Pubblicato il: 1 Aprile 2020 alle 11:55

Costa d'argentoCronaca

Emergenza Coronavirus, il sindaco: “Neonata dimessa dall’ospedale, nessun nuovo caso”

Di seguito, l’intervento di questa mattina del sindaco di Monte Argentario Francesco Borghini sull’emergenza Coronavirus

Di seguito, l’intervento di questa mattina del sindaco di Monte Argentario Francesco Borghini sull’emergenza Coronavirus:

“Buongiorno,

le comunicazioni di oggi sono finalmente piene di buone notizie. La prima, prevalente su tutte, è che la bambina di pochi mesi ricoverata ieri al Meyer di Firenze, uno dei più qualificati ospedali pediatrici della nazione, perché febbricitante, accompagnata dalla madre, è stata dimessa ed ha fatto ritorno a casa dove, con la famiglia, sarà in quarantena controllata. La notizia del ricovero della bambina è stata data ieri dai giornali. Il ricovero si era reso necessario nella giornata di lunedì dopo che il mio comunicato era già stato emesso. L’emozione suscitata dalla notizia era stata molto forte, in me come tra quanti ne erano venuti a conoscenza, ma enorme è la gioia nel sapere quanto favorevoli siano stati i successivi sviluppi.

Altra bella notizia è che il cinquantenne domiciliato di Porto Ercole stia veramente bene ed è auspicabile che gli ultimi controlli dei tamponi diano esito negativo.

Inoltre nei report di questi due giorni non è stato riportato alcun nuovo caso positivo e quindi possiamo ragionevolmente essere fiduciosi.

Circa la donna di 87 anni, la cui positività e domiciliazione avevo segnalato non sono pervenute altre note dal che è deducibile che il soggetto non si trovi fisicamente nel nostro territorio comunale e quindi non necessitino per lei le attivazioni dei vari servizi dedicati ai domiciliati.

Quindi ricapitolando abbiamo, oltre alla famiglia della bambina domiciliata in zona limitrofa a Porto Santo Stefano, un domiciliato a Porto Ercole in via di guarigione, una signora ricoverata in condizioni stazionarie, in reparto e non in terapia intensiva dell’ospedale di Grosseto, ed ancora due domiciliati di 57 e 60 anni maschi, di cui uno a Grosseto e l’altro, inizialmente indicato a Viterbo, è nella sua casa di Porto Ercole. Questi i dati che indurrebbero ad essere davvero ottimisti e magari al rallentamento delle attenzioni ed alle ottemperanze alle raccomandazioni note. Sarebbe un imperdonabile errore nel quale chiedo calorosamente di non cadere. Teniamo alta la guardia ancora per qualche tempo e poi potremo finalmente cominciare a riprendere le consuetudini precedenti.

Colgo l’occasione per porgere un sentito ringraziamento alla direttrice scolastica ed a tutto il corpo insegnante delle scuole elementari e medie di Porto Santo Stefano e Porto Ercole per aver ideato e partecipato il progetto della piattaforma GSuite che consente di proseguire l’attività didattica anche da remoto permettendo agli allievi di poter, in un modo alternativo, continuare il percorso formativo e coltivare i contatti interpersonali. rapporti che la piattaforma Weeschool aveva già consentito con successo tra famiglie, scuola e ragazzi. Stessa lodevole iniziativa è stata presa, da giorni, dalla direzione e collaboratrici degli asili nido del Pozzarello e di Porto Ercole con il progetto ‘Crescere insieme’, che ha avuto grande apprezzamento sia tra i bambini che tra le loro famiglie.

Sono, tutte, scelte di grande sensibilità nei confronti delle quali non può che andare la riconoscenza di tutti noi.

Passando alla gestione dei recenti provvedimenti governativi relativi al sostegno dei soggetti più fragili, emanati per garantire il sostentamento alimentare, informo che il nostro Comune riceverà dal Governo la somma di 76.470,91 euro. Nella giornata di ieri è stata convocata una riunione alla quale hanno partecipato i soggetti (Croce Rossa e Misericordia) convenzionati con il Comune per eseguire le operazioni di consegna delle derrate alimentari. Si sono delineate le linee principali delle azioni da intraprendere e questa mattina è seguito un incontro operativo tra gli uffici del servizio sociale (che abbiamo deciso di rafforzare passando dai due addetti attuali ai cinque per la durata del periodo di emergenza) e le associazioni di volontariato dal quale sono emerse le seguenti indicazioni:

  • apertura di un conto corrente bancario presso il tesoriere del Comune Banca Monte dei Paschi di Siena filiale di Porto Santo Stefano sul quale far confluire donazioni finalizzate al sostegno dei più fragili sempre per acquisto di prodotti alimentari e medicinali. L’Iban per effettuare versamenti è : IT 39 O 01030 72302 000001237621. Numeri di telefono per informazioni: 0564.811971 – 0564.811983 (dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 17.30).

Porto a conoscenza anche che questa mattina ho autorizzato la proroga al 20 aprile per la possibilità di accensione degli impianti di riscaldamento, quale che sia il tipo di caldaia e di combustibile. Ho pensato che fosse giusto decidere la proroga in considerazione non solo delle previste condizioni climatiche, ma anche della riproposizione, ormai certa, dell’obbligo di rimanere a casa.

Ringrazio per l’attenzione e porgo i migliori saluti“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su