Verso le amministrative, Lanzillo: “Chiuderemo la campagna elettorale in piazza”

E’ stata dura, ma finalmente possiamo annunciare che il nostro evento conclusivo della campagna elettorale sarà nella piazza di Capalbio Scalo”.

Lo annuncia con soddisfazione il candidato sindaco de “La nostra Capalbio” Valerio Lanzillo, al termine di un lungo iter che aveva visto i tre candidati incontrarsi in prefettura. La lista di Lanzillo aveva infatti richiesto la concessione della piazza il 9 aprile per l’evento di chiusura della campagna elettorale. Il 30 aprile lo aveva fatto anche la lista che sostiene Marco Donati, mentre il candidato Settimio Bianciardi aveva scelto un luogo poco distante. La palla è così passata al sindaco Bellumori come capo della Polizia Municipale perché la Prefettura, di fronte alla mancanza di un regolamento comunale, ha seguito le disposizioni delle normative nazionali ed ha convocato tutte le parti. In pratica i comizi finali si devono tenere a non meno di 200 metri l’uno dall’altro.

“In Prefettura – spiega Lanzillo- si è svolto un incontro tra i tre candidati ed il viceprefetto che ha spiegato nel dettaglio le regole. Settimio Bianciardi pur avendo prenotato tre piazze nella stessa serata ha mostrato disponibilità. Marco Donati, cui era stato prospettato di spostarsi nella sede della Polisportiva, non era d’accordo. A questo punto il sindaco Bellumori ha preso 24 ore di tempo per sciogliere la riserva e, finalmente, questa è arrivata e ci dà ragione sulla priorità della nostra richiesta”. Qui Lanzillo è chiaro. “Noi abbiamo sempre ritenuto di essere nel giusto visti i tempi di richiesta – afferma Lanzillo- ci dispiace che sia trascorso qualche giorno di troppo e che si è dovuta scomodare pure la Prefettura. Però a questo punto può partire l’iter organizzativo”.

Nel frattempo Lanzillo chiude la vicenda con una battuta. “Capisco – conclude il candidato- che, molto probabilmente, l’amministrazione aveva altro da fare, visto che negli ultimi giorni vediamo asfaltare strade, avviare i procedimenti per la nuova rotonda che, dunque, alla fine ci hanno accontentato sulla piazza, forse per premiarci perché quel cambiamento auspicato un decennio sta arrivando tutto insieme, e solo in campagna elettorale, grazie alle nostre pressioni e, forse, al timore che stiamo per vincere. A battuta dico che si potrebbe coniare lo slogan ‘elezioni tutti gli anni’. Noi però non saremo così e amministreremo tutti i giorni per tutto l’anno e per cinque anni e non solo nelle ultime settimane quasi come se fosse uno spot elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top