Pubblicato il: 7 Marzo 2017 alle 12:52

AttualitàCastiglione della PescaiaGrosseto

Giornata della guida turistica: la villa romana delle Paduline apre eccezionalmente al pubblico

Ogni anno la Giornata internazionale della guida turistica viene celebrata offrendo la possibilità di essere accompagnati gratuitamente nella visita di un luogo di particolare interesse storico, archeologico ed artistico, e di conoscere così una professionalità attiva sul territorio.

Quest’anno ConfGuide Grosseto, l’associazione delle guide di Confcommercio, propone la visita dell’area archeologica delle Paduline, a Castiglione della Pescaia.

L’eccezionalità dell’iniziativa sta nel fatto che la villa romana, datata dal I sec. a. C. al II d.C., non è mai stata aperta al pubblico.

Grazie alla disponibilità della Soprintendenza per i beni archeologici, artistici e paesaggistici e dell’amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia, domenica 12 marzo sarà possibile visitare l’area che è considerata a tutti gli effetti il primo nucleo di Salebron – Castiglione della Pescaia.

L’appuntamento è alle 15 in fondo al parcheggio dove si tiene il mercato, in via Ponte Giorgini; la visita si terrà anche in caso di pioggia.

ConfGuide presenta inoltre un programma di visite “fuori porta” che, dal 19 marzo al 7 maggio, esclusa la Pasqua, porterà alla scoperta delle frazioni dei comuni di Grosseto e Castiglione della Pescaia.

La guida turistica è ormai abilitata su tutto il territorio nazionale; ConfGuide Grosseto si propone di valorizzare le piccole, ma ugualmente preziose realtà locali, che spesso sono sconosciute agli stessi residenti“, dichiara la presidente di ConfGuide Grosseto, Fabiola Favilli.

“Il ruolo delle guide turistiche professionali e certificate può essere strategico, specie per un territorio vocato al turismo come il nostro – spiegano Carla Palmieri e Gabriella Orlando, presidente e direttore Confcommercio Grosseto –. Crediamo che potremmo fare un salto di qualità proprio puntando sulle visite guidate, offrendo percorsi di grande interesse storico-culturale, ma anche paesaggistico ed ambientale, per far conoscere il nostro immenso patrimonio. La Maremma non è solo mare. Su questo aspetto possiamo e dobbiamo lavorare ancora molto“.

L’invito a partecipare all’imperdibile iniziativa di domenica arriva anche dall’amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia.

Ringraziamo ConfGuide per essere stati scelti – commenta Susanna Lorenzini, assessore alle politiche culturali –. Siamo orgogliosi del fatto che questa iniziativa si svolga nel nostro Comune, che vanta davvero tanti siti di grande interesse archeologico e, di fatto, collaboriamo sempre volentieri quando si tratta di promuovere il territorio. Ci auspichiamo che il sito delle Paduline, in futuro, possa essere valorizzato per l’importanza che detiene a livello storico“.

Il programma

Ecco il programma di “Domeniche fuori porta – Primavera nelle frazioni”, organizzato da ConfGuide nelle frazioni di Grosseto e Castiglione della Pescaia:

19 marzo – Istia d’Ombrone

Di origine etrusca, abitata in epoca romana, centro fortificato sulla valle dell’Ombrone, è un insospettabile scrigno di architetture medievali e preziose opere d’arte religiose. La visita porterà a scoprire la cinta muraria, il Palazzo di Giustizia, il Cassero, la Chiesa Templare di S. Salvatore.

26 marzo – Montepescali

Nata come feudo degli Aldobrandeschi, conserva tesori medioevali come le mura, con le Torri del Belvedere e del Guascone, il Palazzo dei Priori ed il Cassero, o come le Chiese di S.Niccolò (XI sec.) e dei Santi Stefano e Lorenzo (XII sec.). Dal Baluardo a tre punte si può ammirare uno dei più scenografici panorami sulla Maremma.

2 aprile – Batignano

Castello medioevale feudo degli Aldobrandeschi, conserva mura con torri e cassero, il Palazzo di Giustizia e la Pieve di S.Martino.

9 aprile – Buriano

Risalente all’VIII sec. d.C., feudo degli Aldobrandeschi e poi dei monaci dell’Abbazia di S.Salvatore al Monte Amiata, quindi dei Lambardi, fu controllata da Siena, da Pisa e dai Conti Appiani di Piombino. La sua ricca storia è testimoniata dalla Rocca aldobrandesca che domina il borgo e dalla Chiesa di S.Maria Assunta del X sec.

23 aprile – Vetulonia

Erede dell’antica e potentissima Vatluna etrusca, è oggi meta di migliaia di turisti che, ammirando la sua posizione sulla piana maremmana, possono comprendere il motivo della fortuna che la città ebbe tra il IX ed il II sec. a.C. Visita del centro storico con i suoi affacci mozzafiato sul mare e sulla Maremma, del Museo Archeologico Etrusco Isidoro Falchi, del quartiere ellenistico e della celebre Tomba della Pietrera del VII sec. a.C.

30 aprile – Tirli – Eremo di Sant’Anna

Escursione nel bosco di Tirli per raggiungere l’eremo fatto edificare nei primi anni del ‘600 da Padre Giovanni Nicolucci da San Guglielmo, frate agostiniano. E’ presente una fonte d’acqua dedicata a S.Anna, ritenuta miracolosa. Attraversando il bosco si potranno riconoscere le principali essenze della macchia mediterranea e cercare le tracce dei animali che la popolano.

7 maggio – Punta Ala

Insospettabilmente ricca di storia, curiosità e natura, la visita di Punta Ala è il tour di tendenza del 2017. I toponimi longobardi, le fortezze edificate nel ‘500, lo sfruttamento del bosco e le bonifiche, fino al cambiamento del nome grazie ad Italo Balbo. Poi il progetto che ha cambiato la sua storia: la realizzazione del porto e del centro turistico famoso nel mondo, anche grazie al cinema!

Costo a persona 5 euro, per i bambini sotto i 6 anni la partecipazione è gratuita

Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare i numeri 0564.470111 o 338.5623163 o scrivere un’e-mail agli indirizzi [email protected][email protected]

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su