Sequestro ruota panoramica, il sindaco: “Comune parte lesa, accertare responsabilità”

La vicenda della ruota panoramica di porta Corsica ci addolora molto, ma chiariamo subito che il Comune è parte lesa“.

A dichiararlo, sul proprio profilo Facebook, è il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

“Il sequestro fa parte di un procedimento penale che non interessa in alcun modo l’attività del Comune di Grosseto, ma dalle primissime notizie appare essere un atto precautelare – spiega il sindaco -. Un’indagine vasta e complessa che, partita da Vercelli, ora interessa mezza Italia: sono oltre mille autorizzazioni per giostre emesse dietro pagamento di tangenti senza che venissero effettuati i controlli di sicurezza previsti dalle norme. Il Comune di Grosseto non è in alcun modo coinvolto dalla vicenda, anzi: ci sentiamo danneggiati da chi, violando norme e regolamenti, opera in maniera decisamente poco ortodossa“.

“Ci dispiace che venga fermata un’attrazione nella quale abbiamo fortemente creduto, ma è necessario che le indagini facciano il loro corso e che vengano accertate eventuali responsabilità – termina il sindaco -. Dispiace anche leggere i soliti commenti di chi ha come unica occupazione quotidiana quella di attaccare il sindaco. A tutti quelli che continuano a dilettarsi con questo sport inutile e autodistruttivo, consiglio invece di praticare la bicicletta. Magari utilizzando le nuovissime piste ciclopedonali“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top