Pubblicato il: 9 Ottobre 2019 alle 16:52

Cultura & SpettacoliGrosseto

Incontri, eventi e mostre sul tema “La forza della parola”: torna la “Settimana della Bellezza”

La "Settimana della Bellezza" 2019 avrà inizio sabato 19 e si concluderà domenica 27 ottobre

“La forza della parola”: è tratto dall’omonima lettera scritta dai vescovi toscani in occasione del primo anniversario della visita di papa Francesco a Barbiana, il tema della quarta edizione della “Settimana della Bellezza”, un insieme di eventi, incontri, testimonianze, forme d’arte per indagare il valore della parola oggi. La parola che accarezza e quella che avvelena, che unisce o che separa, che fa bene o che graffia, che costruisce o offende.

La “Settimana della Bellezza” 2019 avrà inizio sabato 19 e si concluderà domenica 27 ottobre.

La parola è stata posta dal vescovo Rodolfo al cuore del cammino della Chiesa di Grosseto in questo nuovo anno pastorale. “In continuità col tema dello scorso anno, il volto, quest’anno facciamo un passo in più – spiega il vescovo Rodolfoperché quando si intravede un volto poi si desidera conoscerlo e la parola è il mezzo con il quale un volto si rivela, dice la sua storia, i suoi sentimenti e ciò che la persona desidera nel profondo. Aprirsi alla parola con intensità, ci spalanca le porte per accogliere la Parola con la maiuscola, perché sia nella bocca e nel cuore, abiti le nostre scelte, vesta di novità i nostri sguardi: su questo tempo, sul nostro territorio, sulle persone”.

Le collaborazioni

La “Settimana della Bellezza” è organizzata dall’Ufficio per la pastorale culturale della Diocesi. L’ufficio, diretto da don Roberto Nelli, vede il diretto coinvolgimento di alcuni laici e anche di altri uffici diocesani. In particolare, l’ufficio scuola-Irc; l’ufficio di pastorale giovanile; l’ufficio comunicazioni sociali. Con la Diocesi, altro organizzatore, è la Fondazione Crocevia con sede a Milano. La “Settimana” vede, poi, la co-organizzazione di Comune di Grosseto e la collaborazione del quotidiano Avvenire con la sua rivista mensile Luoghi dell’Infinito, il cui ideatore e coordinatore è Giovanni Gazzaneo, che è anche presidente anche di Fondazione Crocevia, e infine del Polo Universitario Grossetano.

“La nostra settimana culturale – spiega don Roberto Nelli, direttore dell’ufficio cultura della Diocesi – vuole, come la lettera dei vescovi toscani, ‘ruotare intorno alla centralità della parola, riletta nelle sue dimensioni costruttive e distruttive’ e il suo percorso ‘si snoda lungo una serie di approfondimenti sulla parola’. Una parola che sarà contemplata e rifletteremo sulla parola che stupisce, emoziona, che è bellezza, alla parola che fa uguali. Insomma, la ‘Settimana della Bellezza’ ci aiuterà a riscoprire il fascino della parola, uno dei principali strumenti che rendono possibile la comunicazione umana, quella relazione che aiuta a conoscersi, a fare amicizia, a superare le incomprensioni e i pregiudizi. La forza della parola può veramente cambiare il mondo”.

“La ‘Settimana della Bellezza’ è occasione di incontro, di riflessione, di festa, è un dialogo tra le arti: poesia, musica, fotografia, cinema, teatro. È un momento offerto alla città e alla Chiesa di Grosseto con un’attenzione particolare ai giovani, grazie alle iniziative a loro dedicate e al loro essere protagonisti. Saranno i giovani, infatti, a guidarci nella mostra dedicata al grande fotografo Elio Ciol e nei percorsi del museo diocesano d’arte sacra. Ma la ‘Settimana’ è soprattutto l’invito ad un cammino, con un tema che ogni anno ci viene offerto. Il cammino che ci viene chiesto è di riacquistare quello sguardo che avevamo da bambini e che spesso è andato perduto, che sa vedere in noi stessi, negli altri e nel mondo la bellezza, il bene e il vero che ci costituiscono e che sono origine e fine di ogni cosa. E la ‘Settimana’ è soprattutto, per ciascuno di noi, un cammino di fede”, dichiara Giovanni Gazzaneo, presidente di Fondazione Crocevia e coordinatore di Luoghi dell’Infinito, che anche quest’anno dedica buona parte del numero di ottobre al tema della “Settimana”.

Gli sponsor

Un evento tanto articolato e corposo quale è la “Settimana della Bellezza” richiede anche un lavoro attento nel coinvolgimento di sponsor che, legandosi alla manifestazione, ne sostengano anche economicamente l’impegno di fare della cultura un veicolo prezioso di evangelizzazione e di pastorale. Oltre, dunque, all’impegno diretto della Diocesi e di Fondazione Crocevia, anche questa edizione della “Settimana della Bellezza” vede il coinvolgimento diretto della Fondazione Bertarelli e della Fondazione Giovanni Paolo II. Accanto ai due main sponsor, altre importanti realtà che, a vario titolo, sostengono la “Settimana”: Consorzio di Tutela Pecorino Toscano Dop; Hotel Granduca; Venator; Nuova Solmine; Conad; Termotech; Latte Maremma; Port Crouesty di Fabio Parronchi; Castello ColleMassari; Camping Village Cielo Verde; Farmacia La Rugginosa; Aurelia Antica Multisala e Aurelia Antica Shopping Center; Guadagnoli; azienda Val di Toro, Panificio artigianale Il Fornino della Cooperativa sociale Il Timone, assicurazione Cattolica; Centro Estetico Edonè; Mobilificio Bianchi; libreria Paoline, ristorante L’Uva e il Malto; Scuola Permanente dell’Abitare.

Il Codice amiatino

Lo scorso anno per contemplare il volto del “più bello tra i figli dell’uomo”, la Diocesi ebbe il privilegio di accogliere una copia del Volto Santo di Manoppello. Quest’anno per contemplare la parola, sarà esposta in cattedrale la copia anastatica del Codice amiatino o Bibbia amiatina, la più antica copia manoscritta conservata integralmente della Bibbia nella sua versione latina, redatta da san Girolamo, di cui si ritiene sia anche la copia più fedele. L’originale è custodito a Firenze alla Biblioteca laurenziana, la copia anastatica che sarà esposta in Duomo proviene da Abbadia San Salvatore, proveniente dall’abbazia del SS. Salvatore, dove è ritornata nel 2000.

Le voci

Da Enzo Bianchi a padre Bernardo Gianni; da don Marco Frisina a madre Cristiana Maria Dobner; da Lorella Ronconi a Marco Tarquinio, Davide Rondoni, al cardinale Tolentino de Mendonca. E’ davvero ricco il ventaglio di personalità che hanno accettato l’invito della Diocesi ad arricchire con la loro presenza questa quarta edizione della “Settimana della Bellezza”.

Quest’anno la lectio magistralis sul tema della “Settimana della Bellezza 2019” è affidata a fratel Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, volto noto, prolifico scrittore di testi dalla profonda spiritualità. Bianchi terrà la sua meditazione sabato 19 ottobre in cattedrale alle 16.30. Titolo dell’incontro “E Dio vide che era bello”.

Domenica 20 ottobre la presenza a Grosseto di madre Cristiana Maria Dobner, carmelitana scalza nel monastero di Concenedo di Barzio (Lecco). Un dottorato in Teologia orientale, un master in Teologia ecumenica; dopo la specializzazione all’estero, è entrata tra le Carmelitane Scalze. Traduce dal tedesco, inglese, francese, spagnolo, olandese, ebraico, russo. Ha scritto saggi e ricerche bibliche e spirituali. Collabora con numerose riviste, testate e l’agenzia Sir. La religiosa alle 17, in cattedrale, terrà un incontro dal titolo “Basta essere donna perché mi cadano le ali”, frase di santa Teresa di Gesù.

La “Settimana” dedica spazio anche al mese missionario, che quest’anno papa Francesco ha posto sotto una particolare luce. E così lunedì 21 ottobre, alle 18, in sala Friuli, Monica Mondo, giornalista di Tv2000 e autrice di “Dove solo l’anima arriva”, intervisterà padre Mario Ghezzi, missionario e direttore del centro Pime di Milano. Molto atteso anche l’appuntamento serale, lo stesso giorno, agli Industri: “Brucia la voglia di vivere” è il titolo dato all’incontro tra Monica Mondo e Lorella Ronconi, nostra poetessa grossetana, conosciuta per il suo forte impegno sociale e civile. Sempre il 21 ottobre, ma al mattino (10) alla Chelliana sarà presentato in anteprima il libro del grossetano Giorgio Bonfiglioli dedicato alla figura del canonico Chelli, che tanto ha rappresentato per la nostra città.

Imperdibile anche la giornata di mercoledì 23 ottobre: un omaggio a Mario Luzi. Alle 18, in Sala Friuli, padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte a Firenze, predicatore degli ultimi esercizi spirituali di quaresima al Papa e alla Curia romana, terrà l’incontro “Si fabbricano ali per il volo in questa officina”: vita in Cristo, vita di bellezza.

La sera, alle 21, uno “spettacolo” che per Grosseto sarà davvero una perla: in cattedrale sarà letta la Passione di Cristo, testo poetico di Mario Luzi, a cura di Paolo Andrea Mettel, con l’intervento di Pino Tufillaro, mentre l’artista Marco Nereo Rotelli realizzerà, all’interno del duomo, una installazione luminosa che sarà davvero un momento di forte intensità emotiva. L’opera si estenderà anche all’esterno, con la proiezione della poesia “Bellezza” scritta sempre da Luzi, trasformando, così, piazza Duomo in una pagina di poesia luminosa.

Il pomeriggio di giovedì 24 ottobre, la “Settimana” accoglierà il neo cardinale Josè Tolentino Calaca de Mendonza, archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa. “Discepoli della bellezza” il titolo dell’incontro che si concluderà con la preghiera.

All’interno della “Settimana” 2019, poi, un evento nell’evento: la presenza a Grosseto, per un fine settimana, di mons. Marco Frisina, conosciutissimo compositore e biblista. Invitato dall’ufficio liturgico diocesano per una tre giorni liturgica, Frisina terrà un incontro la sera del 25 ottobre in cattedrale: “Il canto nuovo: la musica nella liturgia cristiana”, mentre sabato 26 ottobre dirigerà i cori della diocesi, che animeranno la Messa delle 18 trasmessa in diretta dalla cattedrale su Tv9 e presieduta dal vescovo Rodolfo. Infine, domenica 27 ottobre, alle 16, sempre in Duomo, mons. Frisina chiuderà la “Settimana della Bellezza” con la conferenza “La forza e la bellezza della parola nell’espressione musicale”.

La “Settimana”, poi, accenderà i riflettori su un aspetto di attualità: la parola in rapporto alle intelligenze artificiali. Il tema sarà indagato dal francescano p. Paolo Benanti, docente di etica, bioetica ed etica delle tecnologie. La mattina p. Paolo incontrerà gli studenti nell’aula magna del Polo universitario; il pomeriggio alle 16.30 terrà un incontro aperto a tutti in sala Friuli.

Il teatro e il cinema

Non poteva mancare il teatro come linguaggio artistico che per antonomasia mette al centro la parola. E così ospite della quarta edizione della “Settimana della Bellezza” sarà Michele La Ginestra con “M’accompagno da me”, un vero one-man-show sul palco del teatro degli Industri, la sera di venerdì 25 ottobre. La mattina La Ginestra incontrerà, sempre in teatro, gli studenti.

In “M’accompagno da me” Michele La Ginestra continua a giocare con il palcoscenico, che si trasforma in una cella del carcere, nella quale vedremo passare avvocati, detenuti, personaggi improbabili, tutti legati da un unico comun denominatore: i reati previsti dagli articoli del codice penale. Nonostante la reclusione, lo spettacolo riserva momenti di rara comicità, di gioiosa spensieratezza ed anche di riflessione. Lo spettacolo, per la regia di Roberto Ciufoli (ex Premiata ditta) è stato nel calendario della stagione 2016/2017 del Sistina.

L’ingresso è a offerta fino a esaurimento posti. I biglietti per assistere allo spettacolo (massimo due a persona) saranno disponibili dal 19 ottobre alla Libreria Paoline.

Infine il cinema. Per indagare il tema della parola, è stata scelta la pellicola “Quasi nemici. L’importante è avere ragione” di Yvan Attal. La sera del 22 ottobre proiezione alla multisala Aurelia Antica aperta a tutti, la mattina del 23 ottobre per gli studenti. Entrambi i momenti saranno coordinati da Alessio Brizzi, docente di storia dell’arte e esperto di cinema. Giovedì 24 ottobre, invece, il cinema Stella ospiterà l’iniziativa “La parola che manca”, con la proiezione di alcune opere finaliste della VI edizione del Siloe Film Festival 2019 dedicato al tema “Realtà”. Introdurrà Fabio Sonzogni, che del SiloeFilmFestival è il direttore artistico.

La preghiera

Anche l’edizione 2019 della “Settimana della Bellezza” avrà al cuore la preghiera. La giornata di giovedì 24 ottobre sarà dedicata all’ascolto della Parola grazie alla presenza della Fraternità monastica di Gerusalemme da Firenze. Nate dal processo di rinnovamento scaturito dal Concilio Vaticano II, su iniziativa del Cardinal Marty, allora arcivescovo di Parigi, e del Padre Pierre-Marie Delfieux, le Fraternità di Gerusalemme riuniscono monaci, monache e laici desiderosi di condividere, ciascuno secondo il proprio carisma, una stessa spiritualità: vivere “nel cuore delle città, nel cuore di Dio”. La comunità di Firenze ha sede presso la Badia Fiorentina. Monaci e monache dedicano parte della giornata al lavoro esterno, il resto alla preghiera. Nella nostra cattedrale guideranno un’intera giornata di preghiera: alle 10 la Messa, poi dalle 11 alle 12.30 “Roveto ardente”, quindi l’Ora Media, di nuovo “Roveto ardente” (16-17) e alle 17.15 il Vespro cantato.

Le mostre

La “Settimana della Bellezza” è anche spazio ai linguaggi dell’arte. Come ogni anno, Grosseto ha l’occasione di ospitare mostre di grandi artisti, grazie all’impegno della Fondazione Crocevia. Quest’anno saranno tre i percorsi proposti: la mostra “Elio Ciol: orizzonti di luce”, a cura di Giovanni Gazzaneo, al polo culturale Le Clarisse e al museo diocesano d’arte sacra. Poi “La parola si fa arte”, percorsi per la lettura delle opere d’arte sacra a cura della storica dell’arte Marcella Parisi. Infine uno speciale percorso di “Oltre il Duomo”, la mostra evento che ruota attorno al pozzo di butto e al vano ipogeo rinvenuti sotto la cattedrale. L’inaugurazione delle mostre, che resteranno aperte fino al 24 novembre, avrà luogo sabato 19 ottobre alle 19.30 in piazza Baccarini.

I giovani

Anche nell’edizione 2019 della “Settimana della Bellezza” non mancherà il protagonismo dei ragazzi e il coinvolgimento diretto delle scuole della città.

Con due novità: quest’anno sarà la “Settimana” ad entrare dentro alcuni istituti; inoltre vivranno la “Settimana” anche i bambini della primaria e delle medie con attività apposta per loro.

Il liceo artistico, lunedì 21 ottobre, ospiterà il laboratorio di incisione calcografica e stampa a cura di André Beuchat, artista e incisore di fama mondiale.

Anche gli alunni della primaria vedranno la “Settimana” entrare a scuola grazie a “DinDonArt”, alias don Dino Mazzolai, sacerdote di Frosinone noto per la partecipazione a diversi programmi televisivi ed autore del format televisivo “Din Don Art”. Don Dino porta al servizio della evangelizzazione il suo mondo di colori e di fantasia. Da diversi anni è impegnato in laboratori creativi per la catechesi in tutta Italia, facendo della creatività un mezzo efficace per coinvolgere bambini, giovani e famiglie nel Vangelo. Lo farà anche a Grosseto, nella mattinata di lunedì 21 ottobre all’interno delle scuole primarie, con tre appuntamenti alle 9, 11 e 14.30 grazie al laboratorio “Parole di carta”.

I ragazzi delle medie si confronteranno invece con don Gioba, ovvero don Giovanni Barti, sacerdote veronese che traduce nel linguaggio del fumetto il Vangelo per coglierne la potenza di gioia che è nascosta nella storia di Gesù. Don Gioba sarà a Grosseto il 21 ottobre con laboratori di fumetto nelle scuole medie.

Gli studenti delle superiori saranno coinvolti in percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, che hanno sostituito l’alternanza scuola lavoro e parteciperanno anche a diversi incontri mattutini.

Anche la pastorale giovanile, come nelle passate edizioni, è direttamente coinvolta. In particolare, venerdì 18 ottobre alle 21.30 si terrà l’evangelizzazione di strada nella chiesa di San Francesco, preceduta da un tempo di preghiera e formazione.

La conviviale

Anche la “Settimana della Bellezza” 2019 si concluderà con “la bellezza della convivialità: due parole a tavola”, una cena aperta a tutti, su prenotazione, domenica 27 ottobre. Quest’anno ad accogliere e preparare questo momento è la comunità parrocchiale Madre Teresa di Calcutta, nel quartiere Cittadella.

Costo della cena: 20 euro gli adulti; 10 euro i ragazzi sotto i 12 anni. Le prenotazioni vengono raccolte presso le singole parrocchie.

“Con gioia accogliamo la nuova edizione della ‘Settimana della Bellezza’, l’evento che porta a Grosseto una lunga serie di appuntamenti che coniugano fede e cultura, con un ricco programma che offre preziosi spunti di riflessione e momenti di raccoglimento su temi che elevano lo spirito dell’essere umano – affermano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco Luca Agresti -. Come Comune siamo particolarmente colpiti e coinvolti dal tema di quest’anno: la forza della parola è un argomento che per noi amministratori rappresenta il fulcro del nostro mestiere. La ‘Settimana della Bellezza’ di quest’anno rappresenta, anche per noi, un’occasione unica per poter approfondire il linguaggio nelle sue accezioni più nobili legate all’arte e alla cultura e fare tesoro di ulteriori strumenti per compiere al meglio il nostro lavoro, mettendo la fecondità e la creatività della parola a servizio del bene comune.”

 “La Fondazione Polo universitario grossetano, da sempre impegnata nella formazione e nella diffusione della cultura, ha tra i soci fondatori la Diocesi di Grosseto e pertanto partecipa con entusiasmo all’organizzazione della ‘Settimana della Bellezza’, divenuta un appuntamento imperdibile che offre a tutto il territorio una preziosa opportunità di confronto sui temi dell’arte, della filosofia, della spiritualità e della sociologia. La Fondazione Polo universitario urossetano ha oltre 67 soci nella sua compagine e la collaborazione con la Diocesi spicca come una delle più fruttuose, che contribuiscono significativamente alla diffusione della terza missione. Siamo orgogliosi di inaugurare la ‘Settimana della Bellezza’ 2019 nella nostra sede, nell’Aula delle Colonne, con la presenza anche del prestigioso docente dell’Università di Siena, il professor Francesco Zini.”, ha affermato il presidente del comitato tecnico scientifico, Claudio Pacella.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su