Pubblicato il: 26 Aprile 2019 alle 9:22

Colline MetalliferePolitica

Manifesto contro la liberazione, Uniti per il bene comune: “Offesa alla memoria”

Sono 74 anni che l’Italia celebra il 25 aprile, il giorno della Liberazione dal nazi-fascismo. Oggi questo termine rappresenta qualcosa che diamo per scontato perché godiamo della libertà che ci consente di esprimerci, che fornisce a molti un minimo di dignità e possiamo permetterci di fare molte cose”.

A dichiararlo, in un comunicato, è Lorenzo Pozzo, membro del comitato elettorale di Uniti per il bene comune, lista che candida a sindaco di Massa Marittima Luciano Fedeli.

“Tutto questo grazie alle lotte per liberarci da un’assurda dittatura contro quel male assoluto che si è chiamato fascismo, una vera e propria tirannia – continua la nota -. Solo grazie a grandi donne e grandi uomini che si erano schierati dalla parte dei diritti e della libertà, ai tanti loro sacrifici delle proprie vite per donarci il fiore della libertà, regalarci la Costituzione, sperare nell’uguaglianza, spesso difendendo e nascondendo donne e uomini e bambini che, secondo la mente malata di chi introdusse le leggi razziali, dovevano morire solo perché provenivano da una etnia ‘sbagliata’. A loro deve andare la nostra riconoscenza perché grazie al loro coraggio e ai loro sacrifici hanno permesso che la liberazione da sogno diventasse realtà. Noi tutti dovremmo abbracciarli e scendere nelle piazze per rivolgergli con la nostra presenza un eterno grazie“.

“Ieri è stato affisso nella porta d’ingresso del mio Comune qualcosa di irrispettoso che offende, denigra lo spirito della memoria che questa giornata ricorda – spiega Pozzo -. Ancora oggi non basta la storia e chi compie queste azioni non può che vergognarsi, ma questo è il frutto dei messaggi di un ministro dell’Interno che ha descritto il 25 aprile come un derby tra fascisti e comunisti. Il comitato elettorale di Uniti per il bene comune, insieme al Pci e a Rifondazione Comunista, ricorda a Salvini che ha giurato sulla Costituzione, quella Costituzione conquistata dai Partigiani e dagli antifascisti. Il 25 aprile è la giornata di tutti, non di una parte, e ricorda la conquista della libertà, quella libertà che ha consentito anche a Salvini oggi di essere Ministro. Buon 25 aprile a tutti, ora e sempre Resistenza“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su