Castiglione della PescaiaNotizie dagli Enti

Castiglione, ecco il nuovo radar meteorologico: sarà in grado di prevedere in anticipo l’allerta meteo

Martedì 29 settembre si terrà a Castiglione della Pescaia il convegno “La rete osservativa regionale per il nuovo sistema di allertamento di Protezione Civile“, organizzato dal Consorzio LaMMA in collaborazione con il Comune di Castiglione della Pescaia.

Il convegno rappresenta l’evento finale del progetto Proterina-Due, finanziato nell’ambito del programma Italia-Francia “Marittimo 2007-2013” e incentrato sulla previsione dei rischi naturali, sia dal punto di vista del monitoraggio e della modellazione degli eventi che come gestione dell’emergenza e dell’informazione alla cittadinanza.

Abbiamo accolto con grande favore l’installazione – spiega il vicesindaco di Castiglione della Pescaia, Elena Nappi -. Visti gli eventi metereologici che si sono abbattuti sul nostro territorio negli ultimi anni, crediamo che questa rete di previsione di rischi naturali sia una forma di prevenzione efficace per il monitoraggio delle emergenze e un sistema puntuale per una tempestiva informazione. Questo sistema di prevenzione ed informazione ci consentirà inoltre di prevedere con anticipo utile le condizioni metereologiche capaci di provocare allerta“.

La linea d’azione che ha coinvolto il LaMMA, e di cui si parlerà nel convegno, ha riguardato il potenziamento della rete di osservazione toscana attraverso l’acquisto di nuovi strumenti e sensori per il monitoraggio ambientale.

Sarà infatti presentato il nuovo radar meteorologico in banda X, recentemente installato a Castiglione della Pescaia proprio grazie a Proterina-Due, che, insieme a quelli già presenti a Livorno e all’Isola d’Elba, garantirà la copertura di tutta la costa toscana. Si tratta di radar di ultima generazione, che permettono l’osservazione di fenomeni precipitativi con elevate risoluzioni spaziali e temporali, soprattutto su scala locale, e rispondono alla necessità di ampliare la rete osservativa della Regione Toscana sul mare, da dove proviene la maggior parte delle precipitazioni che interessano la regione.

Nello spirito del progetto, i radar entreranno a far parte del “mosaico radar transfrontaliero”, in cui confluiranno i dati di tutti i partner, garantendo così il monitoraggio di un’ampia area del Tirreno tra Toscana, Sardegna, Corsica e Liguria.

Durante la giornata saranno inoltre illustrate le novità introdotte grazie a Proterina-Due nella rete osservativa della Regione Toscana, gestita dal Centro funzionale regionale, che è stata integrata e potenziata grazie all’acquisto di diversi strumenti di misura e sensori (nivometri, idrometri, …).

Infine, si parlerà del nuovo sistema di allertamento regionale che, grazie al progetto, si è arricchito di nuovi strumenti per le sale operative territoriali (radio, server) in grado di assicurare le comunicazioni anche in assenza di rete telefonica e/o internet e migliorare il flusso informativo della Protezione civile.

L’incontro sarà ospitato nella sala del Consiglio comunale di Castiglione della Pescaia dalle 9.30 alle 13 ed è aperto a tutti gli interessati.

Per informazioni sul progetto e sui partner, è possibile consultare il sito ufficiale di Proterina-Due al link http://www.proterina.eu/

Programma

Ecco, nel dettaglio, il programma del convegno:

  • ore 10: saluti istituzionali;
  • ore 10.15: presentazione del progetto Proterina-Due – Interviene Eva Trasforini della Fondazione Cima;
  • ore 10.40: “La rete radar metereologica regionale” – Interviene Andrea Antonini del Consorzio Lamma;
  • ore 11.30: “La nuova rete osservativa della Regione Toscana” – Interviene Enzo Di Carlo del Servizio idrologico regionale;
  • ore 12: “Nuovo sistema di allertamento regionale e gli strumenti utilizzati” – Interviene Paolo Covelli della Protezione Civile Regione Toscana;
  • ore 12.30: “Il nuovo PC Italia-Francia ‘Marettimo’ e le nuove opportunità di finanziamento – Autorità Unica di Gestione”;
  • ore 12.50: chiusura dei lavori – Interviene Bernardo Gozzini del Consorzio Lamma.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button