Scuola

Tagli alle classi dell’asilo di via Portogallo, il sottosegretario Toccafondi: “Evitare cambi di strutture ai bambini”

Il sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi ha incontrato stamani insegnanti e studenti dei licei classico e scientifico “Chelli” e della scuola media “Madonna delle Grazie”, gestiti dalla Fondazione Chelli di Grosseto. Una visita che cade a sei giorni dall’evento in piazza San Pietro di sabato scorso, che ha visto 300mila persone partecipare all’incontro con Papa Francesco.

La scuola è un bene di tutti e in quanto tale va protetto, rispettato e sostenuto – ha sottolineato Toccafondi -. Non mi stanco mai di ribadire che il sistema scolastico nazionale è uno solo, composto da due gambe: la statale e la paritaria, che insieme lavorano per il bene pubblico, di tutta la collettività. Un sistema basato su libertà di scelta e sull’autonomia, con al centro studenti, insegnanti e famiglie“.

Il nostro obiettivo – ha ribadito il sottosegretario al Miur è quello di arrivare ad una effettiva parità economica per le scuole non statali, a 14 anni dalla legge Berlinguer del 2000 che ha sancito la parità giuridica. Noi stiamo lavorando per il bene di tutta la scuola pubblica italiana, statale e paritaria“.

A margine della visita, nel giro svolto quest’oggi a Grosseto, ha voluto incontrare una delegazione dei genitori dei 55 bambini che hanno avuto la notizia della possibile chiusura di due sezioni della scuola dell’infanzia a cui hanno  iscritto i propri figli.

La vicenda riguarda la scuola dell’infanzia “La Rugginosa” di via Portogallo che fa parte dell’istituto comprensivo 3 di Grosseto.

Insieme all’ufficio scolastico regionale ed agli uffici del Ministero, stiamo cercando di trovare una soluzione che garantisca la continuità dell’educazione dei bambini, ai quali, soprattutto a questa età, vanno evitati cambiamenti strutturali per la loro educazione. E’ importante fin da subito – ha concluso il sottosegretariocercare una risposta e dare ai genitori ascolto. Ho voluto incontrare subito i genitori per capire bene quale fosse la situazione reale, la scuola è un bene di tutti e in quanto tale va protetto, rispettato e sostenuto in tutti i suoi aspetti“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button