Pubblicato il: 4 Febbraio 2019 alle 12:11

GrossetoNotizie dagli Enti

Il Comune vende immobili per quasi tre milioni: ecco l’elenco dei beni

Approvato dal Consiglio comunale il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni degli immobili di proprietà dell’ente per il triennio 2019-2021.

Sono beni che l’amministrazione mette a disposizione dopo un’attenta valutazione del loro stato e della loro funzionalità – spiegano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore al patrimonio Riccardo Megale –; avendo constatato, dopo anni di mancato utilizzo, che sono beni non più funzionali per la causa pubblica, crediamo che sia doveroso metterli a disposizione della città per una loro rivalorizzazione, evitando così che versino in stato di abbandono e degrado e che il Comune debba spenderci importanti risorse per garantirne una decorosa manutenzione. Allo stesso tempo dal ricavato degli stessi sarà possibile utilizzare somme nuove per interventi a favore del territorio e della comunità“.

Il totale complessivo dalla vendita degli immobili del Piano triennale delle alienazioni ammonta a 2 milioni e 772mila 574 euro.

Questo l’elenco dei beni:

1) immobile che si trova vicino a Batignano, in località Monte Calvello, denominato podere “La Scagliata”; è costituito da un fabbricato principale con destinazione d’uso in parte abitativa e in parte rurale con pertinenza esterna, annessi agricoli e alcune porzioni di terreno agricolo. Il valore a base d’asta di 97.750 euro (Il valore è invariato e già oggetto di ribasso nelle precedenti evidenze pubbliche);

2) terreni agricoli vicino a Batignano in località “Scagliata”, lungo la ex strada statale 223 “Grosseto-Siena” e fino al territorio comunale di Campagnatico e in località “Stertignano”, prevalentemente di tipo collinare con bosco ceduo, per una superficie complessiva di circa 425 ettari. Il valore a base d’asta di 637.800 euro (Il lotto è incrementato a livello di superficie rispetto ai precedenti, in quanto sono stati inclusi tutti i terreni di proprietà comunale situati nel comprensorio a nord del capoluogo. Anche a livello di valore unitario per ettaro è stata operata una leggera riduzione in ragione dell’aumentata consistenza territoriale complessiva);

3) terreno in un’area produttiva, in via Malenchini, a Braccagni, su una superficie 1.125 metri quadrati. Il valore a base d’asta è di 22.500 euro (Il valore è ribassato rispetto alle precedenti evidenze pubbliche);

4) area edificabile denominata “Trv_01A – Fosso dei Molini”, a Grosseto in piazza Donatori del Sangue, con destinazione a centro servizi per attività commerciale, direzionale e servizi, con una volumetria complessiva realizzabile pari a 3.000 metri cubi. Il valore a base d’asta di 216.000 euro (Il valore è invariato e già oggetto di ribasso nelle precedenti evidenze pubbliche);

5) immobile “Casa Chiarini” situato vicino a Roselle, lungo la strada vicinale Chiarini-Antenne, per una superficie complessiva di 390 metri quadrati. Strutturato con un piano terra e un primo piano. Lo stato di manutenzione è fatiscente. Il valore a base d’asta è di 116.844 euro. (Il valore è ribassato in considerazione dello stato precario di conservazione);

6) area edificabile denominata “Trv_01B – Via Bramante”, a Marina di Grosseto, per una capacità edificatoria complessiva realizzabile pari a 1.700 metri quadrati di superficie utile lorda. Il valore a base d’asta è di 623.700 euro (Il valore è invariato e già oggetto di ribasso nelle precedenti evidenze pubbliche);

7) area scoperta nelle vicinanze di via Eritrea, di fronte agli stabilimenti balneari Giglio e Miramare a Marina di Grosseto. Il terreno, in prevalenza di natura sabbiosa, risulta in parte pianeggiante con varie essenze tipiche della zona per una superficie di circa 3.200 metri quadrati. Il valore a base d’asta è di 320.000 euro (Il lotto è già inserito in precedenti bandi pubblici e oggetto di nuova perizia di stima);

8) porzione di un’area edificabile nell’ex Pip nord in via Giordania a Grosseto, per una superficie di 527 metri quadrati. Il valore a base d’asta è di 20.000 euro (Il lotto è di primo inserimento in un bando pubblico);

9) area edificabile da concedere in diritto di superficie e situata tra via Annibale Spinelli e via Senese, vicino alla struttura ricettiva denominata “Granduca”. L’intervento previsto consiste nella realizzazione di attrezzature sportive pubbliche con campi polivalenti, piscina scoperta e un centro sportivo composto da palestra, club-house e locali accessori. La volumetria edificabile fuori terra è di 2000 metri cubi, oltre ad ambienti seminterrati e locali sottotetto. La superficie complessiva è di circa 16.500 metri quadrati. Il valore a base d’asta è di 625.000 euro (Il lotto già inserito in precedenti bandi pubblici e oggetto di nuova perizia di stima);

10) immobile denominato “ex scuola Grancia” per una superficie utile di 86 metri quadrati situato vicino al Podere Spadino – VIII^ Zona lungo la strada provinciale 30 “Sante Mariae”. Si tratta di una struttura adibita a scuola elementare negli anni 1952 – 1986 e che mantiene a tutt’oggi la propria destinazione funzionale: “Attrezzature e servizi pubblici e/o di interesse comune”. Il valore a base d’asta è di 42.980 euro (Il lotto è di primo inserimento in un bando pubblico);

11) terreno in area produttiva nell’ex Pip nord del capoluogo per una superficie complessiva di circa 1.278 metri quadrati tra via Birmania e piazzale Corea. È uno spazio aperto mantenuto a verde con un camminamento centrale asfaltato che unisce le due vie. Valore a base d’asta di 50.000 euro (Il lotto è di primo inserimento in un bando pubblico).

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su