Pubblicato il: 21 Marzo 2014 alle 19:15

CronacaFollonicaIn evidenza

Telefonata anonima annuncia un attentato al Carnevale: denunciato dentista follonichese

Lo scorso 22 febbraio aveva chiamato la redazione del Corriere di Maremma, sostenendo di aver sentito una conversazione fra due stranieri a lui sconosciuti che avevano intenzione di mettere una bomba durante una sfilata del Carnevale di Follonica, ma il suo allarme si è per fortuna rivelato infondato ed è stato denunciato.

Al termine di una lunga e minuziosa indagine condotta dal Nucleo operativo e radiomobile dei Carabinieri di Massa Marittima, l’autore di questo scherzo di pessimo gusto è stato infatti individuato: si tratta di un dentista in pensione di 77 anni, residente a Follonica.

Dopo la sua telefonata, i militari dell’Arma della Città del Golfo avevano predisposto un complesso meccanismo per scongiurare l’allarme paventato dall’uomo.

Per prevenire l’eventuale attentato, erano infatti scattate ingenti misure di sicurezza durante lo svolgimento delle sfilate dei carri mascherati, previste per domenica 23 febbraio e domenica 2 marzo.

A questo proposito, decine di Carabinieri hanno messo in atto ogni azione necessaria per neutralizzare la minaccia.

Inoltre, gli artificieri dell’Arma hanno ispezionato palmo a palmo il percorso delle sfilate e le zone circostanti, prima che entrassero in scena i carri; tutti i cassonetti della nettezza urbana sono stati spostati, mentre il personale di Sei Toscana ha provveduto a svuotare di continuo i cestini dell’immondizia.

Quindi, ogni varco di accesso all’itinerario della sfilata è stato presidiato dai Carabinieri ed ogni borsa od oggetto in mano agli spettatori della manifestazione è stato minuziosamente controllato.

Numerosi Carabinieri in borghese si sono confusi tra la folla, in modo da setacciare continuamente il percorso e le aree adiacenti per tutta la durata della sfilata.

Parallelamente, le indagini dell’Arma si sono indirizzate ad appurare la fondatezza dell’allarme lanciato dall’uomo. La macchina investigativa messa in atto dai Carabinieri si è mossa in modo tempestivo: sono state raccolte testimonianze, analizzati tabulati telefonici ed altri elementi utili a scoprire l’autore della telefonata.

Già dalle prime ore di domenica 23 febbraio, i Carabinieri hanno messo insieme tutte le tessere del puzzle investigativo ed hanno capito che la minaccia dell’attentato era infondata.

A quel punto, i militari hanno individuato l’uomo che aveva lanciato l’allarme e lo hanno raggiunto nella sua casa di Follonica, in cui è stato subito interrogato.

L’abitazione del 77enne è stata perquisita, così come la sua auto; quindi, i Carabinieri gli hanno notificato un avviso di garanzia emesso nei suoi confronti dalla Procura della Repubblica di Grosseto.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per procurato allarme

Al momento, sono in corso ulteriori indagini finalizzate a chiarire il motivo per il quale il pensionato ha fatto la telefonata.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su