AttualitàGrosseto

“No alla discriminazione di genere”: accordo tra Provincia e Ispettorato del lavoro

E' stato firmato il protocollo d'intesa per il contrasto delle discriminazioni di genere nel mondo del lavoro

E’ stato firmato questa mattina il protocollo d’intesa e d’azione per il contrasto e la prevenzione delle discriminazioni di genere nel mondo di lavoro, voluto dalla Commissione pari opportunità provinciale di Grosseto. La firma, sancita tra la consigliera di parità Laura Parlanti e la direttrice dell’Ispettorato del lavoro di Grosseto, Mariafrancesca Santoli, si pone come obiettivo l’attivazione di un coordinamento tra i due uffici per incrementare e diffondere sul territorio l’importanza della tutela dei lavoratori dalle discriminazioni.

Siamo felici di firmare questo protocollo per combattere la discriminazione sui luoghi di lavoro – ha dichiarato Laura Parlanti –. Grazie all’accordo sancito questa mattina, si stabilirà una relazione diretta tra l’Ispettorato del lavoro e il mio ufficio“.

“Nel mio ufficio riceviamo numerose richieste di dimissioni o di intervento e spesso dietro si nascondono storie di discriminazione – ha spiegato Mariafrancesca Santoli -. I nostri ispettori e il personale al pubblico saranno formati per riconoscere particolari situazioni di disagio. A quel punto interverremo con l’Ispettorato del lavoro e l’ufficio della consigliera di parità. Non esistono solo casi di licenziamento per maternità, ma anche di mancate assunzioni per discriminazione di genere e qualche episodio si è verificato anche in Maremma. Spesso le vittime non si rendono conto di essere discriminate, ma percepiscono semplicemente un disagio sul posto di lavoro che spinge loro a dimettersi. Grazie a questo protocollo, quando sarà accertato un licenziamento per discriminazioni di genere, la consigliera di parità supporterà la lavoratrice nella sua azione giudiziaria“.

“Il problema della discriminazione di genere nel mondo del lavoro, così come quello nella vita di tutti i giorni, è purtroppo oggi ancora vivo – ha aggiunto il sindaco di Grosseto e presidente della Provincia Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Le ricerche su questo tema evidenziano una disparità salariale ancora in auge, a parità di cariche e ruoli, una brutta tendenza che nasconde una carenza di rispetto e di riconoscenza per l’impegno ed il contributo che tutte le nostre colleghe e collaboratrici sanno mettere a disposizione quotidianamente sul campo. Con questo patto ci impegniamo come territorio a radere al suolo le mura del pregiudizio e della pessima abitudine alla discriminazione sul posto di lavoro“.

Con tale accordo l’Ispettorato territoriale del lavoro di Grosseto e la consigliera di parità della Provincia di Grosseto si impegnano a collaborare nella tutela antidiscriminatoria in favore delle lavoratrici e dei lavoratori attraverso il reciproco scambio di informazioni.

L’impegno prevede dunque la definizione di un sistema di strumenti e di procedure atti ad alimentare un confronto costante tra enti, istituzioni e mondo del lavoro. In tal senso si ricordano le azioni di sensibilizzazione e formazione per il personale ispettivo, le associazioni datoriali, le organizzazioni sindacali, gli enti bilaterali, gli ordini professionali e le istituzioni presenti sul territorio impegnate sui temi dell’uguaglianza di genere e delle pari opportunità.

L’Ispettorato del lavoro e la Commissione pari opportunità s’impegnano inoltre a segnalare reciprocamente eventuali casi di discriminazione con l’obiettivo d’intervento tempestivo da parte dell’Ispettorato del lavoro, nella cui sede grossetana sarà identificato un referente al quale indirizzate le segnalazioni di discriminazioni di genere. Infine, i due enti sanciscono l’impegno ad analizzare congiuntamente, con cadenza annuale, i dati sulla convalida delle dimissioni volontarie.

Nella foto: Mariafrancesca Santoli (direttore Ispettorato territoriale del lavoro di Grosseto) e Laura Parlanti (consigliera di parità Provincia di Grosseto)

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button