AttualitàGrosseto

Nuovo carcere, la Uil – Pa: “Ancora nessun atto concreto per l’acquisizione della caserma Barbetti”

"Ribadiamo la necessità di una nuova struttura per la realtà maremmana"

Si attende ancora la fissazione di una data certa per la definizione del passaggio della caserma Barbetti, area individuata per la realizzazione di una nuova struttura penitenziaria per Grosseto e per il sud della Toscana”.

A dichiararlo è il coordinatore provinciale della Uil-Pa Polizia Penitenziaria Francesco Sansone.

“Apprendiamo la notizia relativa al Ministro della Giustizia Alfonso Buonafede su un’imminente acquisizione della caserma ex Ansaldo, ma di date ancora nulla – aggiunge Sansone –. Ribadiamo la necessità di una nuova struttura per la realtà maremmana, una promessa che viene dichiarata ormai da circa un ventennio, ma ora è arrivato il momento di concretizzare. È alla politica, in particolare del territorio, che ci rivolgiamo: ci aspettiamo fermamente un incisivo e concreto impegno affinchè ciò avvenga in tempi brevi“.

Oggi bisogna anche iniziare a ragionare sul fatto che l’istituto limitrofo di Massa Marittima vive una problematica di sovraffollamento, è distante per le autorità giudiziarie presenti a Grosseto e non rispetta i canoni di un istituto circondariale, essendo nato esclusivamente per determinate tipologie di detenuti, la cosiddetta carcerazione attenuata ad avanzato standard trattamentale -. conclude Sansone. Ribadiamo la necessità di una data certa per l’acquisizione nel più breve tempo possibile dell’area per poter iniziare i lavori di un futuro carcere in un’ottica europea per l’espiazione delle pene delle persone private della libertà“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button