Pubblicato il: 5 Aprile 2019 alle 11:07

Costa d'argentoPolitica

Verso le amministrative, Lanzillo: “Ecco la mia ricetta per valorizzare l’agricoltura”

Un’agricoltura protagonista del territorio, con uno sguardo rivolto al futuro, ma con le radici ben poggiate nella tradizione. E’ questo l’obiettivo del candidato sindaco di “La nostra Capalbio” Valerio Lanzillo.

Un occhio al passato per riscoprire gli antichi sapori del territorio con le sue eccellenze – spiega Lanzillo e con un futuro fatto di promozione, sostenibilità e benessere”. E proprio la promozione diventa, per l’economia locale, fondamentale.

Capalbio – spiega Lanzillorappresenta già di per sé un marchio noto, che va fatto crescere e collegandolo ad altri, come quelli di Italia, Toscana e Maremma”.

Per Lanzillo sono poi fondamentali i tavoli di concertazione con Regione e Provincia per lo sviluppo del settore primario. “In questo modo – spiega il medicopuntiamo alla valorizzazione dei prodotti tipici e delle eccellenze locali favorendo l’integrazione all’interno dei ristoranti del comune, promuovendoli con mercatini di produttori del territorio, con la diffusione della cultura del mangiar sano e dei prodotti a chilometri zero”.

Guardare al passato per il dottor Lanzillo vuol dire anche “incentivare le aziende all’utilizzo di grani e semine antichi per istituire una filiera di qualità e giungere alla produzione di prodotti dell’eccellenza a ‘marchio Capalbio‘”.

Lanzillo riflette sulla fiscalità. “Sappiamo che la Tari sui capannoni agricoli è un peso per i nostri imprenditori – afferma il candidato, dunque ci impegneremo per cercare una soluzione con provvedimenti seri ed efficaci”.

Ma c’è di più perché il futuro dell’agricoltura per Valerio Lanzillo passa anche per lo sviluppo e l’utilizzo delle energie rinnovabili. “Il futuro energetico – sostiene il candidato sindaconon potrà che passare per le rinnovabili, costruendo impianti dimensionati per il fabbisogno delle aziende e delle famiglie. Contestualmente si dovrà puntare sull’efficienza e sul risparmio energetico”.

Lanzillo punta anche sull’incentivo alla creazione di “strutture ad impatto zero, per l’integrazione del lavoro agricolo con quello turistico o con il recupero di strutture esistenti a supporto dell’agricoltura, attraverso la bioedilizia”.

Accanto agli obiettivi ci sono anche le questioni pratiche da risolvere. “La massima attenzione – spiega Lanzilloverrà prestata al problema dei predatori, che vogliamo affrontare aprendo un dialogo anche con le associazioni ambientaliste ed animaliste. Vogliamo poi risolvere la questione del randagismo e della gestione dei canili realizzandone uno comunale, attingendo da risorse statali e regionali”.

Valerio Lanzillo vuole poi un rapporto sempre migliore con il Consorzio Bonifica Toscana Sud ed la creazione di un consorzio unico stradale.

Questo – spiega il candidato sindaco di ‘La nostra Capalbio’ per semplificare i costi di gestione, accedere a fondi comunitari per i lavori straordinari, garantendo che le quote attuali per la manutenzione ordinaria non subiscano aumenti di prezzo, ma migliorando anche il servizio“.

Tra le infrastrutture utili al settore agricolo – prosegue Lanzillo -, intendiamo migliorare i collegamenti con l’Aurelia ed anche riprendere il ragionamento sulla ciclabile tirrenica, fondamentale per le strutture agrituristiche”.

C’è poi la caccia, che rappresenta una tradizione del territorio. “L’obiettivo – spiega Lanzillo – è quello di rendere più agevole la vita degli appassionati con la creazione di uno sportello venatorio”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su