GrossetoIn evidenza

La F.C. Grosseto: “Troppa burocrazia per il rilascio di un’autorizzazione, rischiamo di giocare in un altro stadio”

La F.C. Grosseto intende informare la stampa e i tifosi che negli ultimi giorni sono sorti alcuni problemi con gli uffici comunali relativi al rilascio a titolo definitivo dell’Autorizzazione temporanea per attività di spettacolo o intrattenimento (Art. 68 T.U.L.P.S. R.D. 18/06/1931 n.773).

La mancata concessione di tale autorizzazione pregiudicherebbe l’utilizzo dello stadio “Zecchini” per le gare interne della F.C. Grosseto e implicherebbe la necessità della disputa delle partite a porte chiuse o lo spostamento su altri campi.

Si precisa, inoltre, che la scrivente società ha preso in carico uno stadio con gravissime e penalizzanti problematiche fino ad allora non risolte, come dimostrato dal verbale della Cpv del 28 agosto2015, e che la stessa società si è attivata celermente, a proprie spese quale parte diligente, dimostrando all’amministrazione comunale disponibilità, responsabilità e sensibilità civica per far sì che la squadra potesse disputare le proprie partite nello stadio cittadino alla presenza del pubblico e dei tifosi – si legge in un comunicato della società biancorossa. La società ha tentato, tenta e tenterà con tutte le proprie forze e competenze di non cadere nell’italico dramma di dovere essere costretta a concentrare le proprie migliori risorse ed energie esclusivamente in un quotidiano ed estenuante dialogo con una pubblica amministrazione concepita come entità astratta a compartimenti stagni non dialoganti tra loro, anziché concentrarsi al raggiungimento dei prioritari traguardi sportivi, gli unici obiettivi di una società sportiva“.

La speranza, l’impegno e la rinnovata disponibilità della società sono tutti diretti a trovare/creare/inventare tutti insieme le rinnovate basi per un proficuo rapporto di collaborazione con una pubblica amministrazione che consideri la nostra squadra come un bene della città da preservare e tutelare nel pieno rispetto delle leggi, delle diverse competenze e dei ruoli – continua il comunicato. Si precisa infine che il presente comunicato non intende essere mezzo di strumentalizzazione, ma solo di informazione nei confronti dei nostri abbonati: la società, infatti, non ritiene accettabile l’opzione della disputa delle partite a porte chiuse ed è in corso di accertamento la possibilità di giocare la prossima gara casalinga presso lo stadio ‘Artemio Franchi’ di Siena o lo stadio ‘Giovanni Fattori’ di Civitavecchia“.

Continua a leggere

Commenti

  1. Drammatizzare la situazione come tende a fare il comunicato della Dirigenza dell’ Fc Grosseto non serve a nessuno tanto meno all’Fc Grosseto. I problemi anche complessi si affrontano e si risolvono con il buon senso e lo spirito di collaborazione.Nel caso dello Stadio Zecchini per esempio non credo sia necessario ricorrere a rimedi drastici quale la partita a cancelli chiusi o il trasferimento in altre localita’.Se il pro blema prioritario sta presumibilmente nella sicurezza delle tribune metalliche di curva Nord si fa un pianto e un lamento ma subito dopo si chiudono temporaneamente solo suddette tribune e si fanno con urgenza i lavori di riadeguamento a norma.

  2. Insomma quello che voglio dire e’ che se vi sono problemi di sicurezza in generale non è necessario chiudere totalmente lo stadio ma nell’emergenza si può comunque intervenire a stralci secondo un ordine di priorità. E se le tribune metalliche della curva Nord costituiscono il problema prioritario si chiudono quelle e ci si avviano i lavori di messa in sicurezza. I ragazzi della curva nord insieme alle loro bandiere biancorosse ovviamente non possono essere lasciati fuori dallo stadio e potrebbero essere sistemati nella curva sud tradizionalmente riservata agli ospiti ma quasi sempre semivuota quest’anno nelle partite in casa dell’ FC Grosseto per le difficoltà di partecipazione insite nelle trasferte lontane e difficoltose di questo campionato di serie D del girone G da parte dei tifosi delle squadre Sarde o delle località del sud Lazio. Si tratterebbe allora di trovare un adeguato spazio riservato e protetto appunto per quelle poche decine di tifosi ospiti, ma questo non credo che sia un problema irrisolvibile in uno stadio della capienza complessiva dello Zecchini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button