Cronaca

Covid: la Asl sospende i primi sei operatori sanitari non vaccinati

La commissione aziendale dell’Asl Toscana sud, est per l’applicazione del dl 44/2021, convertito nella legge 76/2021, ha disposto questo pomeriggio la sospensione dei primi sei operatori sanitari propri dipendenti, che non hanno effettuato la vaccinazione anti-Covid.

Sono in totale 220 i dipendenti dell’azienda che ad oggi risultano non vaccinati e non prenotati, ai quali il dipartimento di Prevenzione dell’Asl Toscana sud est ha inviato le lettere con le disposizioni di legge sull’obbligo di vaccino per gli operatori sanitari.

La procedura proseguirà nei prossimi giorni, allo scadere dei termini indicati dal dipartimento di Prevenzione per regolarizzare la posizione del personale interessato.

Il commento dell’Ordine delle professioni infermieristiche

“Stanno arrivando in queste ore le prime pec dell’accertamento, in cui ci vengono fornite le informazioni sui nostri iscritti non vaccinati senza i giustificati motivi riportati nel decreto Legge 44 – dichiara Nicola Draoli, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Grosseto -. Non sappiamo quindi ancora quanti sono gli infermieri totali inadempienti, ma abbiamo già convocato un consiglio straordinario per la settimana prossima, per applicare la legge e comunicare, quindi, la sospensione agli interessati. Alle ore 18.30 di oggi, 2 settembre, abbiamo ricevuto cinque comunicazioni, che riguardano la totalità degli iscritti (circa 1720) e non solo i dipendenti dell’azienda sanitaria. Ci riserviamo, nei prossimi giorni, di fare una analisi più completa situazione“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button