Cultura & SpettacoliGrosseto

“Trame Festival” le serrande dei fondi sfitti in centro diventano opere di street art

Il progetto dell'associazione Clan: l'appello ai proprietari. Dal 7 al 9 maggio tanti eventi in centro

La serranda di un garage o di un magazzino sfitto all’interno delle Mura medicee di Grosseto potrà diventare uno spazio per realizzare un’opera di street art. I proprietari disposti a mettere a disposizione la propria saracinesca possono aderire alla manifestazione culturale “Trame Festival – Serrande chiuse per arte aperta” proposta dall’associazione culturale Clan in collaborazione con il Comune di Grosseto, Fondazione Grosseto Cultura, il Polo Bianciardi, il Centro commerciale naturale del centro storico e la Pro Loco Città di Grosseto (per contattare l’associazione Clan: info@collettivoclan.it; cell. 392.5485396 e 328.7379945).

Il progetto si propone di dare vita a un vero e proprio festival di street art che dal 7 al 9 maggio coinvolgerà l’intero centro cittadino con tanti eventi pubblici: street artist locali e nazionali, insieme con gli studenti del Polo Bianciardi, porteranno colore e vitalità tra le vie meno frequentate, utilizzando le serrande chiuse come “tele” per le loro opere. Per questo, d’intesa con l’amministrazione comunale, l’associazione Clan lancia un appello ai proprietari dei locali sfitti che credono in questo progetto di riqualificazione degli spazi urbani.

«Negli ultimi anni – spiegano dall’associazione si è registrato un considerevole calo dei residenti nel centro storico di Grosseto: basti pensare che dai 5.000-6.000 abitanti all’interno della cinta muraria all’inizio del ‘900 si è passati a meno di 1.000 abitanti degli ultimi anni. La diminuzione delle presenze e la chiusura delle attività hanno portato una vera e propria desertificazione in molte delle vie secondarie, facendo percepire questi luoghi come insicuri e non accoglienti. Negli ultimi anni il centro di Grosseto si è visto svuotarsi di esercizi commerciali, luoghi d’incontro e soprattutto di persone. Le vie secondarie del centro storico assomigliano più a un piccolo borgo abbandonato che al centro di una città capoluogo di provincia. Serrande chiuse e sfondi sfitti sono lo scenario a cui ormai sono abituati i cittadini e i turisti che vengono a passeggiare per il centro cittadino. “Trame Festival” vuole creare una nuova attrattiva, riportando colore, energia e spunti per nuove modalità di vivere la città in molte vie coinvolte nel progetto».

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button