“Bottega della salute”: il Comune cerca due giovani per il servizio civile

Parte a marzo, a Montelaterone, frazione del comune di Arcidosso, il servizio civile di due nuovi operatori nella “Bottega della salute“, situata nei locali del circolino La Brizza. Un’iniziativa partita lo scorso anno e che a primavera rinnova gli addetti.

E a questo proposito il Comune di Arcidosso cerca due giovani dai 18 ai 29 anni, che vogliano usufruire del bando che scade il primo febbraio alle 14. I candidati devono essere residenti in Toscana o domiciliati nella regione. Occorre essere inoccupati, inattivi o disoccupati ed essere in possesso di idoneità fisica. La domanda potrà essere presentata esclusivamente online, collegandosi al sito di Regione Toscana: https://servizi.toscana.it/sis/DASC.

Se  gli aspiranti candidati avessero bisogno di spiegazioni o aiuto, il sabato mattina, la consigliera comunale alle politiche giovanili Rachele Nanni (nella foto), che ha seguito il percorso del progetto del servizio civile fin dal 2014, è a disposizione nella sede comunale.

Sono a disposizione – dichiara Rachele Nanniper informazioni circa le attività progettuali e le modalità di presentazione della domanda, a proposito della quale, comunque, è possibile contattare anche Anci Toscana al numero 055.075066, dalle 9.30 alle 15 di mercoledì e venerdì o dalle 9.30 alle 17.30 il lunedì, martedì, e giovedì o alla mail segretaria.botteghedellasalute@ancotoscana.it”.

Teniamo molto a questo progetto – aggiunge Rachele Nanni che dà ai nostri giovani la possibilità di due posti di lavoro per 12 mesi e offre alla popolazione di Montelaterone l’opportunità di usufruire di una serie di servizi: attivazione della carta sanitaria, pagamento dei bollettini, consegna di spesa e medicinali e molto altro. Tutti servizi di cui può usufruire la popolazione composta soprattutto di anziani; attività che spesso senza il supporto di un operatore non sarebbe in grado di portare avanti con le sue forze”.

Anche la presidente del circolino La Brizza, Stefania Cassani, che ha collaborato con l’amministrazione affnichè un anno fa il progetto andasse in porto, sottolinea l’importanza di questo servizio civile: “Servizio – dice – che quest’anno dovrebbe addirittura incrementarsi con l’aggiunta di poter fare prenotazioni sanitarie e anche altre attività indispensabili, come il supporto ai residenti di Montelaterone, per lo più anziani. Il bilancio di un anno della ‘Bottega della salute’ è lusinghiero e siamo felici che da marzo arrivino altri due operatori”.

I colloqui di selezione dei candidati si svolgeranno a Firenze presso la sede di Anci Toscana. I giovani che risulteranno idonei saranno impegnati nelle attività previste dal progetto per un totale di 25 ore settimanali suddivise su cinque giorni e riceveranno un compenso netto di 433,80 euro mensili per 12 mesi.

Il bando si inserisce nell’ambito di GiovaniSì (www.giovanisi.it), il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani, e rientra nel progetto di rete “Botteghe della salute” gestito da Anci Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top