Pubblicato il: 19 Marzo 2020 alle 10:06

Colline MetallifereScuola

Mensa scolastica, il Comune abbatte le tariffe: “Più vicini alle famiglie”

Con questa manovra, la Giunta comunale ha voluto equiparare la tariffa massima al costo effettivo corrisposto dal Comune per il pasto

Buone notizie in tempi di emergenza Coronavirus: a partire dal prossimo settembre, le tariffe della mensa per le scuole del Comune di Gavorrano saranno meno onerose per le famiglie con redditi Isee medio/alti, senza nessun aumento per le altre fasce di reddito.

Con questa manovra, la Giunta comunale ha voluto equiparare la tariffa massima al costo effettivo corrisposto dal Comune per il pasto, bloccando le fasce Isee al valore di 26.000 euro. Di conseguenza, le famiglie con Isee uguale o superiore a tale cifra avranno una tariffa di 5,30 euro per la scuola dell’infanzia e 5,55 euro per la primaria per ogni pasto, invece di 6,15 euro come avvenuto finora, quando le famiglie andavano a corrispondere un ammontare maggiore dell’effettivo costo del pasto corrisposto dall’amministrazione comunale, come bilanciamento della cifra minore corrisposta dalle famiglie al di sotto dei 26.000 euro fino alla totale esenzione, carico che però non può che essere sostenuto dalla fiscalità generale, e non dalle singole famiglie, in totale rispetto del principio di equità fiscale.

Ci è apparso subito chiaro che non aveva giustificazione il pagamento da parte di alcuni utenti di un costo superiore al costo effettivo del pasto – afferma il vicesindaco Francesca Bargiacchi, con delega alla scuola, di concerto con l’assessore al bilancio e ai tributi locali, Stefania Ulivieri -. Però, ogni modifica nelle entrate del bilancio richiede un monitoraggio preventivo prima dell’effettiva applicazione; questo giustifica la non immediata attuazione del provvedimento rispetto all’inizio del mandato elettorale, ma dopo poco più di un anno dall’inizio della nostra gestione totale delle voci di bilancio siamo riusciti a raggiungere questo risultato. Vogliamo dimostrare così la totale vicinanza alle famiglie, consapevoli degli sforzi che tutti stanno facendo specialmente per i propri figli, in questo periodo particolarmente difficile in cui tutti i genitori stanno cercando con i propri mezzi di far proseguire le attività didattiche, nonostante la permanenza forzata presso le proprie abitazioni. Speriamo di aver dato loro un motivo in più per guardare con ottimismo verso il prossimo anno scolastico“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su