Un concerto da record per gli studenti del Liceo musicale: a Trieste l’esibizione di flauti più grande del mondo

È stato un evento da record, una location tra le più suggestive del Belpaese, un anniversario storico celebrato a suon di musica.

Musicisti professionisti, studenti e principianti si sono dati appuntamento domenica 7 ottobre nella piazza dell’Unità d’Italia a Trieste, in occasione della 50^ edizione della Barcolana, la storica regata delle barche a vela.

Sette direttori d’orchestra hanno guidato quest’originalissima orchestra di elementi provenienti dall’Italia e dall’estero, che hanno eseguito musiche composte per l’occasione. E erano presenti anche loro, gli studenti del Liceo musicale “Luciano Bianciardi” di Grosseto.

Gaia Raffi e Andrea Fallani della classe IV, Victoria Stringara della classe V e Silvia Corsi, Ambra Canuti e Ambra Innocenti, che hanno conseguito la maturità l’estate scorsa, accompagnati dalla professoressa Jana Theresa Hildebrandt, hanno affrontato un lungo viaggio per essere presenti a quello che è stato definito un concerto da record, insieme ai rappresentanti di altre cinque scuole della Toscana.

Dopo giorni di prove “virtuali” e la simulazione di quanto è stato realizzato nella piazza triestina, gli studenti si sono esibiti con l’entusiasmo condiviso dagli oltre mille e cento partecipanti: tutti legati da una sola forza, da una sola lingua, da una sola passione: la musica dolce e raffinata del flauto.

Flauti rivolti al cielo, la lacrima che scende senza che tu lo voglia alla fine del concerto, il sorriso e la soddisfazione di ognuno di noi – ha commentato alla fine dell’esibizione una delle partecipanti -. Credo che tutti noi siamo partiti con una valigia e siamo tornati con un bagaglio enorme, fatto di ricordi che rimarranno indelebili“.

Piena soddisfazione è stata espressa dalla dirigente del Polo “Luciano Bianciardi”, Daniela Giovannini: “Eventi come questo aiutano gli studenti a mettersi alla prova e a confrontarsi con altri giovani che stanno affrontando lo stesso percorso di studio e di formazione e con quanti hanno scelto la musica come professione. E il Liceo musicale di Grosseto ha in programma numerosi appuntamenti nel corso dell’anno, che ci auguriamo possano rendere protagonisti gli studenti e aiutarli a raggiungere traguardi importanti, coinvolgendo anche i più giovani che al termine della scuola secondaria di I grado si stanno guardando intorno per decidere il percorso da intraprendere nella scuola superiore“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top