Pubblicato il: 27 Marzo 2015 alle 18:55

CronacaIn evidenza

Gira in auto con due coltelli, passaporto e patente falsi: denunciato

Aveva ottenuto la carta di identità, il codice fiscale e la tessera sanitaria, tutti documenti necessari per la sua permanenza in Italia, utilizzando un passaporto falso, ma è stato scoperto e denunciato.

Il protagonista della vicenda, accaduta ieri, è un uomo originario dell’est Europa.

Tutto è nato da un consueto controllo messo in atto sul territorio dalla Polizia Municipale, durante il quale è stato fermato un cittadino straniero alla guida di un’auto con targa italiana.

Quando l’uomo ha mostrato la patente agli agenti, questi ultimi si sono accorti che il documento, rilasciato dalle autorità lituane, era privo dei codici antifalsificazione e, quindi, era contraffatto.

A quel punto, la Polizia Municipale ha segnalato il fatto alla Procura della Repubblica di Grosseto, che ha incaricato la squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di proseguire le indagini, insieme alla Municipale stessa.

La perquisizione

Quindi, le forze dell’ordine hanno perquisito l’auto e l’abitazione dell’uomo: questa operazione ha consentito di ritrovare due passaporti, sui quali era presente la stessa foto, ma erano riportati dati anagrafici diversi. Il primo, risultato falso, era stato rilasciato dallo stato lituano, l’altro dalle autorità ucraine.

Inoltre, nell’auto l’uomo aveva nascosto 2 coltelli, la cui detenzione è proibita, mentre in casa aveva un pugnale della lunghezza di 30 centimetri, anch’esso detenuto illegalmente. Le armi sono state sequestrate insieme ai passaporti.

Sempre nel corso della perquisizione, all’interno dell’abitazione i poliziotti hanno incontrato un altro uomo extracomunitario che, da successivi accertamenti, è risultato non in regola con il permesso di soggiorno.

Le denunce

Per questo motivo, l’uomo è stato denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio italiano, mentre l’altra persona è stata denunciata per sostituzione di persona, false attestazioni ad un Pubblico Ufficiale e detenzione abusiva di armi.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su