Colline MetallifereCronaca

Simula il furto della sua auto: denunciata dai Carabinieri

La protagonista della vicenda è una donna residente a Roccastrada

Nella serata del 6 marzo scorso, una donna residente a Roccastrada aveva chiamato i Carabinieri, riferendo che la sua auto era stata rubata.

La stessa donna, pochi giorni dopo, formalizzò la denuncia alla Stazione Carabinieri di Ribolla. Ma qualcosa ai militari non quadrava, dato che il racconto della donna era contraddittorio.

Per questo motivo, i Carabinieri hanno deciso di approfondire la questione e nei giorni passati hanno ricostruito nei dettagli il fatto, partendo dalle lacune nel racconto della donna.

Attraverso l’analisi di immagini di videosorveglianza e varie testimonianze, i militari hanno così appurato che la stessa auto, la sera precedente al giorno in cui la donna ne aveva denunciato il furto, era rimasta coinvolta in un incidente, avvenuto nel comune di Grosseto.

In quell’occasione i passeggeri si erano allontanati prima dell’arrivo della Polizia Municipale che doveva eseguire i rilievi.

Nelle more di risalire alle identità degli occupanti e di chiarire le motivazioni della fuga dal luogo dell’incidente, la donna dovrà intanto rispondere di simulazione di reato, per quel furto verosimilmente mai avvenuto. La pena prevista per questa accusa è tre anni di reclusione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button