AttualitàCosta d'argento

Galatea: il superyacht lungo oltre 20 metri attracca a Monte Argentario

Sì, Galatea, la figura mitologica nereide che salva i marinai, è atterrata allo storico molo della Pilarella di Porto Santo Stefano, con una delle navi e yacht che navigano con il suo nome, un Riva 68 Ego Super, costruito nel 2014 dall’omonimo cantiere italiano Riva yachts.

Con il nome Galatea attualmente c’è la nave Galatea (A 5308), unità idro-oceanografica della Marina Militare appartenente alla classe “Ninfe”, costruita dal cantiere Intermarine S.p.A. nel 2002, un Heesen super yacht di 40 metri, un Wallycento, una delle ultime unità della famiglia di superyacht a vela del cantiere monegasco di Luca Bassani, e nel passato c’è stato il sommergibile della Regia Marina, varato nel 1933, in disarmo nel 1948, e prima ancora il piroscafo del Llyod Trieste dal 1871 al 1908, tanto per citare le più importanti unità militari, mercantili e da diporto con questo nome.

Il Riva 68 Ego Super Galatea è stato progettato e costruito con linee armoniose e spazi eleganti e si distingue non solo per il suo design innovativo, ma per il suo colore esterno unico, una combinazione di scafo color antracite e sovrastruttura color sabbia. Questa nuova versione di questa coupé è il risultato di una grande collaborazione tra Riva e Ferretti Group, un mix di design e potenza di alta gamma.

Le sue caratteristiche sono lunghezza 20,82 metri, fascio 5,45 metri, bozza 1,85 metri, stazza lorda 42,00 tonnellate, 2 motori Mtu 10V 2000 M94 1623 Hp con una velocità di crociera di 28,00/35,00 nodi, può ospitare fino a 6 ospiti in 3 cabine arredate con gusto, una cabina armatoriale, una vip e una doppia, tutte dotate di bagno privato e situate sul ponte inferiore. Salendo sul ponte principale si passa prima attraverso la cucina luminosa, spaziosa e completamente attrezzata con zona pranzo e posti a sedere per 6 ospiti. Dalla cucina, salendo le scale, si accede ad un luminoso salone con tetto a scomparsa. Il salone dispone anche di un tavolo e posti a sedere per 6 persone. La grande novità è una grande finestra nello scafo posta accanto alla cabina armatoriale a tutto baglio, posta a poppa.

L’interno dello yacht è costruito e decorato in modo equo, dall’incredibile layout al grazioso mix di legno dai toni chiari, inserti in pelle marrone scuro, specchi e tocchi metallici. Per quanto riguarda gli spazi esterni, il Riva 68 Ego Super offre un generoso ponte di poppa con un’elegante zona pranzo e un grande solarium. Sul ponte di prua, un altro ampio solarium con mini-Bimini offre tutti i comfort per trascorrere lunghe giornate al sole. In linea con la tradizione Riva, i risultati sono estremamente eleganti e altamente innovativi. Oltre ad essere dotato del meglio in termini di macchinari ed elettrodomestici, questo Riva 68 Ego Super dispone anche di un ottimo sistema di intrattenimento composto da antenna satellitare KVH7, TV a schermo piatto, dvd, impianto surround e impianto audio Bose.

Artemare Club ha documentato il Riva 68 Ego Super per la promozione della nautica della Costa d’Argento e per il suo archivio storico dello yachting. L’associazione è molto impegnata a raccontare le divinità del mare e nella sua sede nel corso antico di Porto Santo Stefano mantiene in esposizione permanente un’opera che riproduce il dipinto di un pittore napoletano del XVIII secolo. il “Trionfo di Galatea“, in greco “lei che ha la pelle bianco-latte”, figura della mitologia greca, una delle cinquanta ninfe del mare le Nereidi, figlie di Nereo e di Doride, con abituale residenza in fondo all’oceano, che avevano il compito di assistere i marinai.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button