Attualità

#solounminuto, l’appello: “Dotare farmacie, studi medici e ospedale di una bilancia per disabili”

Come #solounminuto, in rappresentanza di molte persone disabili scriventi dell’area grossetana, vorremmo segnalare una mancanza molto grave sul diritto alla cura, art. 32 della Costituzione ‘La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività’. All’ospedale, Misericordia così come in molti studi medici e farmacie, non vi è una bilancia che consenta alle persone in carrozzella di controllare il proprio peso“.

A dichiararlo, in una lettera inviata alle principiale istituzioni sanitarie e politiche della provincia di Grosseto, è #solounminuto.

“Sapete tutti che il diabete, le disfunzioni tiroidee e i problemi legati al controllo del peso, come l’obesità, sono patologie della vita invalidanti e, molto spesso, si aggiungono ad un quadro clinico già caratterizzato dai problemi legati all’invalidità – continua la lettera -. Ma la platea è ancora più ampia: pensiamo alle persone che hanno poco equilibrio, a chi sta facendo un percorso riabilitativo e a chi ha piccoli disagi motori momentanei. Una bilancia pesapersone per carrozzina, che può essere spostata da un reparto all’altro in base alle esigenze non è un grande sforzo, costa meno di un letto e renderebbe più leggero il lavoro dei medici e del personale coinvolto nella pesatura, oltre a far sentire tutti i disabili sotto lo stesso tetto dell’art. 3 della nostra Costituzione, che non smette mai di ricordarci che ‘Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale’“.

“Una bilancia pesapersone piatta con scivolo per potervi salire con una carrozzella o una pesapersone a forma di sedia con le ruote e/o con corrimano sono articoli presenti in tutti i cataloghi di ausili medicali. Se possiamo permetterci, acquistarne una sarebbe anche una buona operazione di immagine, oltre che un servizio per un’ampia platea di persone. Molto meglio e più affidabile che essere pesati ‘a occhio’. Vi possiamo assicurare che è davvero sconcertante per molte persone disabili portare a pesare il proprio cane dal veterinario e non saper dove andare a pesare sé stessi.Chiediamo che il nostro territorio, l’ospedale, distretti, studi medici, farmacie e medici stessi provvedano a dotarsi di questo strumento per dare un servizio importante alla salute delle persone che non riescono a stare in piedi o stabili su una comune bilancia pesapersone – termina la lettera -. Grazie per tutto ciò che potrete fare in merito, cordialmente, a nome di #solounminuto“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button