Cosa deve succedere per ottenere un segnale da parte del Governo Draghi contro l’immigrazione incontrollata e gli atti di violenza compiuti dagli stranieri?“.

Ora – conclude Cirielli, se i giudici applicassero, ma non lo fanno mai, il tentato omicidio, la pena base sarebbe inferiore a quella che, invece, vorrebbero infliggere agli agenti della Polizia Penitenziaria per aver preso a schiaffi e manganellate i detenuti, 16 anni contro 12. Questo doppiopesismo è davvero un oltraggio alla Costituzione”.

“È sconcertante quanto avvenuto a Follonica la notte scorsa, dove una 69enne è stata presa a martellate da un extracomunitario. La sicurezza è alla base della convivenza civile. Per noi di Fratelli d’Italia è indispensabile, per la sinistra un optional. Chi entra nel nostro Paese deve sapere che non verranno tollerati atti di violenza, di prevaricazione, di non rispetto delle nostre tradizioni, dei nostri anziani. Serve una politica immigratoria seria. È finita l’epoca del buonismo, questa è l’ennesima dimostrazione che il sistema di gestione dell’immigrazione della sinistra ha fallito. Basta con la politica delle porte aperte, serve il blocco navale che Fratelli d’Italia invoca da anni, subito“, dichiara Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button