Pubblicato il: 5 Marzo 2019 alle 16:37

Castiglione della Pescaia

Apprezzata a TourismA la programmazione eventi 2019 del Museo Falchi di Vetulonia

TourismA, il salone europeo del turismo culturale, leader per quanto riguarda la comunicazione storico-archeologica che si è tenuto nei giorni scorsi al palazzo dei congressi di Firenze, ha contato anche quest’anno, fra i suoi protagonisti, il Comune di Castiglione della Pescaia, con il Museo civico archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia, ben rappresentato all’interno dello stand espositivo occupato dall’Ambito turistico Maremma Toscana – area nord attraverso la sua multiforme attività esplicata, nel corso della tre giorni del Salone fiorentino, mediante le sue tavole rotonde e i suoi laboratori didattici.

Per il Comune di Castiglione della Pescaia erano presenti: Walter Massetti, assessore con delega alla valorizzazione delle aree archeologiche e Susanna Lorenzini, delegata dal sindaco a seguire le politiche culturali e del turismo, accompagnati dal direttore scientifico del Museo Simona Rafanelli.

Gli amministratori castiglionesi non potevano avere palcoscenico migliore per presentare la mostra evento del 2019, dal titolo: “Alalia, la battaglia che ha cambiato la storia: Etruschi, Greci e Cartaginesi nel mediterraneo del VI secolo a.C.”, che sarà inaugurata a Vetulonia, sabato 18 maggio, in occasione della “Notte europea dei musei”, alla quale il museo vetuloniese aderisce con successo di critica e di pubblico da oltre dieci anni.

Sono stati giorni di totale immersione nella principale realtà di comunicazione archeologica e di promozione turistica della Penisola, che anche per l’anno 2019 ha sortito risultati di eccezionale rilievo.
Due convegni dedicati ai nuovi ambiti territoriali riservati alla promozione della terra degli etruschi nel settore centro-settentrionale dell’Etruria antica, oggi Toscana e a quella del distretto nord della Maremma, ove Vetulonia e il Comune di Castiglione della Pescaia ricoprivano un ruolo da assoluti protagonisti, accanto a quello di curatori dell’evento stesso.
Un convegno dedicato agli incontri di culture diverse nel bacino occidentale del Mediterraneo, nell’ambito del quale ancora una volta Vetulonia spiccava per il ruolo di centro di importanti scambi e rotte commerciali. E infine un convegno dedicato interamente alla nuova mostra annuale, incentrata sulla prima battaglia navale documentata dagli storici antichi nel mar Tirreno, nata nel primo grande progetto di valorizzazione della Corsica e lanciata come evento centrale della manifestazione, alla quale la Corsica prendeva parte, grazie a questo progetto internazionale, per la prima volta.
Aule dei convegni straripanti di folla e divenute inaccessibili; laboratori didattici, riservati alla produzione orafa etrusca di Vetulonia e ai nuovi incontri multisensoriali condotti al buio dalla presidente dell’Unione italiana ciechi di Grosseto, al completo. Crescita degli afferenti al patto di amicizia interregionale fra musei civici archeologici italiani, con l’ingresso di un centro friulano. Nuovi contatti intrecciati con altri musei e Siti archeologici d’Italia. Presentazione della Maremma, con Vetulonia capofila, a tutto tondo, con i suoi tesori d’arte e natura diffusi dal mare all’entroterra minerario.

«TourismA sta ottenendo un’attenzione sempre maggiore da parte degli espositori italiani e stranieri – spiega Walter Massetti -. I convegni rivelano uno standard di qualità costantemente elevato e per una realtà relativamente piccola come quella di Castiglione della Pescaia diventa un appuntamento da non perdere, nel quale presentiamo in anteprima i nostri progetti culturali che interessano tutto il 2019 e ufficializziamo i nostri “patti di amicizia” con altre istituzioni o realtà amministrative consimili.
Nel contesto del Salone Internazionale fiorentino – aggiunge Massetti – abbiamo riscontrato consensi sulle nostre proposte di promozione culturale dagli addetti ai lavori italiani e stranieri, ma soprattutto dal pubblico che è sempre più esigente».

«Uscire da TourismA con una programmazione largamente apprezzata – tiene a precisare Susanna Lorenzini – mi ha confermato che stiamo proseguendo con successo nel valorizzare il nostro patrimonio archeologico, naturale ed artistico, fortunatamente vasto e ricco, offrendo al pubblico potenziale dei turisti un’ampia opportunità di scelta fra i molti luoghi da visitare».

«Un ringraziamento – concludono Lorenzini e Massetti – a Piero Pruneti, direttore del salone, che proprio all’evento espositivo vetuloniese dedicherà un approfondimento particolare anche all’interno della rivista nazionale Archeologia Viva».

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su