Attualità

Al World Cheese Awards di Bergamo il caseificio Il Fiorino conquista 9 medaglie

 Due medaglie d’oro, quattro d’argento e tre di bronzo. Il Fiorino torna dal World Cheese Awards (WCA) di Bergamo con “un bottino” di medaglie che conferma il caseificio maremmano tra le realtà casearie più importanti a livello internazionale. Il WCA, che per la prima volta si svolgeva in Italia, è il più importante evento mondiale dedicato ai formaggi, dove si confrontano solo prodotti di eccellenza. Domenica 20 ottobre si è svolto l’ultimo atto di una sfida, che ha visto confrontarsi oltre 3800 formaggi di 2500 aziende, provenienti da 41 Paesi. Da domani a domenica, sarà possibile conoscere e assaggiare i formaggi de Il Fiorino all’Italian taste experience, in programma a Braccagni, negli spazi di “Grosseto Fiere”.

I premi

La giuria internazionale, composta da 235 esperti, ha ribadito l’eccellenza dei prodotti de Il Fiorino: la Grotta del Fiorini e il Fior di ricotta di pura pecora hanno conquistato la medaglia d’oro, poker di medaglie d’argento con il Pecorino al tartufo stagionato, il Pecorino stagionato biologico, la Riserva del Fondatore e il Cacio di Caterina. Il Fior di natura semistagionato biologico con caglio vegetale, il Pecorino al tartufo e il Pecorino Toscano DOP si sono posizionati al terzo gradino del podio.

Una storia di successi

Il Caseificio maremmano, guidato da Angela Fiorini e Simone Sargentoni, è ormai stabilmente tra i protagonisti della scena casearia internazionale. Prima dei successi del WCA 2019, erano arrivati riconoscimenti importanti: nel 2015 a Londra, secondo posto assoluto con la Riserva del Fondatore, nel 2016 a San Sebastian, in terra spagnola, con due Super Gold, due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo. Nell’edizione di Londra 2017 arrivano due medaglie d’oro, due d’argento e due di bronzo. Il 2018 a Bergen, in Norvegia, Il Fiorino viene premiato come miglior azienda italiana e si classifica quinto assoluto con la Riserva del Fondatore. Dalla Norvegia arrivano anche due super Gold, per la Riserva del Fondatore e la Grotta del Fiorini, la medaglia d’oro per il Fior di Natura semi stagionato biologico con caglio vegetale, argento per il Pecorino Toscano DOP stagionato e il bronzo per il Pecorino di Bartarello a latte crudo, il Pecorino Toscano DOP fresco e il Pecorino al pesto genovese.

“Dietro i successi più difficili – spiega Angela Fiorini, proprietaria de Il Fiorino – ci sono ingredienti semplici: la qualità del latte, l’esperienza, la passione per il nostro lavoro. Se intorno a questi valori riusciamo a costruire una squadra motivata i risultati arrivano. I premi di Bergamo, come tutti quelli conquistati in questi anni sono uno stimolo per fare sempre meglio, per noi e per il nostro territorio”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button