Pubblicato il: 5 Settembre 2017 alle 19:48

Colline del FioraColline MetallifereCultura & SpettacoliGrosseto

Giornata degli Etruschi in Maremma, a settembre un mese ricco di eventi

Sono quattro gli eventi organizzati in Provincia di Grosseto, nella rete Musei di Maremma, per celebrare la “Giornata degli Etruschi”, l’iniziativa promossa dal Consiglio Regionale della Toscana per riscoprire la presenza etrusca.

Il primo appuntamento, diviso in due giornate venerdì 8 e sabato 9 settembre, è stato organizzato dal Comune di Pitigliano con il titolo “Vino e apoteosi eroica nel simposio etrusco: la dimensione edonistica della morte”, dedicato al tema del simposio in particolare la musica e tutto quello che riguarda il banchetto e il cibo consumato dal popolo etrusco. Si comincia venerdì alle 17.30 al Museo Civico Archeologico della Civiltà Etrusca in Piazza della Fortezza, con una conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa alla presenza del sindaco di Pitigliano Giovanni Gentili e dell’assessore alla cultura e turismo Irene Lauretti. Alle  18.30 prenderà il via la conferenza spettacolo “La musica perduta degli etruschi” con una performance musicale a cui prenderanno parte l’etruscologa Simona Rafanelli, il musicista e sassofonista Stefano Rocco Cantini e la direttrice dei Musei Civici di Pitigliano Debora Rossi. A seguire visite guidate.

Sabato 9 settembre al Museo Archeologico all’aperto “Alberto Manzi”, Strada Provinciale 127 del Pantano, dalle 17.30 una tavola rotonda dedicata agli aspetti culinari dell’epoca etrusca e di quella tardo antica. Interverranno l’antropologo alimentare e divulgatore televisivo alimentare Sergio Grasso, l’archeologo Luciano Frazzoni direttore del Museo Civico di Farnese ( Vt), esperto di cultura e cucina d’età romana e medievale. Modera l’archeologo Carlo Casi. Dalle 19.30 alle 20 è poi prevista una degustazione enogastronomica dei piatti della tradizione etrusca e la performance teatrale dei Fratelli Cercatesto con Emilio Celata e Corrado Re. Dalle 20 alle 23 suggestiva visita guidata notturna della “Via cava” e alla Necropoli etrusca di San Giovanni Nepomuceno.

Venerdì 15 settembre a Grosseto al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma di Grosseto viene proposta, dalle 19  nella piazza del Museo Archeologico, una performance di musica e teatro contemporaneo a cura della compagnia teatrale Arts & Crafts sulla rievocazione della leggendaria regina etrusca Antiglia e della sua storia, dal titolo “Antiglia, l’ultima regina” (interpreti Irene Paoletti, attrice e Emanuele Bocci, musicista). Lo spettacolo intende valorizzare il patrimonio del museo e i suoi reperti, sviluppando una rievocazione dei personaggi ad essi legati, in un intreccio armonioso tra classicità storica e contemporaneità artistica. Dopo lo spettacolo sarà possibile visitare la mostra “Forever Never Comes”: metabolismo del tempo”, curata dall’artista Lapo Simeoni, allestita all’interno del museo.

Lo spettacolo sarà replicato sabato 23 settembre alle 17.45 nell’Area Archeologica di Roselle che per l’occasione prevede un’apertura straordinaria fino alle 21.45 e possibilità di visite guidate dell’area archeologica.

Domenica 17 settembre a Vetulonia nel Comune di Castiglione della Pescaia dal pomeriggio si svolgerà l’itinerario elaborato per il progetto “Di casa in casa. Quattro passi fra le domus aristocratiche di Vetulonia”, articolato fra le domus etrusco-romane individuate nei quartieri della città antica di età ellenistica messi in luce a Poggiarello Renzetti e a Costa Murata. Alle 17.30, a conclusione della giornata, andrà in scena, presso l’area di Costia dei Lippi, la terza e ultima replica della performance teatrale “Antiglia, l’ultima regina”.

Sabato 23 e domenica 24 settembre riflettori accesi a Massa Marittima dove è stato organizzato un grande evento per ricordare il prof. Giovannangelo Camporeale il grande etruscologo recentemente scomparso noto anche per aver studiato l’insediamento etrusco del Lago dell’Accesa.

L’iniziativa, organizzata dal Comune con il sostegno del Consiglio Regionale della Toscana e la collaborazione dell’Istituto nazionale di Studi Etruschi e Italici, della rivista Archeologia Viva e con il Centro Studi per l’archeologia pubblica  “Archeostorie”,  si svolgerà nell’ex Convento delle Clarisse in Piazza XXIV Maggio n.10 e prevede sabato 23, dalle 9 una giornata di studi dedicata ai temi dell’archeologia pubblica con il titolo: “Costruire il passato in Etruria. Il senso dell’archeologia nella società contemporanea” aperta ai contributi di archeologi – giovani  ricercatori,  curatori museali, divulgatori, professionisti e studiosi.

Domenica 24 settembre dalle 9.30 si svolgerà un convegno incentrato sui temi di ricerca a cui Camporeale ha dedicato la sua vita di studioso con la partecipazione di colleghi, collaboratori e allievi del grande etruscologo.

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito, per informazioni: www.museidimaremma.it

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su