Pubblicato il: 31 Luglio 2018 alle 15:55

AttualitàCastiglione della PescaiaFollonica

“Spiagge sicure”, in arrivo fondi contro il commercio abusivo a Follonica e Castiglione: ecco i progetti

Questa mattina, nell Palazzo del Governo, il Prefetto, Cinzia Torraco, il presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, Riccardo Breda, ed i sindaci dei Comuni di Castiglione della Pescaia e di Follonica, Giancarlo Farnetani e Andrea Benini, alla presenza del Questore, Domenico Ponziani, dei Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri, Carlo Bellotti, e della Guardia di Finanza, Antonio Del Gaizo, hanno sottoscritto i protocolli d’intesa per la prevenzione ed il contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione discendenti dalla direttiva del Ministro dell’Interno Salvini “Spiagge sicure – Estate 2018” del 6 luglio scorso

I protocolli d’Intesa recepiscono infatti i contenuti della richiamata direttiva con la quale il Ministro dell’Interno – nell’ attribuire un ruolo di rilievo ai Comuni e, nell’ambito di questi, in virtù delle specifiche competenze e della capillare conoscenza del territorio, alle Polizie locali – ha deciso di riservare una quota delle risorse del Fondo unico giustizia ad esso assegnate per il finanziamento di progettualità di rilievo proposte dai Comuni che, nel rispetto di alcuni specifici indicatori connessi alla loro vocazione turistica, hanno presentato apposita istanza, corredata da un progetto finalizzato al rafforzamento dell’ordinaria attività posta in essere nella lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, o all’attivazione di iniziative di carattere straordinario rivolte allo stesso fine, anche con la promozione di campagne d’informazione dei cittadini.

I progetti presentati dai Comuni di Castiglione della Pescaia e Follonica, con l’individuazione delle aree del territorio comunale interessato, l’indicazione dei mezzi e del personale, sono stati prima valutati – con esito positivo – in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza Pubblica e successivamente trasmessi al Ministero dell’interno – Dipartimento della Pubblica sicurezza, che li ha ritenuti congruenti con le finalità della direttiva del Ministro e, nei limiti del finanziamento previsto, li ha finanziati per l’importo di 50.000 euro ciascuno.

I protocolli d’intesa che sono stati sottoscritti oggi recepiscono pertanto le singole progettualità di carattere straordinario presentate dai due Comuni.

Il progetto del Comune di Castiglione della Pescaia prevede:

1. l’assunzione di 4 agenti della polizia municipale con compiti esclusivi di contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione delle merci, con presidio diffuso sugli arenili, nelle strade di accesso e nelle aree pinetate;

2. l’implementazione nella promozione della campagna di informazione, già avviata con la collaborazione della Camera di Commercio, rivolta ai cittadini/clienti, con il contributo delle imprese balneari e delle loro associazioni, anche attraverso la divulgazione di materiale predisposto per una informazione capillare sui rischi dell’incauto acquisto, che determinerà interventi sanzionatori anche nei confronti degli acquirenti;

3. l’acquisto di 2 quad, 1 mezzo leggero elettrico per utilizzo in aree Apu e Ztl, dove il fenomeno delle vendite abusive è presente, e 1 mezzo fuoristrada per il perlustramento e il presidio delle spiagge e delle pinete.

Il progetto del Comune di Follonica prevede:

1. il potenziamento dei turni di presenza del personale della Polizia municipale sul litorale e sull’arenile;

2. l’acquisto di 1 autoveicolo/autocarro con cassone aperto (tipo pick up) da utilizzare per trasporto e trasferimento merce sequestrata;

3. l’implementazione della campagna informativa presso gli stabilimenti balneari, già avviata con la collaborazione della Camera di Commercio, anche attraverso la realizzazione di totem comunicativi da collocare presso il mercato settimanale e nelle piazze ed aree all’aperto, diretta al potenziale consumatore poiché sia informato che l’acquisto di merce da venditori irregolari o l’acquisto di merce contraffatta comporta l’applicazione di pesanti sanzioni amministrative e/o penali e aiuta il diffondersi della criminalità, con la realizzazione di apposita cartellonistica che lanci messaggi brevi e chiari (tipo spot);

4. la creazione di pattuglie dedicate anche in borghese al controllo per meglio definire i luoghi da dover controllare, per poi svolgere sopralluoghi presso gli ambienti individuati, chiedendo la collaborazione delle altre Forze di Polizia presenti sul territorio;

5. l’acquisto di due cellulari con connessione internet da dare agli agenti della Polizia municipale, per la creazione di un apposito gruppo WhatsApp di soggetti “amici” individuati soprattutto tra coloro che lavorano e presidiano l’arenile e il lungomare (gestori stabilimenti, addetti al salvataggio, ecc.) o tra gli operatori del mercato settimanale, per segnalazioni tempestive e interventi mirati.

La conclusione dei progetti è stata fissata dal Ministero al 15 settembre 2018.

L’abusivismo commerciale provoca danni sia allo Stato che hai cittadini – spiega il Prefetto Cinzia Torraco ed è in aumento durante la stagione estiva, soprattutto sulle spiagge, quando la presenza di turisti sul litorale è più massiccia. In precedenza, con la Camera di commercio della Maremma e del Tirreno abbiamo fatto una campagna di sensibilizzazione verso i cittadini per scongiurare l’acquisto di prodotti contraffatti. Adesso, grazie al progetto ‘Spiagge sicure’, il Ministero dell’Interno darà un finanziamento a 54 Comuni italiani, fra cui Follonica e Castiglione della Pescaia, per rafforzare il contrasto all’abusivismo commerciale“.

“Il bando del Ministero era riservato ai Comuni sotto ai 50mila abitanti, non capoluoghi di provincia, che raggiungono le 500mila presente turistiche all’anno – continua il Prefetto -. I Comuni riceveranno un finanziamento di 50mila euro dopo aver presentato un progetto per contrastare l’abusivismo commerciale. Grazie a questa iniziativa, sarà supportata la Polizia locale e ringrazio la Camera di commercio perchè è sempre in prima fila per combattere questo fenomeno“.

L’abusivismo commerciale è una forma di economia sommersa, che provoca sfruttamento – sottolinea il sindaco di Follonica, Andrea Benini -. E’ un fenomeno che viviamo quotidianamente ed è particolarmente diffuso sulle spiagge, dove vengono allestiti veri e propri mercati. A Follonica stiamo puntando molto sulla comunicazione per sensibilizzare i cittadini, spiegando che è un reato acquistare merce contraffatta“.

Parte del finanziamento del Ministero sarà utilizzata per rafforzare questa campagna di comunicazione – continua Benini, mentre con altri fondi acquisteremo un pick up per la Polizia municipale. Inoltre, individueremo nuovi vigili urbani per consolidare la prevenzione dell’abusivismo e potenziare le pattuglie“.

Dal 2015 abbiamo attivato dei servizi per combattere l’abusivismo commerciale – dichiara il sindaco di Castiglione della Pescaia, Giancarlo Farnetani -. Abbiamo assunto tre vigili urbani per controllare le spiagge e abbiamo messo in campo una capillare campagna di comunicazione nei confronti di residenti e turisti. Il 10 luglio scorso abbiamo assunto quattro agenti stagionali di Polizia municipale, che prenderanno servizio da domani, e tre di loro monitoreranno le spiagge. L’abusivismo commerciale non è svolto dai migranti che arrivano sulle nostre coste, ma da persone che ormai sono radicate sul territorio e che hanno anche il permesso di soggiorno. E’ necessario spezzare la catena che provoca questa economia illegale, partendo dal sensibilizzare gli acquirenti sui rischi che corrono a comprare merce contraffatta”.

Grazie ai fondi del Ministero, acquisteremo due quad, dato che la nostra costa è molto estesa e raggiunge la lunghezza di 28 chilometri, con tanti tratti di spiaggia libera – aggiunge Farnetani -. Inoltre, nel 2019 doteremo la Municipale di un pick up nell’ambito del progetto ‘Castiglione sicura’“.

Ringrazio la Prefettura per aver contribuito a questo progetto – dichiara il presidente della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno, Riccardo Breda, i Comuni e le forze dell’ordine. Da anni combattiamo contro l’abusivismo, cercando di prevenire il fenomeno, ma non è facile, perchè i cittadini continuano ad acquistare merce contraffatta. Bisogna iniziare a multare anche gli acquirenti ed educare alla legalità residenti e turisti per tutelare le imprese che lavorano onestamente”.

Nei primi mesi dell’estate 2018 abbiamo già messo in atto numerosi sequestri – sottolinea il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Antonio Del Gaizo -. Puntiamo a disarticolare la filiera che rifornisce i commercianti abusivi. Interagiamo spesso con la Polizia municipale perchè è in grado di fornirci numerose informazioni sul territorio in cui opera. Nel 2017 abbiamo sequestrato 670mila articoli contraffatti, mentre quest’anno la cifra ha già sfondato il tetto di 10 milioni di oggetti contraffatti“.

Il rispetto della legalità deve essere bifronte – aggiunge il questore Domenico Ponziani, sia da parte del venditore che dell’acquirente. I progetti presentati dai Comuni di Follonica e Castiglione della Pescaia sono dei veri e propri investimenti per la sicurezza“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su