Notizie dagli Enti

Pedonalizzazione al via dal primo agosto. Carosi: “Nessun disagio per i residenti”

L’assessore comunale Arsenio Carosi commenta l’incontro sulla pedonalizzazione del centro storico di Grosseto a cui hanno partecipato l’associazione “Amici del centro storico di Grosseto” e il gruppo Facebook che si oppone al provvedimento:

La riunione sul tema della pedonalizzazione ha avuto un esito diverso da quello apparso attraverso le parole di qualche partecipante – dichiara Carosi -. Al netto del bisogno di visibilità e del gusto di polemizzare, si è dovuto prendere atto della ragionevolezza delle soluzioni messe in campo. Le opinioni dei critici sono state ascoltate, rispettate e considerate, sempre tenendo conto di un voto della maggioranza del Consiglio comunale. Molti punti sono stati dunque chiariti e momenti di partecipazione e verifica congiunta sono stati programmati, partendo dalla fase di avvio e fino alla conclusione della sperimentazione. Tale sperimentazione non è stata confermata per arroganza, dunque, ma perché il Comune vive di democrazia rappresentativa e non di democrazia diretta/plebiscitaria: i firmatari si sono dimostrati consapevoli di tutto questo”.

Quello che è stato deciso dall’amministrazione è semplicemente che, nei fine settimana e limitatamente al periodo primo agosto – 31 ottobre, piazza Pacciardi, piazza del Sale e il tratto di via Mazzini che va da Porta Corsica a piazza del Sale, vengono parificate alla condizione pedonale di Corso Carducci, con chiusura totale dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20 – spiega l’assessore -. Proprio quello che qualcuno dice essere mancato è invece una colonna del provvedimento. L’accesso dei residenti e degli operatori, di carico-scarico non cambia. La vita delle attività economiche non cambia. I residenti possono entrare nel centro come oggi: semplicemente, quelli che non dispongono di garage o parcheggio riservato e non trovano posto negli stalli di via Saffi, via Mazzini, via Colombo e via Andrea da Grosseto potranno sostare gratuitamente (con la P di residenti) negli stalli a pagamento di tutta la cinta muraria. A loro è anche concesso il beneficio, per la seconda e terza auto di famiglia, di sconti negli abbonamenti per gli stessi parcheggi a pagamento. Insomma, la differenza, se ci sarà, potrà riguardare, per qualche residente, il ‘disagio’ di sostare in un luogo diverso, ma prossimo, rispetto a quello abituale. Tutto il resto resterà immutato e confermato secondo la regimazione attuale, a parte le auto degli enti che, nei fine settimana, vengono portate fuori dal centro”.

Il questionario che verrà reso disponibile a residenti e non, per rilevare i giudizi e gli esiti rispetto alla sperimentazione, potrà magari rafforzare le tesi dell’una o dell’altra parte, ma il catastrofismo basato sul niente non aiuta nessuno – conclude Carosi: né chi crede che dal cambiamento sortiranno dei benefici scontati, né chi attribuisce ad esso disagi o conseguenze negative del tutto estranee alle misure contenute nella delibera di Giunta”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button