Colline MetallifereCultura & Spettacoli

“I Canti della Terra”: online due nuovi video della serie sulla musica barocca

Saranno visibili sui canali Facebook e Youtube del Parco, mentre il Festival delle Viole di Gerfalco tornerà in presenza dopo due anni

Due nuovi video della serie ”I Canti della Terra” sono online sulla pagina Facebook e il canale Youtube del Parco nazionale delle Colline Metallifere, con brani di musica barocca eseguita nei luoghi più suggestivi di Gerfalco e della riserva naturale delle Cornate e Fosini.

Questa iniziativa rappresenta l’anello di congiunzione digitale tra il territorio del Parco e il Festival delle Viole di Gerfalco, diretto da Alessandro Pierini, dedicato alla musica antica, in particolare alla viola da gamba e agli strumenti musicali del repertorio barocco e rinascimentale. Un evento unico in Italia. organizzato dal 2011 dal Comune di Montieri e prodotto da Ars Regia Ensemble, che quest’anno, dopo due anni di stop a causa della pandemia da Covid-19, tornerà finalmente in presenza nello scenario dell’antico borgo medievale di Gerfalco con la partecipazione di musicisti di fama internazionale.

Questi video si aggiungono ai primi cinque pubblicati alla fine del 2020 e sono stati prodotti dalla Regione Toscana nell’ambito della Festa dei Parchi, dal Comune di Montieri e dal Parco nazionale delle Colline Metallifere, con la regia, riprese video e montaggio di Federico Santini e l’organizzazione a cura di Alessandra Casini.

Il primo si intitola “Autunno a Gerfalco” e presenta un brano di Girolamo Frescobaldi (1583 – 1643) composto a Venezia nel 1634: “Canzon quarta a due canti. Da canzoni da sonar. Libro Primo”. Il brano è eseguito nella chiesa della Misericordia di Gerfalco dal gruppo “Il Barocco visionario Modus Phantasticus” composto da Beatrice Bianchi e Selina Cremese ai violini, Alessandro Pierini alla viola da gamba, Tommaso Tarsi alla tiorba e Cecilia Iannandrea al clavicembalo.

Il secondo video, dal titolo “La grotta di Sansone”, è una performance del flautista milanese Marco Scorticati, che esegue il brano “Ricercata sesta” di Giovanni Bassano composto a Venezia nel 1585. Il musicista è ripreso mentre suona tra i boschi di una località che si chiama “il grottino di Sansone”, da li il titolo del video, un luogo della memoria per gli abitanti di Gerfalco da sempre meta di passeggiate e visite. Siamo nel cuore della riserva naturale delle Cornate e Fosini, una delle aree più interessanti dal punto di vista ambientale e naturalistico non solo del Parco Nazionale delle Colline Metallifere ma di tutta la Toscana.

Questi video rappresentano una produzione molto originale – commenta Alessandro Pierini e sono davvero contento di aver coinvolto ed aver portato a Gerfalco musicisti di così grande valore. Questo dimostra che anche un luogo come questo, lontano dai grandi itinerari, può diventare centrale e avere un senso nel tempo grazie alla musica. Il futuro per borghi come questi si scrive mettendo insieme un nuovo turismo, l’ambiente e la cultura”.

Si tratta di un’operazione culturale di qualità – aggiunge Lidia Bai, presidente del Parco nazionale delle Colline Metallifere –, che rientra negli obiettivi di un geoparco come il nostro, dove le produzione artistiche sono inserite in un contesto ambientale di grande pregio. Questo rappresenta per noi un importante veicolo di conoscenza del territorio che va ben oltre i nostri confini ed è proprio questo il valore aggiunto che voglio sottolineare”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button