Colline MetalliferePolitica

Pronto soccorso: montata tensostruttura per accogliere i familiari. Tavolo della Salute: “Accolte nostre proteste”

Montata la tensostruttura che presumibilmente accoglierà i familiari di chi si reca al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di Massa Marittima.

“Evidentemente le nostre sollecitazioni – affermano Fiorenzo Borelli, della lista civica Massa Comune, e Daniele Gasperi, del Pci delle Colline Metallifere – sono servite, accompagnate da un interessamento della consigliera regionale pentastellata Irene Galletti. Qualcosa che doveva probabilmente avvenire prima che scoppiasse il caso ma, evidentemente, non vi sono quelle sensibilità e capacità organizzative da parte della dirigenza dell’Asl. Ne prendiamo atto e ringraziamo come certamente lo faranno i cittadini che potranno attendere i propri cari fuori dal pronto soccorso in un seppur minimo ambiente predisposto per l’accoglienza”.

Altra questione sulla quale puntano il dito invece Paolo Mazzocco, del Tavolo della Salute pubblica, e Luciano Fedeli, segretario provinciale del Pci, è quella del centro vaccinale delle Clarisse che, ricordano, “il sindaco ne annunciò l’apertura dal 26 aprile se vi fossero state messe a disposizione le dosi e dichiarò che si sarebbe impegnato per cercare di anticiparne l’apertura”.

“Sembra che le prime prenotazioni siano state accolte per sabato 29 maggio e, anche questo caso, si va ad aprire con ritardo rispetto alle promesse fatte. Certo – affermano Mazzocco e Fedeli i vaccini è da tempo che sono arrivati e la struttura poteva e doveva essere già aperta, magari pianificando l’intervento già da quando facemmo le nostre prime segnalazioni, ovvero nel mese di gennaio, per evitare ai tanti cittadini, soprattutto dell’entroterra, di recarsi presso altri hub per ricevere la somministrazione”.

“Intanto si vocifera che all’apertura del centro sarà presente anche il presidente della Regione Giani, evidentemente  – concludono Borelli, Gasperi, Mazzocco e Fedelici sono da recuperare quei ritardi sulle varie questioni e da rassicurare la cittadinanza che sulla sanità tutto va bene, cosa sulla quale ci sono dubbi, e non mancheremo di far sentire la nostra presenza, criticando e facendo proposte con la speranza di essere perlomeno ascoltati, proprio come è stato fatto, seppur con ritardi, per il pronto soccorso ed i vaccini”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button