Pubblicato il: 6 Giugno 2020 alle 10:37

Costa d'argentoPolitica

Porto di Talamone, Toscana a Sinistra: “Nuovo blocco alla navigazione, lavori fatti male”

A denunciarlo sono i consiglieri di Toscana a Sinistra, Tommaso Fattori e Paolo Sarti

Nei giorni scorsi il Comune di Orbetello ha disposto un nuovo blocco della navigazione al porto di Talamone proprio nell’area interessata dai lavori di dragaggio realizzati un anno fa. Come temevamo, le operazioni di escavo formalmente terminate nel luglio scorso devono ricominciare di nuovo“.

A denunciarlo sono i consiglieri di Toscana a Sinistra, Tommaso Fattori e Paolo Sarti, i quali già a suo tempo avevano contestato l’esito dell’intervento in seguito alla segnalazione di alcuni abitanti e avevano presentato un’interrogazione per chiarire i problemi legati alla non uniformità del fondale, con il conseguente pericolo per l’attracco delle imbarcazioni.

“La Giunta regionale si è limitata a scaricare il problema sul Comune di Orbetello, il quale assicurava che i lavori erano stati ultimati affermando, in modo sibilino, che erano in corso alcuni accertamenti – aggiungono Fattori e Sarti -. Quei lavori sono costati un milione e 100mila euro, oltre la metà dei quali a carico della Regione Toscana. Come mai non è stato fatto un adeguato monitoraggio? Adesso dovranno essere spese ulteriori risorse pubbliche per un intervento concepito fin dall’inizio come parziale rispetto alle reali esigenze del porto?

Secondo i consiglieri di Toscana a Sinistra, “quando i lavori saranno davvero ultimati ci aspettiamo che siano finalmente verificate anche le attuali autorizzazioni, in modo da essere certi della regolarità dell’uso dei nuovi pontili, della stessa identica lunghezza dei precedenti”.

Purtroppo si tratta dell’ennesima pagina poco chiara della gestione dubbia e approssimativa del porto di Talamone, che stiamo monitorando da tempo – concludono Fattori e Sarti -. Intanto, a qualche centinaio di metri dal porto, spunta anche un pezzo di uno dei vecchi pontili, quelli precedenti ai lavori di escavo. Giace lì, arenato e abbandonato sulla riva, perfetto simbolo della trascuratezza a cui le amministrazioni hanno condannato un angolo così prezioso del nostro territorio”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su