Pubblicato il: 11 Settembre 2019 alle 17:40

Colline del FioraCultura & Spettacoli

Il festival “A veglia, teatro del baratto” diventa una vignetta di “Amori sfigati” di Rap

“Amori sfigati” è un progetto di Chiara Rapaccini, che nasce nel 2010 come una serie di “santini” sugli equivoci d’amore

Non c’è più dialogo. Dobbiamo trovare un punto di incontro”. “Andiamo a Manciano al festival A veglia, teatro del baratto”.

Queste le parole dell’artista-illustratrice Chiara Rapaccini, in arte Rap, amica del festival che ha dedicato in una vignetta di “Amori sfigati”. La vignetta sarà stampata sulle tovagliette che saranno vendute durante il festival, il cui ricavato andrà a sostenere l’evento.

Amori sfigati” è un progetto di Chiara Rapaccini, che nasce nel 2010 come una serie di “santini” sugli equivoci d’amore, sulle goffaggini e le sconfitte della coppia contemporanea, sempre più smarrita e fragile. Le storie e le opere “sfigate” sono state esposte in diverse mostre, raccontate in eventi performativi, appese alle architetture con le lenzuola “Amori sgualciti” a Bologna, Roma e Napoli, per diventare, nel 2014, un libro interattivo. Le vignette sono diventate un vero e proprio fenomeno web tramite la pagina Facebook e vengono pubblicate sui quotidiani.

Anche quest’anno l’amica-artista del festival – spiega Elena Guerrini, direttrice artistica – ha donato il suo talento a Manciano. Chiara Rapaccini adora Manciano e la Maremma, viene spesso a vedere spettacoli e concerti e da cinque anni dona il logo al festival”.

Chiara Rapaccini ha avuto l’occasione di presentare i suoi libri durante i festival passati, ha fatto anche una mostra di sue opere a baratto, in cambio appunto di prodotti del territorio.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su